WRC | Rally di Montecarlo 2021, Rovanperä (Toyota): “Ultima tappa molto insidiosa, sono stato sfortunato”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Seguono le dichiarazioni di Kalle Rovanperä al termine del Rally di Montecarlo 2021

A completare l’eccezionale weekend del team Toyota nel Rally di Montecarlo 2021 è arrivato il quarto posto di Kalle Rovanperä, che ha iniziato la sua seconda stagione tra i grandi del WRC con un’altra prestazione competitiva ma anche piuttosto sfortunata.

Dopo essere stato leader del rally per pochi chilometri al venerdì mattina, il giovane figlio d’arte è rimasto in lotta per il podio nonostante un’uscita di strada nella PS6 fino alla prima prova della domenica, quando una foratura gli è costata quasi un minuto e ogni possibilità di lottare con Thierry Neuville per il terzo posto.

Il passo di Rovanperä è stato comunque altamente competitivo e a tratti si è permesso anche il lusso di segnare tempi vicini a quelli di un Sébastien Ogier dominante. Segnali di costante crescita, che porteranno presto la Toyota #69 a lottare anche per la vittoria.

“Direi che le condizioni di domenica mattina sono state piuttosto estreme. La prima prova è stata parecchio insidiosa con il ghiaccio e anche la seconda proponeva tratti innevati. Sono stato sfortunato con la ruota danneggiata ma questo, a volte, fa parte dei rally. Nella Power Stage ho segnato un buon tempo e sono rimasto un po’ sorpreso perché in realtà non ho spinto al massimo. Ho solo alzato un pochino il ritmo ed è positivo avere conquistato punti extra. Alla fine è stato un buon weekend, perché l’anno scorso non ho percorso tanti chilometri sull’asfalto. Siamo stati molto più veloci dell’anno scorso e anche più consistenti, quindi è stato un buon fine settimana con un po’ di sfortuna”.

Immagini: Red Bull

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE