Supercross | Houston #3 2021, Wilson (Husqvarna): “Mi scuso con Roczen, avrei dovuto stare più attento”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Seguono le dichiarazioni di Dean Wilson al termine del Supercross di Houston #3 2021

Dean Wilson è risalito alla ribalta delle cronache del Supercross dopo diverso tempo ma per motivi diversi dai risultati in pista e, sicuramente, non nella maniera migliore per un pilota che per sua stessa ammissione deve ritrovare fiducia in sé stesso.

La scarsa accortezza dello scozzese nell’agevolare il doppiaggio da parte di Ken Roczen è costata la vittoria al tedesco e di certo Wilson non aveva bisogno di un episodio del genere in questo momento della sua carriera.

Il pilota Husqvarna si è prontamente scusato al termine della gara tramite questo post su Instagram:

“Prima di tutto, è stato un errore mio. È completamente colpa mia. Non avevo realizzato che ci fossero i leader dietro di me. Kenny, mi spiace e ti porgo le mie scuse. Ho rovinato la tua gara e vorrei poter ritornare indietro. Capisco che i fans siano scocciati, lo sarei anche io. Odio essere la persona che si è ritrovata nel mezzo, rovinando una gara e una vittoria. Avrei dovuto stare più attento a chi si trovava dietro di me, sono rimasto bloccato dietro ai piloti che avevo davanti. Insultatemi pure, fate quello che volete. Non posso scusarmi a sufficienza per essere stato l’idiota della gara. Mi dispiace. Mi fa schifo essere il colpevole”.

Sulla sua gara, invece, ha aggiunto: “La serata è stata regolare. Non sono partito bene, ho spinto molto alla prima curva per recuperare posizioni ma in partenza sono tutti velocissimi. Ero fuori dai primi 15 e sono risalito 11°, non è ciò che desideriamo e cercheremo di migliorare”.

Immagine di copertina: Husqvarna Media Site

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE