Supercross | Houston #2 2021, Osborne (Husqvarna): “Non dovrei commettere errori del genere, mi riusciva tutto facile”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Seguono le dichiarazioni di Zach Osborne al termine del Supercross di Houston #2 2021

Al di là delle ottime indicazioni fornite tra il primo posto nella prima sessione di qualifica del pomeriggio e il martellante ritmo tenuto nel main event, uno dei più grandi delusi del Supercross di Houston #2 è sicuramente Zach Osborne.

Riavvicinatosi pericolosamente al leader Eli Tomac negli ultimi minuti della finale, il pilota Husqvarna si è sdraiato proprio nel momento in cui il cronometro ha segnato lo zero. Il campione del National ha gettato alle ortiche un secondo posto che avrebbe confermato anche con punti importanti la competitività dimostrata sul campo.

Dopo due gare, invece, Osborne è il pilota che più di tutti può recriminare tra episodi sfortunati ed errori. Due decimi posti che avrebbero potuto essere molto di più. Nelle prossime gare, per il pilota del Virginia, l’imperativo sarà quello di non sbagliare.

“A parte tutto, è stata una giornata molto positiva per me. Ho avuto sensazioni fantastiche e tutto mi è riuscito facile. La heat è andata bene, mi sono adattato ottimamente alla pista, e nel main event è stata la stessa cosa. A due giri dalla fine ho spinto troppo l’anteriore in una buca e sono caduto. Un veterano come me non dovrebbe commettere un errore del genere, perché non ha senso, quindi è spiacevole e frustrante ma per fortuna non mi sono fatto male e la moto è veramente a posto adesso. Ci riproveremo sabato”.

Immagine di copertina: Husqvarna Media Site

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE