Supercross | Houston #1, Stewart: “Prima della finale ero nervoso, sono fiero del risultato”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Seguono le dichiarazioni di Malcolm Stewart dopo il Supercross di Houston #1


Dopo una stagione Supercross 2020 di primissimo livello su una Honda satellite del team Motoconcepts, Malcolm Stewart è salito per la prima volta su una Yamaha e il suo debutto con Iwata ha seguito perfettamente l’andazzo dell’anno scorso.

Nel main event di Houston #1, Stewart si è classificato in quinta posizione confermando di essere uno degli outsider più forti del mondiale indoor e soprattutto regolando entrambi i suoi compagni di squadra.

Una finale corsa con un ritmo regolare dall’abbassarsi del cancelletto fino alla bandiera a scacchi. Con questa prestazione, il fratello della leggenda James ha ribadito di poter ambire almeno a qualche piazzamento sul podio in questa nuova stagione.

“Sarò sincero, ero un po’ nervoso prima dell’evento. Un nuovo team, una nuova moto, un nuovo anno, il nervosismo è tipico di queste situazioni. Arrivando al main event, però, tutto questo è passato. Credo di avere iniziato a rivolgere lo sguardo verso il cancelletto troppo velocemente, quando è stato dato il segnale dei 30 secondi al via. Di solito il cancelletto impiega tra i cinque e i sette secondi per abbassarsi, credo di averlo guardato per almeno sette. Ho commesso qualche errore nelle prime battute ma ho compiuto qualche sorpasso che mi ha lasciato a bocca aperta.

Sapevo che sarebbe stata una gara lunga ed è andata così, abbiamo percorso 28 giri. Il terzo e il quarto erano a poca distanza, ho dato tutto per riprenderli. Ero quinto e avevo la sensazione di stare guidando tranquillamente, solitario, ma ho continuato a spingere. Cianciarulo stava ‘agitando la carota’ davanti a me e questo mi ha dato motivazione. Ho conquistato una top 5 e tutta la squadra è rientrata in top 10, è magnifico. Sono felice di stare questo team e di tutti i progressi che abbiamo fatto. Abbiamo avuto una off-season piuttosto pazza, visto il Covid, ma alla fine è andata bene. Possiamo solo continuare a costruire partendo da questa base, sono fiero di tutta la squadra”.

Immagini: Yamaha Media Site

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci