MXGP | GP Russia 2021, van Horebeek (Beta): “Sette mesi fa questa moto non esisteva, è un risultato folle”

Seguono le dichiarazioni di Jeremy van Horebeek al termine del GP Russia 2021

Con un nono posto nel Gran Premio di Russia, Jeremy van Horebeek e Beta hanno messo il sigillo sul ritorno nel mondiale motocross della Casa toscana dopo oltre 40 anni.

Un risultato frutto di due 11esime piazze nelle due manche di Orlyonok, nelle quali l’esperto pilota belga ha tirato fuori il meglio da una moto naturalmente ancora acerba e bisognosa di sviluppo. L’inizio sembra essere comunque molto incoraggiante, in attesa del rientro di Jimmy Clochet che darà un ulteriore aiuto al team SDM Corse.

Quella di Beta è sicuramente una grande sfida, in un contesto stellare come quello dell’attuale MXGP. Dopo tanti successi in altre discipline del motorsport a due ruote, si è deciso di riabbracciare anche il motocross intraprendendo una lunga strada per arrivare a competere davvero contro i colossi giapponesi ed europei. Un grande motivo di orgoglio anche per gli appassionati italiani.

“Cosa potrei dire di questo nono posto? Considerando che sette mesi fa questa moto non esisteva nemmeno, è un risultato folle! Ho dovuto impegnarmi a fondo dopo due partenze non eccezionali, ma sono riuscito a recuperare bene. Ringrazio Beta e il team SDM Corse per il grande lavoro svolto in così poco tempo. Abbiamo appreso tantissimo di questa moto, continueremo sempre a migliorare. Partiremo da questo risultato per raggiungerne di migliori. Un ringraziamento anche a tutti gli sponsor che supportano la squadra”.

Immagine di copertina: Beta Media Site

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM