MXGP | GP Pietramurata, Vialle: “Quante emozioni, in gara-1 stavo per piangere”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Seguono le dichiarazioni di Tom Vialle (KTM) dopo dopo il GP Pietramurata MXGP


Il nuovo campione del mondo della MX2 è Tom Vialle. Il francese, figlio d’arte, è riuscito a conquistare il primo titolo iridato di motocross già alla sua seconda stagione.

Entrato da subito a far parte del team ufficiale KTM, Vialle ha saputo gestire la pressione data dal trovarsi in una struttura così importante pur con poca esperienza sulle spalle, correndo in maniera sapiente e senza mai commettere gravi errori. Un mix di intelligenza e mezzo meccanico che in MX2 può fare davvero la differenza.

Lo sa bene Jago Geerts, che in sella ad una Yamaha leggermente inferiore alla quasi invincibile KTM le ha provate tutte per contrastare Vialle, incorrendo tante (troppe) volte in cadute anche banali.

Vialle ha portato a KTM il 16° titolo piloti tra 125cc e MX2 nelle ultime 21 stagioni. Un ciclo vincente iniziato nel 2000, con Grant Langston, e apparentemente destinato a durare ancora a lungo. Il bilancio del 2020, con un round ancora da disputare, per Vialle parla di 13 vittorie di manche e sette Gran Premi assoluti.

“Sono molto felice, abbiamo vissuto tante emozioni in questa giornata. Mi sono un po’ arrabbiato per la penalità in qualifica (retrocesso in ultima posizione per essersi fermato sul tracciato durante la sessione, ndr) ma fare l’holeshot in gara-1 è stato fantastico. Durante il primo giro stavo quasi piangendo. Ho vissuto tantissime emozioni, è un qualcosa di speciale. Pazzesco. Nella seconda manche ero attorno alla sesta posizione, qualcuno mi ha colpito e ha danneggiato la leva del cambio. Ero fermo in seconda marcia.

Ho provato e riprovato a mettere la terza ma era impossibile, quindi sono tornato ai box. Ho comunque concluso la manche. È un peccato perché mi sentivo molto bene, a volte capita di essere sfortunati. La cosa importante è avere raggiunto il traguardo. Ringrazio tutto il team e tutti quelli che hanno lavorato assieme a me affinché tutto questo si realizzasse. Correre così tante gare ravvicinate è stato sfiancante, così come mantenere sempre la concentrazione in allenamento. Tutto sommato ce la siamo cavata bene”.

Immagini: KTM

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE