MXGP | GP Garda, Febvre: “Fiducioso in vista dell’inverno”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Seguono le dichiarazioni di Romain Febvre dopo il GP Garda MXGP


La prima stagione di Romain Febvre da pilota Kawasaki MXGP non è stata facile, ma i numeri sono quelli di chi avrebbe potuto puntare ancora più in alto senza i problemi fisici dei mesi invernali.

Partito con zero punti nei primi due Gran Premi, Febvre è tornato in gara in Lettonia con due terzi posti di manche conquistando il primo di sei podi assoluti. Risultati piuttosto incostanti ma che gli hanno comunque permesso di concludere il campionato al quarto posto.

Nel Gran Premio del Garda è arrivata anche la seconda vittoria di manche del 2020, dopo quella che gli ha consegnato il successo assoluto a Mantova #2. Una bella rivincita nel duello con Tim Gajser, dopo la vittoria dello sloveno di mercoledì, ma alla fine l’ultima parola è stata sempre del campione del mondo, trionfatore di gara-2 e dell’assoluta.

“Concludere la stagione sul podio è sempre molto bello, affronterò l’inverno con grande fiducia nel prossimo anno. Nella prima manche ho avuto un bel duello con Gajser e sono riuscito a raggiungerlo per vincere gara-1. Penso che sperasse di seguire le mie linee dopo il sorpasso ma sono riuscito a tenermelo dietro e sapevo che per la vittoria assoluta si sarebbe deciso tutto nella seconda manche.

La mia partenza non è stata malvagia, ma non è stata al livello di Gajser. L’ho visto davanti e sapevo di dover passare gli altri piloti velocemente. Quando sono arrivato al secondo posto aveva già quattro secondi di vantaggio, ho spinto molto ma non ho trovato il modo di recuperare e poi sono caduto nella zona delle waves a cinque minuti dalla fine. Ero sicuro al secondo posto ma le chance di vittoria sono finite lì”.

Immagini: Kawasaki

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE