Formula E | Roma ePrix 2021, Vergne (DS Techeetah): “Il team ha fatto un ottimo lavoro dopo le FP1”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Le dichiarazioni di Jean-Éric Vergne, vincitore del primo ePrix di Roma

Jean-Éric Vergne è tornato al successo nel primo ePrix di Roma, il terzo round della Season 7 di Formula E. Il due volte campione della serie è tornato al successo che gli mancava dal quarto dei sei ePrix di Berlino che hanno concluso la scorsa Season 6, inaugurando al meglio l’omologazione del nuovo powertrain omologato dalla DS Techeetah con l’arrivo delle tappe europee del campionato.

Vergne è riuscito a vincere approfittando del problema che sul finale di gara ha costretto Lucas Di Grassi al ritiro, dopo una battaglia per la leadership tra i due andata in scena per tutta la gara. Il tutto dopo l’incidente che l’ha visto coinvolto al termine delle FP1 con la sua vettura irrimediabilmente danneggiata dopo esser stato colpito da Oliver Turvey, con i meccanici che sono riusciti a riparare la vettura in tempo per le qualifiche.

Queste le sue parole al termine della giornata odierna: “Oggi è stata la nostra prima gara con il nuovo powertrain ed è andata bene, è stato davvero bello. Il team ha fatto un ottimo lavoro per riparare la macchina dopo l’incidente nelle FP1 e le qualifiche sono andate bene. Pensavo di avere un po’ più di velocità in gara ed era una questione di mantenere il controllo in condizioni difficili – è stato molto, molto difficile in gara avere confidenza con la pista”.

“Il mio ingegnere è stato molto bravo nel darmi indicazioni sulla gestione dell’energia e sull’Attack Mode. Il team mi ha detto la finestra migliore per prenderlo e hanno fatto bene. Da lì, si è trattato di guardare al consumo di energia in quanto sarebbe stato limitato, quindi non ho bloccato Lucas (di Grassi) quando mi ha attaccato perché stavo già cercando di risparmiare energia”.

“Sapevo che ne aveva un po’ di meno, quindi l’ho lasciato andare e ho aspettato. Pensavo di poterlo riprendere alla fine – quindi è un peccato che abbia avuto quel problema. Non è mai bello da vedere, soprattutto in una gara così bella”.

Fonte: fiaformulae.com

Immagini: Twitter / DS Techeetah

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Daniele Botticelli
Daniele Botticelli
Classe 1997, laureato in Scienze della comunicazione e con una passione smisurata per il motorsport, il basket e la musica. Cresciuto sotto il mito di Valentino Rossi, Michael Schumacher, Alessandro Del Piero e Kobe Bryant. Poteva andare peggio no? Sono sempre alla ricerca di nuove leve, per raccontare le loro gesta e farvele conoscere ancor prima del loro arrivo sui grandi palcoscenici, questo perché ho sempre ammirato il nuovo che avanza

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci