F1 | Il GP Sakhir 2020 secondo Brembo

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

La guida dei sistemi frenanti Brembo per l’appuntamento del GP Sakhir

Secondo i tecnici Brembo l’Outer Track del Bahrain International Circuit rientra nella categoria dei circuiti altamente impegnativi per i freni. In una scala da 1 a 5 si è meritato un indice di difficoltà di 4, lo stesso fatto registrare dal Bahrain International Circuit da 5,412 metri utilizzato la settimana scorsa. 

A differenza del tracciato tradizionale questo è lungo poco più di 3,5 km e presenta 11 curve invece di 15: le parti in comune sono le curve dalla 1 alla 4 e le ultime due. In questi punti, il grip meccanico sarà superiore agli anni passati perché la pista beneficerà della gommatura garantita dal GP Bahrain. Anche per il GP Sakhir è elevata l’usura dei materiali d’attrito. ​

Le pinze Brembo per la Formula 1 ​

Brembo realizza pinze in alluminio-litio a 6 pistoni (valore massimo stabilito dal regolamento) per 8 dei team del Mondiale 2020. Oltre a queste, fornisce ad alcuni team pinze a 4 pistoni da utilizzare al posteriore proprio per andare incontro alle richieste di maggior leggerezza da parte delle scuderie. 

Ciascun team, in funzione delle esigenze specifiche della vettura, definisce insieme agli ingegneri Brembo il rapporto ottimale tra peso e rigidezza che dovranno avere le pinze freno. Per ciascuna scuderia lo sviluppo dell’impianto frenante avviene in maniera totalmente autonoma e separata. ​ ​​

L’impegno dei freni durante il GP Sakhir Formula 1​

F1 | Il GP Sakhir 2020 secondo Brembo

A differenza del GP Bahrain in cui i piloti di F.1 utilizzano i freni 8 volte ogni giro, sull’Outer Track del Bahrain International Circuit i freni sono impiegati appena in 4 occasioni per complessivi 7 secondi e mezzo. La percentuale di gara di utilizzo dei freni è del 14 per cento, rispetto al 18 per cento del GP sul tracciato più lungo. 

Invece non differisce di molto il carico complessivo sul pedale del freno esercitato mediamente da un pilota dalla partenza alla bandiera a scacchi: 46,9 tonnellate, cioè circa una tonnellata e mezzo in meno del GP Bahrain. Decisamente più alta è però la decelerazione media sull’Outer Track: circa 5 g perché tutte e 4 le frenate vantano valori compresi tra 4,4 g e 5,5 g. ​

L’inedita frenata del Round dell’Outer Track di Sakhir ​ ​​

Delle 4 frenate del GP Sakhir 3 sono considerate altamente impegnative per i freni e la restante è di media difficoltà. 

La più dura per l’impianto frenante è quella alla prima curva perché le auto di F.1 beneficiano del rettilineo di 1,1 km usato già nel GP Bahrain. Inedita è invece la frenata alla curva 7: da 277 km/h a 148 km/h in soli 1,34 secondi durante i quali le monoposto percorrono 83 metri grazie ad un carico sul pedale del freno di 144 kg e ad una decelerazione di 5,2 g. ​ ​​  ​​

Fonte immagini e testi: Brembo

Tag indicizzazione:

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE