F1 | GP Sakhir 2020, la cronaca delle qualifiche

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Pole position per Bottas nel GP Sakhir. Russell 2° a soli 26 millesimi, Verstappen a 56

Segue la cronaca delle qualifiche del GP Sakhir 2020, sedicesima e penultima prova del mondiale di Formula 1

Q1

Subito in pista in cinque per la prima parte delle qualifiche: le Haas, le Williams e Raikkonen. Su una pista cortissima i tempi arrivano rapidamente con Magnussen e Fittipaldi che subito girano sotto il 56. Il danese segna il miglior tempo parziale in 55.464. Con un tempo sul giro basso c’è anche più spazio per poter preparare i propri giri. Sainz si mette in testa con 55.334. La classifica si aggiorna continuamente man mano che passano i piloti. Dopo otto minuti Perez è in testa davanti a Bottas, Stroll e Russell. Le Racing Point però sono su gomma rossa, le Mercedes su gialla.

Arrivano poi le Red Bull: Verstappen si mette in testa con 54.037, Albon è 5°. Le Ferrari sono al momento in decima ed undicesima posizione con Leclerc e Vettel. Tutti in pista ancora a 4 dal termine con la pista che sta migliorando.

Bottas si mette in testa con 53.904 davanti a Verstappen e Russell. In fondo la lotta è dura con Albon che si salva per un pelo in 15a posizione. Restano esclusi Magnussen, Latifi, Aitken, Raikkonen e Fittipaldi, ultimo a mezzo secondo dal penultimo tempo ma comprensibilmente, visto che il brasiliano non è allenato. In ogni caso ci sono 18 piloti in meno di un secondo.

Q2

Le Ferrari scendono in pista con gomma media per l’inizio della Q2, con Gasly, Sainz e Giovinazzi invece su soft. Anche la Mercedes va in pista con gomma gialla. Al primo tentativo le W11 si mettono in prima e seconda posizione con Bottas in 53.803 e Russell a 16 millesimi dal finlandese.

Poi Verstappen e le due AlphaTauri di Kvyat e Gasly, tutti entro i tre decimi. La scelta della media sulle Ferrari sembra non pagare per ora, con Leclerc e Vettel a sette decimi. Il tempo di Gasly viene cancellato. Arrivano le Racing Point con Perez che si mette in testa per 16 millesimi e Stroll quarto per 53 sul suo compagno, con in mezzo Bottas e Russell.

Verstappen e Albon sono quinto e sesto. Le Ferrari ci riprovano con la gomma media mentre Sainz sale in terza posizione con gomma soft. Vettel dopo il T2 opta per tornare ai box a cambiare gomme passando alle soft, mentre Leclerc riesce a portare la sua Rossa in sesta posizione. A due e mezzo dal termine tutti di nuovo in pista, ma per molti ci sarà tempo per fare un solo giro. Verstappen sale in prima posizione davanti a Perez e Bottas, dietro restano esclusi Ocon, Albon, Vettel, Giovinazzi e Norris. Grande giro di Charles Leclerc che va in Q3 col sesto tempo.

Q3

Dentro subito tutti tranne le Racing Point. I primi tentativi vedono Max Verstappen primo in 53.591 davanti a Leclerc per soli 22 millesimi ed alle Mercedes di Bottas e Russell, su gomma usata. Grande il giro del monegasco, che scende dalla macchina perché non ha più gomma nuova.

Le Mercedes entrano in pista con soft nuova e si vede: Bottas va in pole con 53.377 davanti a Russell per 142 millesimi.

Poi Verstappen, Leclerc, Perez, Ricciardo, Sainz, Stroll, Gasly e Kvyat. A due minuti e mezzo scendono tutti in pista per un altro tentativo, per alcuni il terzo vista la pista corta. Bottas non migliora, Russell arriva a 26 millesimi e Verstappen a 56! Leclerc non gira ma resta quarto davanti a Perez, Kvyat, Ricciardo, Sainz, Gasly e Stroll.

Immagine di copertina: Twitter – Mercedes

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE