F1 | Alfa Romeo C41, Raikkonen: “Bisognerà ricavare il massimo dai test”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Dopo la presentazione della nuova Alfa Romeo C41, Kimi Raikkonen risponde ad alcune domande in vista della nuova stagione

Eccoci ad una nuova stagione, come ci si sente a prepararsi per un altro anno di gare e quali sono le tue aspettative?
“Oggi abbiamo presentato la vettura e tra un mese ci saranno i test, la nuova stagione sta arrivando velocemente. Vedremo come andrà: dobbiamo analizzare il comportamento della vettura quando la proveremo, cercando di dare il massimo nei test. Ovviamente i regolamenti sono un po’ diversi, anche se la vettura di base è la stessa: il telaio è lo stesso ma abbiamo un nuovo motore, alcuni nuovi elementi, quindi dobbiamo vedere come funzionerà il pacchetto completo e ripartire da lì. Al di là di questo, la preparazione è la stessa ogni anno. È bello essere ancora qua”.

La pausa invernale è stata più breve del solito ma comunque, si spera, serena. Cosa hai fatto dopo l’ultimo Gran Premio ad Abu Dhabi?
“Non ho fatto tante cose dalla fine della stagione. Natale e Capodanno sono arrivati subito dopo Abu Dhabi, quindi siamo tornati in Finlandia per un po’ di tempo prima di rientrare in Svizzera. Ho passato le feste in famiglia facendo cose normali, mi sono allenato e sono stato in fabbrica qualche volta. In generale ho fatto cose davvero basiche, presto torneremo a viaggiare e quindi passerò la maggior parte del tempo lontano da casa”.

Sui social media ti abbiamo visto praticare molti sport invernali. Come hai approcciato a questa stagione dal punto di vista dell’allenamento? Dopo una stagione con così tante gare ravvicinate hai cambiato qualcosa dal punto di vista fisico, nel modo in cui prepari una stagione?
“Non tanto. Ovviamente ogni anno la preparazione varia un poco a seconda delle condizioni del meteo, ogni lavoro che possiamo fare come preparazione può richiedere viaggi ulteriori, la mia pianificazione dipende da molti fattori diversi. Faccio perlopiù cose che sento utili per me e queste restano simili ogni anno. Non ho una programmazione fissa, non faccio grossi piani in anticipo. Mi piace allenarmi ma se un giorno sento di non avere voglia di farlo, lo faccio il giorno dopo. Non è la fine del mondo!”.

Questa è la tua terza stagione con lo stesso team e con lo stesso compagno di squadra, “continuità” è la parola chiave. Come si è evoluta la relazione con Antonio Giovinazzi?
“Ovviamente conosco Antonio sin dai tempi della Ferrari. Questo ha reso tutto un po’ più facile quando siamo diventati compagni di squadra. Naturalmente più anni passiamo insieme e più ci conosciamo a vicenda. Abbiamo sempre avuto un ottimo rapporto e insieme ci divertiamo molto. Il nostro obiettivo principale è, si spera, quello di portare risultati migliori alla squadra. Io e Antonio stiamo lavorando per far progredire il team, vediamo come andrà quest’anno”.

I test saranno più brevi quest’anno, solo una giornata e mezza per ogni pilota. Quali saranno le tue priorità?
“Le priorità le scopriremo presto: ovviamente il team vuole sempre provare molte cose mentre il pilota preferisce fare una cosa alla volta, come ad esempio provare set-up differenti, quindi bisogna trovare un compromesso per ricavare il massimo dalle giornate a nostra disposizione. Quest’anno, con una giornata e mezza per ogni pilota, non ci potranno essere problemi di affidabilità perché non ci si potrà permettere di perdere mezza giornata o una giornata intera, si perderebbe del lavoro. Sarà importante scegliere le cose giuste da testare, spalmandole lungo le tre giornate. Spero di poter percorrere un buon chilometraggio e di concludere la settimana con sensazioni positive”.

Immagine copertina: Alfa Romeo Media Center



ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE