WTCR | Nürburgring: Guerrieri centra la pole di gara-1 sotto la pioggia

WTCR
Nürburgring: Guerrieri centra la pole di gara-1 sotto la pioggia

Condizioni meteo quasi impossibili nella prima qualifica, Michelisz a 6 secondi dall'argentino di 20 Giugno 2019, 16:52

Tra le prove libere e la prima sessione di qualifiche del WTCR si è scagliato contro la Nordschleife il più classico degli acquazzoni, che ha reso molto complicato il primo attacco al tempo della giornata. All'interno dei 40 minuti previsti i cronologici migliori sono arrivati nel primo passaggio, l'unico svoltosi su un asfalto bagnato ma senza pioggia battente. Durante il secondo tentativo cronometrato i piloti usciti per primi dalla pit lane si sono imbattuti nella Cupra di Mikel Azcona, ferma nella zona di Bergwerk e pertanto causa di una doppia bandiera gialla in tutto il quarto settore, dopodiché è arrivato un nuovo rovescio che ha reso la pista impraticabile.

Un giro in cui il leader del campionato Esteban Guerrieri ha mostrato tutto il suo strapotere. Sceso in pista per primo, l'argentino ha chiuso in 10:30.955 andando a prendersi la sua seconda pole della stagione. Impressiona il distacco rifilato a Norbert Michelisz, che ha piazzato la sua Hyundai in seconda posizione: a dividere i due piloti in prima fila ci sono infatti ben sei secondi e 32 millesimi.

Terzo Néstor Girolami, sulla seconda Honda del team Münnich, rimasto a galla sulla insidiosissima pista tedesca. Quarto Frédéric Vervisch con la migliore delle Audi, sempre velocissimo nell'Inferno Verde ma ad oltre sette secondi dalla pole in questa occasione: il belga è rimasto coinvolto anche in un brutto incidente ad Hatzenbach, fortunatamente senza danni gravi sulla sua RS3. Terza fila per le Lynk di Thed Björk e Yvan Muller, rallentati da piccoli problemi tecnici nelle prove libere.

Tutta francese la quarta fila con Jean-Karl Vernay davanti a Yann Ehrlacher, mentre la quinta linea dello schieramento sarà occupata da due Volkswagen, quelle di Robert Huff e Benjamin Leuchter. Quest'ultimo, specialista degli oltre 25 chilometri che si snodano nella foresta di Adenau, ha anche tentato coraggiosamente un ingresso in pista con gomme slick negli ultimi minuti, nella vana speranza che la pioggia non tornasse a bagnare il tracciato. Asfalto divenuto impraticabile in pochi secondi, con la Golf #33 ritrovatasi ad arare la via di fuga della curva Dunlop.

11° Gabriele Tarquini, un buon risultato viste le premesse del weekend, davanti a Johan Kristoffersson che non è riuscito a confermare il miglior tempo segnato nella FP2. Ottimo il 14° tempo della wildcard Antti Buri, al debutto nel mondiale turismo sull'Audi del team LMS Racing. 16° Augusto Farfus, fermato dall'inconveniente di Azcona dopo avere segnato un secondo settore record nel secondo passaggio, seguito da Andy Priaulx.

19° Tom Coronel, finito a sua volta fuori pista dopo essere sceso in pista con le slick sotto il diluvio, solo 20° Tiago Monteiro davanti al compagno di squadra Attila Tassi. 24° tempo per Kevin Ceccon, finito a muro pochi secondi prima di Vervisch nella stessa zona, davanti a Ma Qinghua. Azcona partirà dal fondo insieme a Niels Langeveld, che non ha nemmeno partecipato a questa prima sessione di qualifica dopo l'incidente avvenuto negli ultimi istanti della FP2.

Nota a margine di questo weekend, è stato approvato con effetto immediato un cambiamento nel metodo di calcolo del compensation weight proposto durante l'ultimo Consiglio Mondiale FIA. A partire da questo round, al fine di stilare i pesi aggiuntivi sulla base delle prestazioni delle vetture, i tempi delle qualifiche avranno un "peso specifico" diverso rispetto a quelli ottenuti in gara: per le qualifiche si passerà da un coefficiente di 1,5 a 2, mentre quello delle gare scenderà da 1 a 0,7. Questo al fine di dare un maggior peso alla prestazione pura delle vetture, cosa che appunto si vede in qualifica, penalizzando allo stesso modo chi evita appositamente di segnare tempi competitivi in gara.

Meteo permettendo, alle 19:30 scatterà la qualifica valida per le griglie di gara-2 e gara-3.

Classifica:

Immagine copertina: tcr-series.com



Condividi