WTCR | La stagione 2022 si concluderà in Bahrain e in Arabia Saudita

Federico Benedusi - 1 Settembre 2022 - 12:54

Svelate finalmente le location degli ultimi due round di questa stagione: per la prima volta, il mondiale turismo sbarcherà a Sakhir e a Jeddah


Dopo diverse settimane di attesa, FIA e Discovery Sports Events hanno finalmente svelato le location degli ultimi due round del WTCR 2022. Il round alsaziano di Anneau du Rhin sarà seguito da una lunga pausa poiché il campionato si deciderà in medioriente nel mese di novembre, con i Gran Premi di Bahrain e Arabia Saudita.

Per il mondiale turismo sarà una prima volta sia sulla pista di Sakhir che sul nuovissimo tracciato cittadino di Jeddah, finora visitato solo da F1 e F2 tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022; va precisato, tuttavia, come agli albori del regolamento TCR la pista del Bahrain abbia ospitato sia il campionato internazionale che quello mediorientale tra il 2016 e il 2018.

Verrà rispettata dunque la lunga pausa tra le gare europee e quelle intercontinentali (al ritorno in calendario dopo tre anni, peraltro) tipica anche delle passate edizioni del mondiale turismo. Tutti i materiali verranno trasportati in Bahrain e l’azione riprenderà nel weekend del 13 novembre, con due gare che andranno in scena al sabato nel corso dell’evento che vedrà impegnato anche il WEC, mentre l’appuntamento saudita si svolgerà due settimane più tardi e sarà caratterizzato da corse in notturna esattamente come avviene per la F1.

Queste le parole del presidente della Commissione Turismo FIA, Alan Gow: “La presenza di due circuiti di caratura mondiale come il Bahrain International Circuit e il Jeddah Corniche Circuit rappresenta uno sviluppo positivo per il WTCR. E sarà grandioso avere anche un evento in concomitanza con il WEC. Nonostante ovvie differenze tra le vetture e per quanto riguarda la durata delle gare, le auto turismo e i prototipi appartengono alla stessa famiglia delle vetture a ruote coperte. Ci sono sempre stati scambi di piloti tra le due entità e tanti tendono a spostarsi continuamente da una disciplina all’altra. Sarà un’occasione speciale per fans e media e i rispettivi promoter avranno l’opportunità di organizzare interessanti attività promozionali assieme”.

Il WTCR riprenderà dal Bahrain con Mikel Azcona in testa alla classifica generale con 241 punti, seguito da Néstor Girolami a 206 e Robert Huff a 187. I punti ancora in palio sono 130, dunque il campionato è ben lungi dal considerarsi chiuso.

Immagine copertina: TCR International Series