WTCR | GP Ungheria 2022, Gara 2: Urrutia resiste ad Huff e conquista il successo

Prima vittoria della stagione per Santiago Urrutia e Lynk&Co che riescono a rintuzzare gli attacchi di padroni di casa dello Zengo Motorsport con Rob Huff agguerrito. Azcona ai margini della Top10, mantiene la testa della classifica.

La seconda gara della Race of Hungary del WTCR è stata nettamente più movimentata di quella che abbiamo visto in mattinata. Ad uscirne vincitore è stato Santiago Urrutia con la Lynk&Co. Per il pilota dell’Uruguay si tratta della quarta affermazione nella categoria. Dietro di lui Rob Huff al volante della Cupra dei padroni di casa dello Zengo Motorsport. Terzo posto invece per l’ex leader della classifica Nestor Girolami. Solo un nono posto per Mikel Azcona.

CRONACA DELLA GARA

Allo spegnimento dei semafori un ottimo scatto da parte dei piloti nelle prime posizioni, mentre dietro di loro ci sono subito un paio di avvicendamenti tra Norbert Michelisz e Ma Qing Hua che si sono scambiati di posto per un paio di volte nel corso della prima tornata. Ancora una pessima partenza per Esteban Guerrieri che invece è scivolato fino all’ottava piazza.

Al giro successivo bagarre ai margini della Top10 tra Yvan Muller e Daniel Nagy, con i due impegnati per la conquista dell’undicesima posizione. Poche curve più tardi, però, Medhi Bennani si è reso protagonista di una frenata sbagliata in curva 12. Il marocchino è andato a tamponare Thed Björk che a sua volta ha colpito la Cupra dell’ungherese. Il pilota di casa ha quindi perso un paio di posizioni e, in curva 13, è stato nuovamente colpito da Tom Coronel, come già accaduto in Gara 1.

Il #99 è finito contro la Lynk&Co dello svedese, dal cui contatto si è sganciato uno degli pneumatici della vettura spagnola, che ha costretto Nagy al rientro in pit lane.

A metà gara una lotta a centro gruppo ha portato Guerrieri a perdere altre due posizioni – finendo in decima – a vantaggio di Berthon e Azcona che sono avanzati rispettivamente in ottava e nona. Al giro successivo, Mehdi Bennani è stato nuovamente protagonista di una tamponata contro una delle Lynk&Co. Questa volta la vittima ha risposto al nome di Yvan Muller, ma mentre il francese è uscito indenne dal contatto, il pilota Audi è stato costretto al ritiro con la sospensione anteriore sinistra divelta.

Questo ha costretto la direzione gara a coinvolgere la Safety Car per un paio di tornate, raggruppando così tutto il gruppo. Alla ripartenza, tra le sfide più accese ci sono state quelle tra Urrutia e Huff per la prima posizione e quella tra Berthon e Azcona per l’ottava. Se nella prima la lotta è stata molto pulita, col sud americano capace di rintuzzare gli attacchi di un famelico britannico, alle loro spalle il portacolori di Audi ha più volte oltrepassato i limiti della pista, prendendosi a fine gara una penalizzazione di cinque secondi.

Sotto la bandiera a scacchi, sventolata dopo quattordici giri, Santiago Urrutia è stato il primo a transitare, seguito a meno di mezzo secondo da Rob Huff. L’uruguaiano è stato sicuramente aiutato dall’entrata in pista della vettura di sicurezza, che lo ha aiutato nella gestione delle gomme, in un Hungaroring piuttosto caldo nel pomeriggio.

Più distanziato Nestor Girolami ha chiuso le posizioni a podio. Quarto posto di consolazione per l’idolo di casa Norbert Michelisz che finalmente può marchiare positivamente una gara in questo inizio di stagione 2022. Dietro di lui Ma Qing Hua ha preceduto il compagno di squadra Yann Ehrlacher che nel finale si è sbarazzato di Gilles Magnus per il sesto posto, passandolo all’interno di curva 11.

Come detto, Berthon è stato penalizzato di 5 secondi, quindi a ereditare il suo quinto posto è il vincitore di Gara 1, Azcona, seguito subito dopo da Muller e Guerreri che chiudono la Top10. Undicesima piazza per Björk, quindi Berthon, Coronel, Tassi e Monteiro a chiudere la zona punti.

CLASSIFICHE DOPO IL TERZO ROUND

Alla conclusione del terzo appuntamento della stagione 2022 del WTCR, Mikel Azcona è in testa alla classifica con 85 punti, dieci in più dell’ex leader Nestor Girolami che ha comunque dimezzato lo svantaggio accumulato dopo Gara 1. Santiago Urrutia sale al terzo posto con 16 punti di ritardo dal battistrada, seguito dal compagno di squadra Yann Ehrlacher a 63.

La classifica a squadre vede il Münnich Motorsport comandare con 132 punti, mentre alle spalle seguono la BRC Hyundai Squadra Corse con 109, quindi il Cyan Racing con 105 e il Cyan Performance con 101.

Il WTCR tornerà in pista tra due settimane con il quarto appuntamento, quello della Race of Spain, che si svolgerà sul tracciato del Motorland di Aragón, in casa del leader della classifica Mikel Azcona.

WTCR 2022 - Ungheria, Gara 2
Classifica finale di Gara 2 della Race of Hungary del WTCR

Immagine di copertina: FIA WTCR Media Area

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS