WTCR | GP Ungheria 2021 – Anteprima

L’armata Lynk torna a caccia di Vernay, attenzione alle Honda su una pista dove nel 2020 hanno dominato


Lo spostamento del Gran Premio d’Italia ad Adria ha creato un piccolo buco nel calendario del WTCR 2021, mandando in vacanza piloti e squadre per qualche settimana extra dopo il round spagnolo. L’appuntamento italiano si disputerà prima delle trasferte asiatiche (al momento confermate ma non senza un velo di incertezza) in data ancora indefinita.

Il quarto appuntamento della coppa del mondo turismo si svolge quindi in Ungheria all’Hungaroring, tappa praticamente fissa della serie. Dal 2011 il mondiale turismo ha sempre corso qui grazie anche alla presenza di Norbert Michelisz, ma già ai tempi del campionato europeo la pista magiara aveva ospitato le battaglie dei migliori piloti a ruote coperte del mondo.

La situazione di campionato vede Jean-Karl Vernay ancora al comando grazie ad una grande regolarità di risultati, eccezion fatta per lo zero fortuito di Estoril. Alle spalle del francese ci sono tre dei quattro piloti del team Cyan Racing, con Yann Ehrlacher a capeggiare Yvan Muller e Santiago Urrutia.

E qui arriviamo già a parlare dei pesi di compensazione. Poche ore fa, le Lynk 03 hanno ricevuto uno sconto di 10 chili sul Balance of Performance mondiale dopo le innumerevoli pressioni delle ultime settimane e la situazione dovrebbe divenire meno difficoltosa per i piloti della Casa cinese. Piloti che sul toboga ungherese si sono sempre comportati bene, in particolare Muller ed Ehrlacher con quattro e due successi rispettivamente.

I fari saranno puntati anche sulle Honda, che l’anno scorso hanno sbaragliato la concorrenza con due pole, due vittorie e un intero podio monopolizzato in gara-3. Quest’anno l’impresa sarà più complicata perché la Civic Type-R sarà la vettura più pesante in pista risentendo ancora delle qualifiche dominate in Portogallo, risultato che poi non è stato rispecchiato in gara per episodi sfortunati. Attila Tassi, Esteban Guerrieri e Tiago Monteiro occupano la sesta, la settima e l’ottava piazza in campionato ma anche questo potrebbe essere un weekend in difesa, come già accaduto in Spagna.

Il pilota più atteso è sicuramente il già citato Michelisz, che ogni anno raduna un impressionante quantitativo di persone sulle tribune della pista magiara. Anche quest’anno, però, il piatto piange per il pilota Hyundai: 14° in campionato con appena un podio all’attivo e una sorte non sempre dalla sua parte. L’occasione per invertire la tendenza è ghiotta ma le Elantra dovranno far fronte a 10 chili in più di compensation weight e soprattutto ad una riduzione di potenza imposta dal Balance mondiale: quest’ultima non inciderà più di tanto in Ungheria, pista dalle medie orarie basse, ma resterà tale anche nel prosieguo della stagione a meno di nuovi cambiamenti.

Le auto più leggere in pista saranno quelle del Gruppo VAG. L’Audi RS3 LMS, che correrà finalmente con una livrea ben definita dopo la presentazione ufficiale della vettura di serie, ha conquistato il suo primo successo in Spagna ma nonostante un bollettino tecnico favorevole dovrà adattarsi ad una pista stretta e tortuosa, piuttosto incompatibile con le caratteristiche del gioiello di Ingolstadt. Dall’altra parte c’è la Cupra León Competición, auto che sta facendo sfracelli pressoché ovunque ma non nel WTCR: Mikel Azcona, ad esempio, ha dato una scossa col secondo posto di gara-1 in Spagna e nella pausa iridata ha vinto sia nel campionato italiano che nell’europeo, ma il mondiale resta un tabù da sfatare a tutti i costi.

L’appuntamento di questo weekend proporrà anche la prima wildcard di questa stagione. Il team Target Competition metterà infatti in pista una terza Hyundai Elantra per Nicola Baldan, attualmente terza forza del campionato italiano al volante di una i20. Per Baldan sarà il debutto assoluto nel mondiale e da regolamento caricherà 20 chili extra rispetto a quelli previsti dal bollettino tecnico qui sotto riassunto.

WTCR | GP Ungheria 2021 - Anteprima

La concomitanza con la 24h di Le Mans non impedirà comunque la trasmissione in diretta di gara-1 da parte di Eurosport 2, mentre qualifiche e gara-2 andranno in leggera differita ma saranno comunque visibili live sulla piattaforma streaming dell’emittente.

2021 FIA WTCR Race of Hungary – Hungaroring
Round 4/8
21-22 agosto 2021

WTCR | GP Ungheria 2021 - Anteprima

INFO CIRCUITO

Lunghezza del circuito: 4,381 km
Giri da percorrere: 12 (gara-1), 15 (gara-2)
Distanza totale: 52,572 km (gara-1), 65,715 km (gara-2)
Numero di curve: 14
Senso di marcia: orario

RECORD

Giro gara TCR: 1:53.620 – Norbert Michelisz – Hyundai – 2020
Giro gara mondiale turismo: 1:50.119 – Yvan Muller – Citroën – 2014
Giro prova TCR: 1:52.365 – Norbert Michelisz – Hyundai – 2018 (NB: record 1:52.176, Norbert Michelisz, Hyundai, 2018, Q2 WTCR)
Giro prova mondiale turismo: 1:46.109 – José María López – Citroën – 2016
Vittorie pilota: 4 – Yvan Muller
Vittorie costruttore: 7 – Honda
Pole pilota: 4 – Yvan Muller
Pole costruttore: 4 – Citroën
Podi pilota: 10 – Yvan Muller
Podi costruttore: 17 – Honda

ALBO D’ORO

WTCR | GP Ungheria 2021 - Anteprima

PROGRAMMA

Sabato 21 agosto
9:30-10:15 Prove Libere 1
12:30-13:00 Prove Libere 2
15:30-16:25 Qualifiche – Eurosport 2 (18:45)

Domenica 22 agosto
12:15 Gara-1 – Eurosport 2
15:15 Gara-2 – Eurosport 2 (17:30)

Immagine copertina: FIA WTCR

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM