WTCR | GP Spagna: Thed Björk vince gara-3 dopo un anno e mezzo

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Ritorno al successo per lo svedese, davanti ad Urrutia. Guerrieri toglie un punto ad Ehrlacher


La terza ed ultima gara del Gran Premio di Spagna del WTCR ha visto il ritorno al successo di Thed Björk dopo quasi un anno e mezzo. L’ultima vittoria dello svedese della Lynk risaliva a Zandvoort, il 19 maggio 2019, e da allora il campione del mondo 2017 aveva racimolato solo pochi alti e tanti bassi, anche per episodi sfortunati.

Come in gara-1 e gara-2, la vittoria è maturata in partenza. Gilles Magnus non è stato molto reattivo allo spegnersi dei semafori rossi lasciando campo libero a Björk e ritrovandosi in battaglia con Santiago Urrutia. L’uruguayano è riuscito a completare la doppietta di Cyan Performance scavalcando il belga al settimo giro. Urrutia, inoltre, è il secondo pilota ad essere salito sul podio in tutte e tre le gare con questo format, dopo Yvan Muller in occasione del Gran Premio di Cina dell’anno scorso.

Sul gradino più basso del podio è salito un eccezionale Gabriele Tarquini, partito ottavo e protagonista di una rimonta degna del campione che è. L’abruzzese si è distinto soprattutto nei duelli con le Audi di Nathanaël Berthon e dello stesso Magnus, superate rispettivamente al settimo e all’11° giro. Secondo podio stagionale per il campione 2009 e 2018, in una stagione che ha regalato ben poche soddisfazioni a tutto il team Hyundai.

Negli ultimi giri Berthon ha avuto ragione anche di Magnus, conquistando il quarto posto e il successo nel trofeo indipendenti. Alle spalle delle RS3 del team Comtoyou ha concluso Jean-Karl Vernay, che dopo la vittoria di gara-1 avrebbe potuto raccogliere molto di più anche in ottica campionato.

Settimo Mikel Azcona, mentre Yann Ehrlacher che si trovava subito dietro alla Cupra #96 ha accusato problemi tecnici nelle fasi finali scivolando 12°. Ne ha beneficiato Esteban Guerrieri, che concludendo decimo ha rosicchiato una lunghezza sul suo avversario per il titolo. Problemi anche per Yvan Muller, partito male e arrivato solo 14° con la sospetta “perdita” di un cilindro del motore.

Top ten completata da Josh Files, buon ottavo nel suo weekend da sostituto di Nick Catsburg, da Tom Coronel e dallo stesso Guerrieri, che ha preceduto la wildcard Nicolas Baert.

16° Norbert Michelisz, costretto ad una sosta ai box ad inizio gara, mentre Luca Engstler e Néstor Girolami sono stati costretti al ritiro per uno scontro all’ultimo tornantino al termine del primo giro, incidente che ha chiamato in causa anche la safety car.

Il WTCR arriva dunque al suo atto finale con Ehrlacher e Guerrieri separati da 26 punti, con 85 ancora da assegnare. La matematica tiene in gioco ben 11 piloti tuttora, ma principalmente la lotta per il titolo sarà tra il francese e l’argentino. Vernay e Muller condividono il terzo posto a -42 dal capoclassifica. Cyan Racing invece partirà da 334 punti contro i 279 di All-Inkl.com Münnich Motorsport. Tra gli indipendenti Vernay ha 93 punti a fronte dei 78 di Magnus e dei 77 di Berthon. Il Gran Premio di Spagna, nel frattempo, ha già dato il primo verdetto: Magnus, infatti, si è matematicamente assicurato il trofeo riservato ai rookies.

L’appuntamento con il round finale del WTCR 2020 è tra due settimane, sempre sul circuito dell’Aragona.

Classifica di gara:

Campionato piloti:

Campionato squadre:

Immagine copertina: fiawtcr.com

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci