WTCR | GP Spagna 2022, Qualifiche: Gilles Magnus ottiene la seconda pole sempre ad Aragón

WTCR
Tempo di lettura: 4 minuti
di Marco Colletta @MarcoColletta
25 Giugno 2022 - 18:30
Home  »  WTCR

Seconda pole position per Gilles Magnus nel WTCR e seconda volta che la ottiene al Motorland di Aragón, due anni dopo la prima e unica. Al suo fianco scatterà il compagno di marca Nathanaël Berthon. Ma Qing Hua sarà davanti a tutti al via di Gara 2.

La quarta qualifica della stagione 2022 del WTCR ha premiato l’Audi per la seconda volta, dopo la prima fila tutta ComToYou Racing del Nürburgring Nordschleife. Anche questa volta è stato il team belga a festeggiare, ma a ottenere la pole position è stato Gilles Magnus.

Il 22enne di Audi ha ottenuto così la sua seconda pole position nella categoria, due anni dopo l’unica registrata sempre ad Aragón, valida per la griglia di Gara 3 della Race of Spain 2020. Il belga ha inoltre registrato il giro più veloce in assoluto di tutte le qualifiche, fermando il cronometro sul tempo di 2:05.485 che gli valgono sia 10 punti, sia il record della pista, che apparteneva comunque a lui.

Secondo tempo per un’altra Audi, quella di Nathanaël Berthon che non ha commesso errori, ma nulla ha potuto contro lo strapotere del compagno di marca, che gli ha rifilato quasi due decimi. Prima fila quindi tutta per la Casa dei Quattro Anelli che – a differenza della Race of Germany – potrà sfruttare per portare a casa il successo.

Dietro di loro Rob Huff autore di un’ottima sessione, iniziata con il miglior tempo nel Q2 e proseguita con il terzo nel Q3. Il britannico ha pagato tre decimi dalla vetta, complice anche una sbavatura in curva 1. Più pesanti sono stati gli errori nelle prime curve di Yann Ehrlacher, che non è andato oltre il quarto tempo e di Yvan Muller, che ha addirittura centrato la protezione di gomme in uscita dalla prima curva. I due piloti della Lynk&Co hanno sfruttato troppo spesso la pista oltre la riga bianca, ritrovandosi così a chiudere la Top5.

La terza delle Lynk&Co, che ha guadagnato il sesto tempo ed è risultata la prima delle escluse al termine del Q2, è quella di Santiago Urrutia. L’uruguayano ha completato un buon giro, ma per soli 17 millesimi non è riuscito a scavalcare il tempo di Berthon, rimanendo fuori dal Q3.

Ancora meglio ha fatto Dániel Nagy che conferma l’ottimo stato delle Cupra dello Zengo Motorsport. L’ungherese ha portato la sua vettura fino al settimo posto, precedendo addirittura l’idolo di casa Mikel Azcona.

Non una qualifica eccellente per le due Hyundai con appunto Azcona ottavo e Michelisz subito alle sue spalle. Le due Elantra si sono comportate bene nel tratto misto, con il magiaro che addirittura nel Q1 era stato capace di registrare il miglior tempo assoluto nel secondo e terzo settore. Il lungo rettilineo della parte finale del giro ha però penalizzato le vetture sudcoreane, spedendole a centro gruppo.

Alle loro spalle, con il decimo tempo che gli ha garantito la pole position in Gara 2 c’è Ma Qing Hua. Il cinese ha pagato tre decimi dalla prima Lynk&Co che l’ha preceduto, ma ha comunque fatto meglio di Thed Bjork che non ha registrato un ottimo tempo, fermandosi solo all’undicesima piazza.

Peggio dello svedese hanno però fatto le Honda che devono dimenticare al più presto la giornata di oggi. Una sola Civic si è qualificata per il Q2 ed è stata quella di Esteban Guerrieri che poi nella sessione intermedia non è andata oltre la dodicesima piazza, pagando oltre un secondo da quella che poi è stata la pole position di giornata.

Male anche per il suo compagno di squadra Nestor Girolami che addirittura è stato escluso dopo i 20 minuti. L’ex leader della classifica aveva anche fatto registrare il miglior tempo assoluto nel primo settore, ma un errore alla curva 12 lo ha portato largo, dopo aver perso il posteriore della vettura. Purtroppo mancavano due minuti allo sventolare della bandiera a scacchi e le gomme erano troppo consumate per poter tentare un nuovo assalto.

Dietro di lui la terza Honda con Attila Tassi a solo 18 millesimi, quindi le due Audi di Mehdi Bennani e Tom Coronel e infine Tiago Monteiro che non è mai riuscito a registrare un vero e proprio giro competitivo, risultando addirittura 1.6 secondi più lento dell’olandese che lo precede.

Dopo questa qualifica, Azcona resta leader del campionato con 85 punti, dieci in più di Nestor Girolami e sedici in più rispetto a Santiago Urrutia. L’appuntamento è a domani alle 11:15 con il via di Gara 1 e alle 15:15 con lo spegnimento dei semafori di Gara 2.

WTCR 2022 - Spagna, Qualifiche Tempi. Pole position di Gilles Magnus
Classifica provvisoria della Race of Spain del WTCR 2022.

Immagine di copertina: FIA WTCR Media Area

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA

I Commenti sono chiusi.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live