WTCR | GP Malesia: Michelisz si prende la prima pole, naufragio Lynk

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

Arrivato a Sepang da leader del campionato WTCR, Norbert Michelisz ha cominciato al meglio il weekend di assalto finale al titolo della coppa del mondo turismo 2019. L’ungherese della Hyundai ha centrato la prima pole position, quella valida per gara-1, aggiudicandosi anche i relativi cinque punti per il campionato. Un piccolo ma ulteriore margine di sicurezza nei confronti dei tre avversari, che allo stesso tempo non sembrano passarsela troppo bene tra i curvoni del tracciato malese.

Chi si è difeso meglio di tutti è Esteban Guerrieri, che tuttavia non è andato oltre un decimo posto dopo avere segnato buoni riferimenti nelle prove libere. Honda, almeno sotto le insegne del team Münnich, è comunque parsa in grado di poter tenere i ritmi di Hyundai su questa pista, come dimostra il terzo posto di un ritrovato Néstor Girolami, mentre i piloti del team KCMG sono restati all’incirca sui livelli mostrati nel resto di questa stagione: 14° Tiago Monteiro, piazzatosi addirittura alle spalle del compagno di squadra e wildcard João Paulo de Oliveira, 21° Attila Tassi.

In preda ad un autentico naufragio è invece il team Lynk. Lo stesso bollettino tecnico che ha permesso alle vetture cinesi di sbancare Macao, con tre vittorie in tre gare, le sta facendo affondare a Sepang. Al termine di un turno improntato totalmente sulle scie, con Yann Ehrlacher e Andy Priaulx a sacrificarsi per i compagni di squadra, Yvan Muller non è andato oltre un 16° posto mentre Thed Björk si è piazzato addirittura 28°. Per il titolo piloti le speranze sembrano già ridotte al lumicino, mentre per quanto riguarda il titolo squadre le vetture giallo-azzurre possono ancora correre per qualche punto che permetta a Cyan Racing di difendere le (ora) 67 lunghezze di vantaggio su BRC Racing. Fuori dalla top 20 anche i due “gregari”, con Ehrlacher 24° e Priaulx 27°.

Tra i protagonisti assoluti ci sono invece le alleggerite Cupra, che si sono piazzate in seconda posizione con Aurélien Panis e in quarta con Mikel Azcona. Il basco del team PWR è stato molto veloce nelle libere e ha dettato il passo nella prima parte delle qualifiche, ma poi il treno Hyundai ha svolto un ottimo lavoro permettendo a Michelisz di stabilire un nuovo record della pista in 2:13.748. Panis ha pagato ben 380 millesimi al magiaro.

All’ultima apparizione nel WTCR in veste di “customer racer”, Audi ha messo Frédéric Vervisch in un’onorevole quinta posizione davanti alle altre tre Hyundai del team BRC in pista. Augusto Farfus si è aggiudicato il posto in terza fila al fianco del belga, mentre Nick Catsburg e Gabriele Tarquini si divideranno la quarta fila nella prima corsa di domenica. Ottimo anche il nono posto dell’Alfa Romeo del team Ferraris guidata da Ma Qinghua, giunto forse al suo canto del cigno nel WTCR prima di dedicarsi totalmente alla NIO di Formula E. Il già citato Guerrieri ha chiuso la top ten, mentre Kevin Ceccon ha piazzato la seconda Giulietta al 12° posto alle spalle di un’altra Audi, quella di Niels Langeveld.

Disperse nelle retrovie anche le Volkswagen, anch’esse destinate ad un progressivo abbandono da parte della Casa madre. Johan Kristoffersson ha concluso 17° con la migliore delle Golf, Mehdi Bennani ha colto un 19° posto che costituisce una discreta sorpresa mentre Robert Huff si è posizionato solo 23° dopo avere causato anche una full course yellow all’inizio del turno. In ombra anche Jean-Karl Vernay, 18° con l’Audi del team WRT-Leopard.

Già detto di de Oliveira, nettamente la migliore delle quattro wildcard in pista, tra gli altri ospiti si segnala ovviamente Hafizh Syahrin. Il centauro malese, al volante di una Hyundai del team Engstler, ha terminato la sua prima qualifica in 29esima posizione pagando tre secondi netti dalla pole al suo debutto su una vettura TCR e precedendo il gentleman driver (ma ben più esperto) Douglas Khoo. 25° Mitchell Cheah, che stante i 20 chili di zavorra aggiuntiva destinati alle wildcard era atteso ad una prestazione più convincente.

Alle 12:30 italiane andranno in scena le qualifiche per determinare la griglia di gara-2 e gara-3. Il meteo minaccia pioggia e l’oscurità che calerà su Sepang aggiungerà ulteriore pepe alla competizione.

Classifica:

Immagine copertina: WTCR Twitter

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

WTCR | GP Malesia: Michelisz si prende la prima pole, naufragio Lynk 3
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE