WTCR | GP Malesia: Michelisz domina gara-1 e si avvicina al titolo

WTCR | GP Malesia: Michelisz domina gara-1 e si avvicina al titolo

Norbert Michelisz ha compiuto un passo importante verso il titolo WTCR vincendo gara-1 a Sepang, su un asfalto reso molto insidioso dalla pioggia caduta a zone durante tutta la corsa. L’ungherese della Hyundai ha comandato dal primo all’ultimo giro e ora può guardare alle altre due gare con estrema fiducia, avendo addirittura la possibilità di chiudere i conti già in gara-2.

La strategia migliore per i piloti in queste condizioni si è rivelata essere quella di montare gomme da bagnato almeno sul posteriore, mentre parte della griglia ha utilizzato le slick pure sull’anteriore. Alle spalle di un inattaccabile Michelisz, Aurélien Panis ha conservato la seconda posizione guadagnata ieri in qualifica riportando una Cupra sul podio per la prima volta da Ningbo; miglior risultato della carriera per il figlio d’arte francese.

Grande battaglia per il terzo gradino del podio, con Néstor Girolami e Mikel Azcona inizialmente in lizza ma ben presto raggiunti da Gabriele Tarquini ed Esteban Guerrieri. L’argentino ha corso una gara d’attacco, non avendo peraltro alternative per limitare i danni, in risalita dal decimo al quarto posto. Tarquini ha respinto l’offensiva finale della Honda #86 togliendo tre punti al principale avversario di Michelisz per la classifica e svolgendo, ancora una volta, un ottimo lavoro di gregariato. I sopracitati Girolami e Azcona sono invece scivolati fuori dalla zona punti, 17° e 22° rispettivamente, perdendo progressivamente terreno col passare dei giri.

Corsa da incorniciare per Yvan Muller, che dopo le enormi difficoltà incontrate dal team Cyan Racing nelle prove ha tratto ispirazione dall’asfalto bagnato. Un sesto posto che vale come un quinto per l’alsaziano perché a proteggere le spalle a Guerrieri ha pensato João Paulo de Oliveira, che con il quinto posto ha conquistato il miglior risultato stagionale per una wildcard nel WTCR.

Daniel Haglöf ha portato la seconda Cupra del team PWR in settima piazza precedendo il connazionale Johan Kristoffersson, che da buon amante dei rally ha tratto beneficio dalle condizioni miste del tracciato raccogliendo un buon piazzamento per Volkswagen. Nick Catsburg e Jean-Karl Vernay hanno completato la top ten, con il francese a sua volta in rimonta dal 18° posto della griglia.

Dopo un ottimo inizio di gara, entrambe le Alfa Romeo sono piombate nelle retrovie rimanendo a secco di punti per questa prima gara. Ma Qinghua ha concluso 18° mentre Kevin Ceccon ha tagliato il traguardo 20°. Non ha pagato nemmeno la scelta di gomme slick operata da Frédéric Vervisch, precipitato a fondo classifica in pochi giri e ritiratosi nel corso del terzo. Per quanto riguarda le altre wildcard, Mitchell Cheah ha concluso 19° mentre Hafizh Syahrin ha portato a casa un 25° posto davanti a Douglas Khoo.

Thed Björk è uscito dalla lotta titolata al termine di una gara da fondo classifica, che lo ha visto 27° classificato dopo una sosta ai box per provare l’utilizzo delle gomme da asciutto. Il vantaggio di Michelisz in classifica generale è salito a 27 punti su Guerrieri, 351 a 324, mentre Muller è a -35. Il francese ha portato punti fondamentali al team Cyan Racing, che ora ne conserva 31 su BRC Racing mentre Münnich Motorsport è quasi tagliata fuori dai giochi.

Alle 11:15 italiane scatterà il semaforo verde di gara-2, con Michelisz che potrà vincere anticipatamente il titolo non perdendo più di due punti su Guerrieri.

Classifica di gara:

Campionato piloti:

Campionato squadre:

Immagine copertina: fiawtcr.com

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

Barcellona Day 2: DAS legnata

Sulla via che portava all'autodromo questa mattina le chiacchiere vertevano sul fatto che, nella prima giornata di test, non era stato...

CONDIVIDI

14,526FansLike
871FollowersFollow
1,630FollowersFollow
WTCR | GP Malesia: Michelisz domina gara-1 e si avvicina al titolo 5
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE