WTCR | GP Italia 2021, Qualifiche: Yann Ehrlacher ritrova la pole dopo più di 900 giorni

Il leader della classifica Yann Ehrlacher è il settimo poleman su sette qualifiche disputate nel 2021. Ritrova il giro più veloce per la prima volta da Zandvoort 2019.

La settima qualifica della stagione, andata in scena ad Adria e valida per la griglia di partenza della Race of Italy, ha visto il suo settimo pilota differente conquistare la pole position. Questa volta il più rapido è stato il leader del campionato, Yann Ehrlacher, che ha ritrovato la prima piazza dopo oltre due anni di digiuno. Il francese, infatti, non partiva davanti a tutti dalla Race of Netherlands del 2019. Per lui, inoltre, bottino pieno dato che oltre ad aver ottenuto i cinque punti della pole, ha conquistato anche i cinque del miglior tempo del Q1.

Q3

Il primo a scendere in pista nel corso della manche finale è stato Fréderich Vervisch, autore del giro più veloce del Q2. Il belga non è riuscito a migliorare quanto fatto nella sessione precedente, fermando il cronometro sul tempo di 1:49.510, risultando un paio di centesimi più lento del suo miglior giro in assoluto. Dopo di lui è stato il turno di uno di Yann Ehrlacher che tra primo e secondo settore ha costruito un capolavoro. Avrebbe potuto far meglio, non perdendo circa un decimo e mezzo nella seconda metà della pista, ma a fine giro, il francese ha piazzato il riscontro di 1:49.347, che è anche il giro più veloce del week-end.

Quasi perfetto è stato anche Thed Björk che è rimasto attaccato a Vervisch per tutto il giro e, nonostante una sbavatura nel quarto settore, è riuscito a segnare anche il miglior tempo di questo tratto di pista. Senza questo errore, probabilmente lo svedese sarebbe partito in prima fila, dato che dal tempo del belga ha perso solo 5 millesimi.

Ben più lenti, invece, sia Gilles Magnus che Yvan Muller, entrambi autori di diversi errori, con il francese più in difficoltà di tutti. Il quattro volte iridato ha infatti perso sono solo 6 decimi dal belga, ma addirittura 1.3 secondi dal poleman.

WTCR 2021, Race of Italy - Pole position di Yann Ehrlacher
I tempi dei cinque piloti qualificati in Q3.

Q2

Come detto, nel Q2 il miglior tempo è stato ad appannaggio di Fréderich Vervisch ha piazzato il crono di 1:49.492, precedendo poi il pilota che gli ha negato la pole position.

Le difficoltà mostrate da Honda nel corso delle qualifiche non hanno permesso a Nestor Girolami di inserirsi nella lotta per la pole position, rimanendo escluso per quasi due decimi e mezzo. Nemmeno la Hyundai è stata della partita con Norbert Michelisz settimo a 22 millesimi dall’argentino.

Chi ha ben figurato è stato invece Tom Coronel che ha portato la terza delle Audi in ottava posizione e domani avrà una grande chance di poter conquistare il secondo podio stagionale. Peggio è andata a Esteban Guerrieri che non è andato oltre il nono tempo, seguito da Santiago Urrutia. L’uruguaiano non si è migliorato nel suo ultimo tentativo, sia per conservare la pole position di Gara 1, ma anche per negarla all’argentino di Honda, rivale in campionato del suo compagno di squadra Ehrlacher.

Un’analoga strategia era stata studiata da Honda, facendo rallentare Attila Tassi, undicesimo a fine sessione, per permettere a Guerrieri di non andare oltre alla decima posizione. Questo grazie anche all’impossibilità di Tarquini di poter scendere in pista.

WTCR 2021, Race of Italy
I tempi dei dodici piloti qualificati in Q2.

Q1

Il “Cinghio” non è potuto scendere in pista dopo aver bloccato in curva 1 ed essere finito nella via di fuga, insabbiandosi. Il 59enne di Giulianova non ha causato la bandiera rossa, ma, dopo la bandiera a scacchi, è stato riportato in pista con l’aiuto dei mezzi di soccorso, perdendo così l’opportunità di continuare la sessione.

Ma questo non è stato l’unico colpo di scena della prima sessione di qualifiche in casa Hyundai. Nel box dell’Engstler Motorsport, infatti, Jean-Karl Vernay è stato eliminato per non aver avuto tempo di migliorare il proprio riferimento, chiudendo in tredicesima posizione a 15 millesimi da Esteban Guerrieri, ultimo dei qualificati.

Il francese, in lotta per il titolo, adirato ai microfoni di Eurosport, ha riferito di aver perso tempo a causa dei controlli al peso troppo duraturi da parte dei commissari, i quali gli hanno fatto perdere tre minuti e la chance di poter ancora essere in lotta per il titolo.

Peggio, però, è andata alla Cupra che anche in qualifica non è riuscita a trovare la quadra, trovando nel quindicesimo tempo di Rob Huff il miglior risultato. Mikel Azcona non è andato oltre la diciassettesima piazza. Solo 20°, invece, la wild card Nicola Baldan a bordo della Hyundai.

WTCR 2021, Race of Italy
I tempi dei piloti in Q1.

Con i 10 punti guadagnati in qualifica, Yann Ehrlacher sale a quota 170, portando il suo vantaggio in classifica a 26 punti su Vernay, 32 su Guerrieri e 35 su Vervisch. Matematicamente, al termine delle due gare di domani, il francese potrebbe vincere il secondo titolo, ma se guadagnare 34 punti su Vernay e 28 su Guerrieri – data la loro posizione al via – può essere fattibile, più difficile sarà conquistarne 25 su Vervisch che partirà al suo fianco in entrambe le corse.

Immagine di copertina: FIA WTCR Media Area

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS