WTCR | GP Germania 2022: Gare cancellate per motivi di sicurezza

In seguito alle continue forature delle coperture Goodyear, gli organizzatori del WTCR hanno deciso di non far disputare le due corse odierne al Nürburgring.

Nelle prime due giornate della Race of Germany – secondo round della stagione 2022 del WTCR – diversi sono stati gli episodi che hanno portato a forature degli pneumatici su più vetture. Le più colpite sono state Honda e Lynk&Co, ma non sono mancati gli eventi anche sulle Audi e le Cupra.

In qualifica, a pagarne le conseguenze sono stati Yvan Muller quando ancora si trovava nel GP-Strecke, Nestor Girolami e Attila Tassi in fondo al Döttinger Höhe e Rob Huff, il quale anche se non con una foratura completa è finito contro le barriere di un tratto del Nordschleife.

In seguito alle discussioni avute questa mattina alle 8 tra gli organizzatori e i responsabili di Goodyear – fornitore ufficiale di pneumatici del campionato – è stato deciso che per motivi di sicurezza le due gare tedesche sarebbero state cancellate. Nella giornata di ieri il gommista nordamericano aveva dato sempre la colpa ai cordoli dell’Inferno Verde. In un comunicato rilasciato qualche ora fa ha spiegato:

Durante le qualifiche e le prove libere del FIA WTCR Race of Germany sul Nürburgring Nordschleife, un certo numero di squadre ha riportato danni alle gomme. Gli pneumatici provenienti da diversi lotti di produzione sono stati utilizzati nel corso delle varie sessioni. Non ci sono differenze di performance o durabilità tra i vari lotti.

In seguito alle condizioni sperimentate durante le varie sessioni di questa settimana, abbiamo condotto una revisione preliminare dei lotti di produzione riportati. Le analisi, insieme all’ispezione delle gomme restituiteci, non hanno identificato problemi di costruzione in queste specifiche. Ulteriori analisi, da svolgere in collaborazione con i team, sono necessarie prima di poter raccomandare l’uso di questa specifica con il tipo di format proposto dal FIA WTCR. Stiamo raccogliendo tutte le gomme per ulteriori analisi.

La sicurezza è la nostra prima considerazione e comprendiamo l’importanza di dare ai piloti la fiducia di cui hanno bisogno per dare il loro meglio su un circuito come il Nürburgring Nordschleife. Ci impegneremo a condurre una analisi tecnica del prodotto, così come dell’uso delle gomme basato sulle condizioni di gara, in vista dei prossimi eventi della stagione del FIA WTCR”.

In merito a quanto è accaduto nella giornata di ieri, questa mattina si è espressa anche Honda prima ancora che venisse annunciato che le corse non si sarebbero disputate:

“Honda ha investito il proprio interesse nel WTCR, al centro del quale c’è il desiderio di preservare l’integrità del campionato e come tale c’è rammarico per la situazione emersa. In merito a ciò, Honda ha assoluta fiducia nei suoi team clienti che hanno rispettato ognuna delle raccomandazioni tecniche date da Goodyear per la stagione 2022, e nello specifico per la Race of Germany al Nürburgring Nordschleife”.

L’unico commento che ha invece rilasciato Audi Sport è giunto poco dopo la cancellazione dell’evento, tramite un post pubblicato su Twitter, che riprende le parole di Chris Reinke, Capo di Audi Sport Customer Racing: “Ovviamente rispettiamo la decisione fatta dalla FIA di cancellare le gare di oggi del WTCR per motivi di sicurezza. Ci dispiace che Comtoyou Team Audi Sport non potrà partire dalla prima fila“.

Negli ultimi minuti, invece, un aggiornamento del WTCR ha informato che la decisione di cancellare le gare è stata presa dopo aver ascoltato i rappresentati della FIA Tecnici e Sportivi, oltre che ad alcuni membri di Goodyear. Ha ribadito inoltre il fatto che il gommista non ha potuto garantire l’affidabilità delle gomme fornite per questo evento.

È stato aggiunto anche che i punti assegnati nelle qualifiche di ieri verranno mantenuti, quindi Néstor Girolami resta in testa alla classifica con 49 punti, davanti a Mikel Azcona con 43 ed Esteban Guerrieri con 42. In aggiunta, verrà presa una decisione sulla possibilità di recuperare le due gare perse oggi, aggiungendone eventualmente una terza in altri eventi – come accaduto nel 2020. Questo però verrà deciso nelle prossime settimane. Il WTCR tornerà dunque in pista nel week-end dell’11-12 giugno sul circuito dell’Hungaroring.

Immagine di copertina: FIA WTCR Media Area / Frédérich Le Floch – DPPI

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS