WTCR | GP Germania 2021, Gara 1: Monteiro beffa Muller sul finale

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Tiago Monteiro è il primo vincitore del 2021, grazie a un sorpasso sul Döttinger-Höhe ai danni del leader Muller.

La prima gara della stagione 2021 del WTCR ci ha consegnato un vincitore inaspettato: Tiago Monteiro. Il pilota portoghese, partito dal quarto posto, già al via aveva perso una posizione ritrovandosi dietro il gruppetto di Lynk&Co formato da Yvan Muller, Yann Ehrlacher e Santiago Urrutia, interrotto dalla Hyundai di Gabriele Tarquini.

Una posizione persa anche a causa del lieve contatto allo spegnimento dei semafori tra lui e Norbert Michelisz, con l’ungherese finito anche più indietro rispetto agli avversari.

La lotta per la vittoria è sembrata un affare riservato alla coppia francese e al pilota italiano, almeno per i primi due giri. Yvan Muller è stato capace di tenere alle sue spalle un impreciso Yann Ehrlacher che più volte ha commesso errori, tra cui la lieve tamponata al leader all’inizio del secondo giro e una perdita di aderenza nella parte mista del Ring. Quest’ultima, soprattutto, ha permesso a Gabriele Tarquini di sopravanzarlo poco dopo per portarsi al secondo posto.

Il “Cinghio” ha sfruttato questa chance e il resto del giro per portarsi negli scarichi della vettura cinese di Muller e quindi tentare l’attacco al quattro volte iridato sul lungo rettilineo del Döttinger-Höhe. L’italiano era riuscito a sopravanzare il leader, ma un errore commesso all’ultima curva, prima di entrare nel tracciato GP, ha portato il due volte campione a ritrovarsi le tre Lynk&Co alle calcagna.

Sul rettilineo del traguardo Muller è riuscito a riprendersi la prima posizione, mentre Tarquini, nel tentativo di non perdere posizione anche su Ehrlacher e Urrutia, ha ritardato la staccata di curva 1, finendo lungo, perdendo diverse posizioni e andando poi a colpire la vettura del campione 2020 in curva 2.

Dopo questo avvicendamento all’inizio del terzo giro, la classifica ha visto Muller davanti a Monteior, Urrutia, Guerrieri e Michelisz. Tarquini ed Ehrlacher sono invece scivolati rispettivamente in sesta e settima piazza, con il francese sopravanzato poi anche dall’Audi di Tom Coronel.

La fase di attesa nel Ring ha poi portato Tiago Monteiro a sfruttare il lungo rettilineo conclusivo per affiancarsi e poi sorpassare Yvan Muller, che questa volta nulla ha potuto contro la velocità maggiore della Honda.

Il portoghese è quindi transitato per primo sotto la bandiera a scacchi, per la prima volta da Gara 3 in Portogallo nel 2019. Per lui è la seconda vittoria nel WTCR, l’undicesima se consideriamo anche quelle del WTCC.

Secondo posto per Yvan Muller che precede l’altra Lynk&Co di Santiago Urrutia. Quarto è Esteban Guerrieri e solo quinta la prima delle Hyundai con Norbert Michelisz che è riuscito a contenere i danni dopo la partenza non eccellente.

Amara è invece la sesta posizione di Gabriele Tarquini che ha preceduto Tom Coronel e Yann Ehrlacher. Solo nono il poleman di ieri, Nestor Girolami, davanti alla terza Hyundai con Jean-Karl Vernay. Assente Thed Bjork che dopo essere partito 15° non è riuscito ad andare oltre il 13° piazzamento finale.

Dietro di lui Luca Engstler con l’ultima delle Hyundai ufficiali, il quale è stato protagonista di un contatto nel primo giro con la Cupra di Mikel Azcona. Lo spagnolo, che ha chiuso diciassettesimo, ha avuto parte della sua vettura danneggiata per tutta la gara ed è stato a sua volta protagonista di una toccatina con uno dei muretti dell'”Inferno Verde”.

L’unico ritiro è invece di Rob Huff entrato in contatto con Thed Bjork nel corso del secondo giro.

Immagine di copertina: FIA WTCR Media Area / Florent Gooden / DPPI

P300 MAGAZINE

WTCR | GP Germania 2021, Gara 1: Monteiro beffa Muller sul finale

Continua a seguirci

Avatar of Marco Colletta
Marco Colletta
Classe '96, laureato in Comunicazione e Media Contemporanei. Sono nato a Nardò e vivo a Carpi, quindi sin dal primo secondo ho sempre avuto qualcosa a che fare con i motori. Scrivo da quando avevo 16 anni e da allora non ho più smesso. Nei miei racconti cerco sempre di trasmettere tutta la mia passione per il motorsport.

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

WTCR | GP Germania 2021, Gara 1: Monteiro beffa Muller sul finale

Continua a seguirci