WTCR | GP Arabia Saudita 2022, qualifiche: Berthon si aggiudica l’ultima pole, Azcona è campione

WTCRTop
Tempo di lettura: 3 minuti
di Federico Benedusi @federicob95
26 Novembre 2022 - 18:17
Home  »  WTCRTop

Il francese beffa Michelisz nella Q3, al basco basta il secondo miglior tempo nella Q2 per vincere il titolo; BRC Racing conquista l’alloro squadre

Mikel Azcona è l’ultimo campione nella storia del mondiale turismo, il quarto differente nell’epoca WTCR. Al pilota basco del team BRC Racing Hyundai è bastato il secondo miglior tempo assoluto nelle qualifiche per fregiarsi dell’alloro iridato, a fronte di un Néstor Girolami solo 12° e in grande difficoltà sui lunghi rettilinei della pista di Jeddah. Contestualmente, la squadra legatasi sin dal primo giorno al progetto Hyundai TCR ha conquistato il titolo riservato alle squadre, il secondo dopo quello centrato nel 2018.

Il poleman del Gran Premio dell’Arabia Saudita è invece Nathanaël Berthon, sempre veloce sul giro secco ma mai autore del miglior tempo nella Q3 quest’anno. Il francese ha collocato davanti a tutti la sua Audi RS3 LMS del team Comtoyou battendo di un soffio Norbert Michelisz nel giro decisivo di una qualifica tiratissima e giocata sul decimo di secondo.

Su una pista come quella di Jeddah, un ruolo fondamentale lo hanno svolto le scie e sia Audi che Hyundai sono state perfette da questo punto di vista. Nelle prime due tranche i due “treni” di vetture si sono scambiati più volte il miglior crono e alla fine il riferimento assoluto è risultato essere l’1:16.199 di Berthon nella Q2, a fronte dell’1:16.362 senza scia che è valso effettivamente la pole position di gara-1.

Berthon ha così segnato anche dieci punti importanti nella lotta per il terzo posto, ma le difficoltà incontrate da Honda potrebbero spingere il transalpino a sognare più in grande. Il distacco da Girolami si è ridotto a 27 punti e nelle due gare di domani l’argentino partirà 12°, su una Civic appesantita e parsa decisamente meno veloce rispetto alle contendenti.

A peggiorare ulteriormente le cose, la collaborazione tra i team della Casa giapponese è stata pressoché assente. Lo stesso Esteban Guerrieri non ha praticamente mai lavorato per il connazionale e compagno di squadra e pur essendo emerso ottavo da queste qualifiche non può dichiararsi soddisfatto. Girolami ha invece lamentato un sospetto dolore ad una mano al termine della Q2.

Alle spalle della prima fila Berthon-Michelisz si è piazzato proprio Azcona, complice un primo settore non impeccabile nella Q3. Quarto Tom Coronel davanti a Gilles Magnus, che dovrà tuttavia scontare tre posizioni di penalità sulla griglia di gara-1. Con il belga retrocesso ottavo, nella prima corsa di domani a dividersi la terza fila saranno quindi Franco Girolami e la wildcard di Hyundai Nick Catsburg.

Buon nono Viktor Davidovski, che in un paio di gare si è già ben ambientato con il competitivo plotone del WTCR, poi Attila Tassi che ha clamorosamente centrato l’inversione di griglia e quindi la pole di gara-2. L’ungherese ha segnato lo stesso tempo al millesimo di Robert Huff, ma avendolo registrato prima del campione 2012 ha avuto diritto alla decima piazza. Forte schiaffo morale per il britannico, che così ha visto drasticamente ridursi le possibilità di raggiungere Berthon al terzo posto della classifica generale.

Esclusi in Q1 Dániel Nagy, Ahmed Bin Khanen e Tiago Monteiro. Se le deludenti prestazioni del portoghese non fanno più notizia, il pilota saudita si è invece difeso più che egregiamente alla sua prima gara su un palcoscenico iridato.

Con i titoli già assegnati nel sabato sera di Jeddah, domani si scriveranno i capitoli finali nella storia del mondiale turismo. Gara-1, la numero 400 dal 2005, prenderà il via alle 17:45 italiane.

Classifica:

WTCR | GP Arabia Saudita 2022, qualifiche: Berthon si aggiudica l'ultima pole, Azcona è campione

Immagine copertina: fiawtcr.com

I Commenti sono chiusi.