WTCR | Cyan Racing sospende la sua partecipazione al campionato

WTCR
Tempo di lettura: 3 minuti
di Federico Benedusi @federicob95
4 Agosto 2022 - 10:38
Home  »  WTCR

La mancata soluzione ai problemi di gomme riportati al Nürburgring e a Vallelunga hanno portato Lynk alla decisione di interrompere anticipatamente la sua stagione 2022


Alla vigilia del Gran Premio di Alsazia di questo weekend, il WTCR ha subito un autentico colpo da kappaò. Cyan Racing, che porta in pista le Lynk 03 TCR per conto del marchio cinese, ha sospeso la sua partecipazione al campionato a seguito dei problemi di gomme che hanno afflitto la vettura nei round di Germania e Italia.

Nel comunicato rilasciato dalla squadra svedese si punta il dito contro Goodyear, che in questa stagione non avrebbe fornito gomme adatte all’imponente peso delle vetture, dovuto alle aggiunte stabilite dal Balance of Performance mondiale e dal compensation weight della serie. Le Lynk sono state le auto più pesanti in griglia pressoché sempre e questo si è riflettuto in particolar modo su piste dai curvoni veloci (e sulle quali, per coincidenza, ha fatto pure caldo) come la Nordschleife e Vallelunga, con la cancellazione totale del primo evento e la rinuncia da parte di Cyan Racing al secondo.

Almeno per il 2022, quindi, i ritiri in blocco delle Lynk al termine dei giri di ricognizione delle gare di Vallelunga resteranno l’ultimo atto di Cyan Racing nel WTCR. La squadra ha riferito come non sia riuscita a trovare un compromesso con le parti coinvolte nel WTCR, dunque l’impegno del marchio cinese verrà meno per l’appuntamento di Anneau du Rhin e anche per i successivi due (qualora si svolgano davvero…) che non sono ancora stati annunciati.

Quello di questo fine settimana doveva essere l’appuntamento di casa per Yann Ehrlacher e per Yvan Muller, ma i due piloti alsaziani seguiranno le gare solo dal divano di casa. Per Ehrlacher, poi, è il definitivo abbandono al trono del turismo mondiale dopo due anni.

Queste le dichiarazioni di Frederik Wahlén, team manager di Cyan Racing: “Quest’anno è stata prodotta una gomma non in grado di sopportare la finestra di Balance of Performance e di compensation weight per tutte le vetture, su tutti i tracciati. La nostra vettura è la più pesante di tutte. Come risultato, i nostri piloti sono stati oggetto di forature e incidenti ad alta velocità. Semplicemente, per Cyan Racing non è possibile proseguire questa stagione in sicurezza.

È la decisione più dura che abbiamo mai preso, ogni membro del team vuole vincere e ha compiuto grandi sacrifici per arrivare dove si trova oggi. Purtroppo non siamo in grado di gareggiare in sicurezza in questa circostanza e la sicurezza è la nostra priorità. Desideriamo comunque ringraziare la FIA per il suo sostegno in questa situazione”.

Alexander Murdzevski Schedvin, capo di Geely Motorsport, ha aggiunto: “È stata una situazione prolungata e frustrante per il team, per i piloti, per i nostri partner commerciali e per i fans, una situazione che progressivamente ci ha spinti ad uscire dal campionato. Siamo grati per gli sforzi fatti dalla FIA per trovare una soluzione. Sfortunatamente l’impegno di tutte le parti in causa del WTCR non ha potuto produrre una soluzione soddisfacente per permettere a Cyan Racing di partecipare al campionato in sicurezza”.

Con l’assenza delle cinque Lynk, ad Anneau du Rhin e per il resto del campionato sono dunque attese solo 12 vetture al via.

Immagine copertina: cyanracing.com

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA

I Commenti sono chiusi.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live