WTCR | Azcona e Kismarty-Lechner completano la line-up del team Zengő

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

La squadra ungherese gareggerà con tre Cupra León Competición


Zengő Motorsport ha ufficializzato poco fa i due piloti che completeranno la line-up del WTCR 2020. La squadra ungherese, protagonista da anni del mondiale turismo, affiancherà Mikel Azcona e Gábor Kismarty-Lechner al già annunciato Bence Boldizs.

Il team porterà in pista tre Cupra León Competición, dopo mesi di difficili trattative con la sezione sportiva di Seat. Le vetture arriveranno a pochi giorni dal round d’apertura del Salzburgring, pertanto le prime gare si preannunciano complesse per la struttura diretta da Zoltán Zengő, che tuttavia resta positivo.

“Zengő Motorsport ha fatto parte del WTCC e del WTCR dal 2010”, ha detto. “Non abbiamo potuto esserci nel 2019 ma confidiamo di essere sempre al via nei prossimi anni. Il mio sogno e obiettivo è di vincere di nuovo il titolo mondiale con un pilota ungherese in un team ungherese, come abbiamo già fatto quando Norbert Michelisz vinse il trofeo indipendenti, ma se pure Mikel Azcona dovesse riuscirci ne sarei felice. Dovremmo ricevere le nostre nuove Cupra nella prima settimana di settembre, il che renderà l’inizio di stagione ancora più difficile perché non avremo tempo per svolgere test. Sarà un’annata impegnativa perché servirà molto lavoro sull’organizzazione della logistica. Non vediamo comunque l’ora di scendere in pista e di lottare insieme agli altri team”.

Protagonista della scorsa stagione al debutto nel WTCR, Azcona conta di ripetersi al volante della nuova auto. Il basco ha vinto il titolo europeo TCR nel 2018 ed è uno dei piloti più concreti e costanti nell’attuale panorama turismo mondiale. Il suo accordo con Zengő deriva ovviamente dal suo forte legame con Cupra e ha rappresentato un’ancora di salvataggio per poter correre anche in questo difficile 2020. Queste le sue parole: “Due settimane fa pensavo che non avrei corso nel WTCR quest’anno ma alla fine ho raggiunto un accordo con Zengő e la cosa mi ha reso molto, molto felice. Ho iniziato a preparare il 2020 subito dopo la conclusione della scorsa stagione, in Malesia. Il WTCR è al massimo livello delle competizioni turismo e ci sono tantissimi ottimi piloti. Userò quest’opportunità come se fosse l’ultima. Arriveremo al primo appuntamento senza test mentre gli altri hanno lavorato come sempre, ma questo non fa molta differenza per me perché di solito riesco ad adattarmi ad ogni situazione molto velocemente. Inoltre disporremo della nuova Cupra, una vettura nata per il WTCR”.

Il nome di Kismarty-Lechner è sconosciuto ai più e rappresenta la presenza ungherese d’esperienza all’interno del team. Nelle ultime stagioni ha partecipato a diverse gare, soprattutto endurance, proprio con il team Zengő al volante della vecchia versione della León TCR. Sia Kismarty-Lechner che il rookie Boldizs hanno preso parte ai primi due round della serie est europea TCR in preparazione al mondiale, con il pilota proveniente dai simulatori capace di centrare anche un podio allo Slovakia Ring. Così si è espresso Kismarty-Lechner a riguardo del grande passo che sta per affrontare: “Ho quasi 44 anni e farò il mio debutto nel WTCR solo quest’anno. Credo che il mio esempio dimostri come non sia mai troppo tardi, quando hai un sogno. Ringrazio Zengő Motorsport per l’opportunità. Sono un pilota capace di migliorare e pronto a imparare. Ho ancora molto da imparare per essere competitivo nel WTCR, ma sono pronto. Non ho molte aspettative per questa prima stagione ma darò il massimo per supportare i miei giovani compagni di squadra”.

Come da regolamento sportivo, per poter schierare tre vetture il team Zengő ha dovuto affidarsi ad almeno un rookie, ruolo che sarà ricoperto proprio dal 22enne Boldizs. Al momento, le auto ufficializzate al via del WTCR 2020 sono 19.

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

WTCR | Azcona e Kismarty-Lechner completano la line-up del team Zengő 2
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE