WRX | Pubblicato il calendario provvisorio del 2023

WRX
Tempo di lettura: 3 minuti
di Alyoska Costantino @AlyxF1
7 Dicembre 2022 - 20:15
Home  »  WRX

Dieci i round previsti per la prossima stagione del WRX, con due double-header a conclusione del campionato 2023.


Il 2022 ha segnato l’inizio di una nuova era per il campionato FIA rallycross WRX ed in particolare per la massima categoria RX1, col debutto dei nuovi modelli dotati di motori elettrici e capaci di generare prestazioni, specie in accelerazione, assolutamente invidiabili. Tuttavia, a livello di presenze, contenuti e location visitate l’ultima annata della serie ha lasciato molto a desiderare. 

Il 2023 dovrà essere un’annata di riscatto per il panorama del rally su pista mondiale ed il calendario provvisorio pubblicato quest’oggi fa sorgere qualche speranza sul possibile ritrovamento della strada giusta da parte del promoter.

WRX | Pubblicato il calendario provvisorio del 2023

Il nuovo campionato avrà inizio con una tappa riservata alle serie Euro RX1 ed Euro RX3 a Nyirád con l’Euro RX Event d’Ungheria del 20-21 maggio, a cui farà seguito, ad un mese di distanza, lo RXEvent di Norvegia a Hell per il debutto della RX1 mondiale. 

I mesi estivi saranno i più attivi per il WRX, con luglio ed agosto che avranno in programma due eventi ciascuno. Il settimo mese dell’anno vedrà le gare di Svezia (ad Höljes, 1-2 luglio) e di Gran Bretagna (col ritorno a Lydden Hill, 22-23 luglio), mentre ad agosto si correrà in Benelux (5-6 agosto) e in Portogallo (a Montalegre, 26-27 agosto). La novità più importante riguarda l‘abbandono di Spa-Francorchamps dal calendario per fare ritorno al circuito Jules Tacheny di Mettet in Vallonia, la cui pista di rallycross dev’essere ancora omologata dopo esser stata visitata nel primo lustro del campionato, dal 2014 al 2018; stesso discorso per la culla inglese del rallycross, il cui accordo col promoter locale è ancora da confermare. 

Anche lo RXEvent di Germania cambierà sede, spostandosi dal Nürburgring all’Estering nella quale si gareggerà il 9-10 settembre. Le ultime due tappe saranno due double-header, col ritorno in Sudafrica a Città del Capo (21-22 ottobre) ed un’ultima gara programmata per il 25-26 novembre in Asia, ma la cui location è ancora da annunciare. 

“Siamo lieti di presentare il calendario WRX 2023, il quale crediamo rappresenti il meglio del rallycross ed il quale è stato oggetto di un enorme impegno dietro le quinte nei mesi recenti” ha dichiarato Arne Dirks, direttore esecutivo di Rallycross Promoter. “Chiaramente appare leggermente diverso rispetto alle ultime stagioni e siamo lieti di poter finalmente ‘riallargare i nostri orizzonti’ ed avventurarci nuovamente al di fuori dell’Europa”. 

“Sin da quando siamo diventati promoter di questo campionato grandioso, ci siamo impegnati a fare ritorno a Città del Capo per riportare il WRX davanti agli entusiasti tifosi sudafricani e siamo enormemente eccitati di poter aggiungere un nuovo evento in Asia nella line-up, il che sottolinea con fermezza le credenziali di campionato mondiale della serie”. 

“Allo stesso tempo, la reintroduzione di tre storiche tappe europee come Lydden Hill, Mettet ed Estering riflettono il nostro desiderio di celebrare il grande retaggio e le tradizioni del rallycross abbracciando il futuro elettrico dello sport. Allo stesso modo, le enormi folle viste quest’anno a Hell, Höljes, Montalegre e Nyirád sono la controprova dell’appeal persistente di questi circuiti. Non vediamo l’ora di gareggiare!” 

Fonte immagini: fiaworldrallycross.com

I Commenti sono chiusi.