WRX | Mattias Adielsson vince la prima gara della Esports Invitational Series

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

Questo pomeriggio si è svolta la prima gara dell’alternativa virtuale scelta da IMG Motorsports e dal campionato mondiale di Rallycross, ovvero l’Esports Invitational Series con evento disputatosi sul gioco Dirt Rally 2.0, sulla pista del Montmelò.

A vincere questo primo evento è stato Mattias Adielsson, capace di sovvertire il pronostico che dava come favoriti ben altri piloti e soprattutto alcuni simracer di primo livello. Adielsson, pilota nel campionato europeo rally e vincitore del Rally svedese Vännäs 2020 su Skoda Fabia R5, ha vinto dopo essersi qualificato all’intero evento al terzo posto, regolando gli esperti piloti virtuali Killian Dall’Olmo e Lukáš Matěja, impegnati in un duello durato fino all’ultimo giro della Finale e che ha visto il francese spuntarla sul ceco alla penultima curva, con tanto di contatto che ha mandato in testacoda Matěja.

A concludere questa prima finale virtuale troviamo Kevin Abbring e soprattutto il campione del mondo in carica della serie reale Timmy Hansen, bravo nell’adattarsi al videogioco Codemasters e a stare al passo coi fratelli Dall’Olmo, veri mattatori delle qualifiche. Nonostante questo, il #1 può ancora migliorare le sue prestazioni.

LA CRONACA

Le Qualifying Heats di questo primo evento virtuale si dimostrano più confusionarie e imprevedibili rispetto a delle normali batterie e gare di rallycross. Il primo grosso limite che ostacolerà alcuni partecipanti, su tutti Johan Kristoffersson, è la possibile disconnessione a inizio gara che risulta quale un ritiro dalla competizione; nel caso dell’ex-campione, per ben tre gare di qualifica non riuscirà nemmeno a partire. Succederà, durante la Q4, anche a Cabot Bigham, pilota del team Andretti Autosport sulla Volkswagen Beetle nell’ARX. Il gioco ha messo in mostra anche la possibilità di avere condizioni diverse dall’asciutto, quali il bagnato o anche il semplice asfalto umido.

A presentarsi come primo qualificato alle Semifinali è Quentin Dall’Olmo, fratello maggiore di Killian e vincitori di due manche di qualificazione, a cui si aggiungono due secondi posti per un bottino quasi completo. Timmy Hansen è secondo e si mette in mezzo al duo francese. Nei dieci posti disponibili troviamo anche Kevin Hansen, Andreas Bakkerud e il pilota della categoria Super1600 Marius Bermingrund, mentre vengono eliminati nomi altisonanti quali Oliver Eriksson e Oliver Bennett, entrati anche in contatto in una delle batterie. Curioso ciò che succede allo spagnolo José Antonio Suárez, pilota del campionato spagnolo di rally, che allo start della sua ultima gara vede la sua vettura voltare improvvisamente a sinistra appena partito, forse per un problema al volante usato o magari perché lo stesso era totalmente voltato verso quella direzione senza che Suárez se ne accorgesse.

Nella prima Semifinale, la cui griglia non è in ordine di tempi ma scelta dal gioco in maniera casuale (difetto non trascurabile), il Top Qualifier Quentin Dall’Olmo va in testacoda alla seconda curva perdendo tantissimo tempo, e nel rientrare in pista taglia una sezione del tracciato rimediando un’ulteriore penalità di dieci secondi; la tripletta di disastri è completata da un altro testacoda, questa volta alla curva verso sinistra dopo il salto, a causa di un contatto con Bermingrund mentre era in rimonta furiosa. Davanti sono il fratello Killian e Kevin Abbring a giocarsi la vittoria, con l’olandese che sembra più veloce e anticipa il Joker Lap, prendendo però una traiettoria sbagliata e sacrificando un paio di secondi fondamentali.
A qualificarsi saranno proprio loro due mentre Quentin Dall’Olmo sarà escluso per i dieci secondi di penalità rimediati; inoltre, per la Finale sono solo cinque i posti disponibili (al contrario di sei come da prassi), e il posto sacrificato è stato proprio il terzo della Q1 (cosa che ha mandato in confusione i commentatori Andrew Coley e Neil Cole).

Si passa alla Semifinale 2. Per la prima posizione la gara è tutta per Timmy Hansen, che vince in scioltezza qualificandosi per la Finale, mentre la battaglia per il secondo e il terzo posto è decisamente più combattuta: Armstrong, Matěja, Adielsson e Bakkerud danno vita a una sfida senza esclusioni di colpi, quando Armstrong esce dal Joker Lap al secondo posto passando di slancio il vicecampione, che in tutta risposta allarga la traiettoria causando un contatto multiplo e mandando in testacoda Lukáš. Il ceco riesce a riprendersi all’ultimo giro approfittando di un largo di Adielsson per mettersi in posizione di qualificazione alle spalle di Bakkerud, quando al penultimo tornantino lo svedese, vedendo i due avversari larghi, s’infila in uno spazio inesistente e li “scalza” via prendendosi il secondo posto. Bakkerud finisce fuori e in ultima posizione, mancando l’appuntamento con la Finale.

L’ultima gara della giornata, anche questa con griglia randomica, inizia con la buona partenza di Dall’Olmo dall’esterno, il quale però viene mandato largo con una sportellata e finisce in quinta posizione alla seconda curva. Davanti sono Adielsson e Matěja a guidare la corsa, ma i due entrano in contatto tra loro e poi col muretto poco prima del salto, con il pilota ceco che perde alcune posizioni. Adielsson guida così la corsa dal primo all’ultimo giro a suon di ottimi giri veloci e, nel momento del Joker Lap, di slancio riesce a superare nuovamente Matěja dall’esterno involandosi verso il successo. Alle sue spalle, Dall’Olmo affianca egli stesso il ceco al curvone verso sinistra a costo di sfiorare le gomme interne, per poi affondare l’attacco al penultimo tornantino e agguantare la seconda posizione. Dopo esser ripartito da un testacoda a seguito di questo sorpasso, Matěja sale sul gradino più basso del podio. Qui sotto i risultati della Finale.

Non ci è dato sapere quando sarà il prossimo evento Esports del WRX, ma la generale buona riuscita di questa prima giornata può comunque essere vista come qualcosa di positivo e meritevole di una seconda occasione. Non ci resta che aspettare per un possibile annuncio.

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

WRX | Mattias Adielsson vince la prima gara della Esports Invitational Series 3
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE