WRX | Canada, Trois-Rivières: Andreas Bakkerud vince e riapre il suo campionato

WRX
Canada, Trois-Rivières: Andreas Bakkerud vince e riapre il suo campionato

Il norvegese rompe un digiuno che durava dal 2016. Altro weekend sottotono di Timmy Hansen di 05 Agosto 2019, 15:00

Sembra passata un’eternità da quando Andreas Bakkerud, nel 2016, guidava la Ford Focus del team Hoonigan conquistando tre successi in quell’annata, affermandosi come tra i volti più interessanti per il campionato successivo. Per un motivo o per l’altro, la stella del norvegese non si è più riaccesa granché, e la sua ultima vittoria risaliva all’ultimo appuntamento del campionato 2016, in Argentina. Questo almeno fino a ieri notte, quando Bakkerud ha conquistato la sua prima vittoria per il team Monster Energy Audi, e la prima per la Casa dei Quattro Anelli da Estering 2017, firmata Mattias Ekström.

Un successo che rilancia prepotentemente il norvegese nella corsa iridata, ponendosi come possibile terzo incomodo nella faida tra gli Hansen. Come successo in Svezia, a guadagnare punti nella classifica è stato Kevin su Timmy, col primo capace di arrivare fino alla Finale (seppur conclusa solo al sesto posto) mentre il secondo non è riuscito nemmeno a passare lo scoglio delle Batterie di Qualificazione. Una gara che è stata un autentico calvario per Peugeot, data per favorita e invece in sofferenza rispetto ad Audi, Hyundai e a tratti anche Ford.

LA CRONACA

Le Qualifying Heats dell’RXEvent canadese riservano da subito sorprese: fin dalla Q1 si notano le difficoltà delle Peugeot e il pronostico pare favorevole a Hyundai e Audi, con Grönholm che si assicura il posto di Top Qualifier grazie alle vittorie in Q2 e Q4 e il compagno Timerzyanov che si qualifica al terzo posto grazie alla vittoria in Q3; solo Bakkerud, secondo, pone un freno alla dominanza delle i20, col successo nella prima serie di batterie. I momenti salienti delle sessioni sono il sorpasso all’esterno di curva 6 di Liam Doran su Marklund in Q2 (con l’inglese costretto poi al ritiro per guasto), l’incidente tra Scheider, Baumanis e Chicherit sul rettilineo allo start di una batteria della Q3 e infine tutta l’ultima batteria della Q4, con incidenti, contatti e persino “ingorghi” causati tra alcuni dei migliori piloti della griglia, come Timmy Hansen, Timerzyanov, Doran e Bakkerud. Questo caos ha incredibilmente escluso il vincitore del 2017 dai qualificati, dando un importante colpo alle aspirazioni iridate del pilota Peugeot.

La prima Semifinale vede Niclas partire dalla prima fila ma una brutta partenza lo relega al terzo posto dietro al compagno russo e a Baumanis, e il “tappo” fatto dai due gli costa il terzo posto su Kevin Hansen; a completare la frittata ci pensa Rokas Baciuska, che centra in pieno il figlio d’arte a due giri dalla fine. Il capolavoro lo sigla però Timur Timerzyanov, che con una vettura danneggiata sulla ruota anteriore destra vince la sessione.

Nella Semi 2 Bakkerud domina dall’inizio alla fine, negando qualsiasi tentativo di risposta di Chicherit alle sue spalle. Il suo compagno Doran perde tempo per un testacoda causato da un contatto col francese, giocandosi così l’ultimo slot per la Finale e dandola alla seconda Megane RS di Anton Marklund.

E giunge quindi la Finale, che paradossalmente si trasforma nella gara più lineare e tranquilla del weekend, con Bakkerud che sfrutta la posizione interna per guadagnare il primo posto e non mollarlo più fino al traguardo. Kevin Hansen e il team della sua famiglia compiono invece l’errore di non fare il Joker Lap al secondo giro, facendolo al terzo ma entrando in contatto con Marklund in uscita e danneggiando la vettura; verrà classificato sesto. Baumanis finisce secondo approfittando di un errore di Timerzyanov a inizio gara, poi le due Renault di GCK.

In classifica risalgono prepotentemente le chance di Bakkerud, ora a solo cinque punti dalla vetta e da Kevin Hansen, a quota 143; sta rientrando in gioco anche Grönholm nonostante i due round di assenza, ora quarto a 28 punti dall’ex-campione europeo, con anche Jānis Baumanis vicino a 111 punti.

Dovremo attendere fino a fine mese per rivedere il campionato Rallycross in azione, e in quel caso sarà per l’appuntamento in Bretagna, sul circuito francese di Lohéac. L’anno scorso l’RXEvent di Francia ha messo in scena una delle gare più ravvicinate e tirate della stagione, che ha poi premiato l’attuale campione del mondo Johan Kristoffersson. Vedremo se ciò si ripeterà, e se Renault e Peugeot arriveranno preparate per il loro appuntamento di casa.

Qui i risultati dell’evento canadese e la classifica aggiornata.

Fonte immagine: fiaworldrallycross.com


Condividi