WRC | Tripletta Toyota in Germania, quinta vittoria per Ott Tänak

WRC
Tripletta Toyota in Germania, quinta vittoria per Ott Tänak

L'estone allunga in classifica generale. Neuville quinto, Ogier ottavo di 25 Agosto 2019, 14:19

Trionfo Toyota nel Rally di Germania. Ott Tänak ha conquistato la quinta vittoria della stagione precedendo Kris Meeke e Jari-Matti Latvala e andando ad occupare un podio monotematico, cosa che non accadeva esattamente da quattro anni. Il leader del campionato ha avuto ragione di Thierry Neuville in un duello molto serrato, prolungatosi fino alla PS13 quando il belga ha accusato una foratura; i due "scudieri" hanno completato la tripletta in un rally senza la minima sbavatura, cosa piuttosto insolita sia per il nordirlandese che per il finnico. Per Meeke è arrivato finalmente il primo podio in casacca Toyota e il primo podio dal Rally del Messico 2018.

Quattro prove speciali molto tranquille per Tänak, che stavolta non ha completato il filotto con la Power Stage a causa di un piccolo problema ai freni. I cinque punti dell'ultima frazione sono andati proprio a Neuville, che ha saputo limitare i danni in attesa anche di un possibile gioco di squadra in Hyundai che darebbe al belga il quarto posto conquistato sul campo da Daniel Sordo. La situazione di classifica del vice-campione del mondo, comunque, inizia a farsi complicata, con un Tänak sempre più in fuga.

E a proposito di campionato, il volto scuro di Sébastien Ogier alla fine del rally ha detto più di molte parole. Un ottavo posto che per il sei volte iridato, penalizzato a sua volta da una foratura ieri pomeriggio, sa quasi di condanna al termine di un weekend in cui la Citroën ha accusato di nuovo un handling alquanto carente e non compensato dal nuovo motore. A quattro rally dal termine, la striscia vincente del pilota di Gap è a rischio come non mai. Anche per quanto riguarda la Casa francese c'è la possibilità di effettuare un gioco di squadra, che però andrebbe a vanificare il recupero di Esapekka Lappi su Andreas Mikkelsen: il finlandese ha concluso in sesta piazza per soli quattro secondi ai danni del norvegese, al termine di un duello durato per tutta la mattinata.

Piazzamento a punti anche per Gus Greensmith e Takamoto Katsuta. Per il britannico solo un piccolo incidente ieri mattina che però non ha particolarmente inficiato sul risultato finale, mentre il giapponese ha concluso il suo debutto mondiale con una WRC Plus in decima piazza e tanto margine di miglioramento. Tanti rimpianti per Teemu Suninen, molto veloce anche oggi e secondo nella Power Stage: la classifica finale vede però il finlandese il 29esima posizione, a seguito del problema idraulico patito nella PS2 che lo ha costretto a saltare praticamente tutta la prima tappa.

Prima vittoria per Ján Kopecký nella WRC-2 Pro. Il campione cadetto in carica ha beneficiato del doppio errore di Kalle Rovanperä ma si è anche confermato come uno dei migliori piloti al mondo sull'asfalto. Éric Camilli ha portato la nuova Ford Fiesta al secondo posto, mostrando anche qualche miglioramento rispetto al disastroso 1000 Laghi, mentre Rovanperä ha comunque portato a casa i 15 punti del terzo posto. Il finlandese ha dunque 151 punti nella generale contro i 110 di Mads Østberg, un vantaggio di 41 lunghezze che a quattro rally dal termine del campionato si fa molto interessante.

Successo casalingo, invece, tra le WRC-2 private. Doppietta Škoda con Fabian Kreim e Marijan Griebel, separati da 18"5; Griebel ha avuto ragione in volata di Kajetan Kajetanowicz, che ha concluso alle spalle del tedesco per appena tre secondi. Un problema meccanico ha invece privato Fabio Andolfi del quarto posto, ereditato così da Simone Tempestini. Grazie ad un quinto posto comunque poco soddisfacente, Nikolay Gryazin ha strappato all'assente Benito Guerra la leadership del campionato con 73 punti contro i 69 del messicano.

La classifica generale vede ora Tänak a quota 205 punti, ben 35 in più rispetto a Neuville, che ha scavalcato Ogier di sette lunghezze. Per il quarto posto si è formata un'autentica ammucchiata, con sette piloti nello spazio di 15 punti: guida Meeke a 80 mentre Sordo, decimo, è a 65. In classifica costruttori Toyota ha recuperato ben 16 punti a Hyundai portandosi a -8, mentre Citroën e Ford sono ormai molto distanti.

Il prossimo appuntamento con il WRC è tra tre settimane con il Rally di Turchia, corsa agli antipodi rispetto a quella osservata in questo weekend: le sconfinate pietraie anatoliche faranno da contraltare ai percorsi asfaltati del Deutschland, mettendo a durissima prova la resistenza di piloti e vetture.

Power Stage:

Classifica finale:

Campionato piloti:

Campionato costruttori:

Immagine copertina: Red Bull



Condividi