WRC | Svezia: sbaglia anche Suninen, Tänak torna in testa

WRC
Svezia: sbaglia anche Suninen, Tänak torna in testa

Il finlandese precipita ottavo, lotta a quattro per il podio di 16 Febbraio 2019, 10:58

Le tre prove speciali del sabato mattina hanno rovesciato nuovamente la situazione del Rally di Svezia. Nella PS10, Teemu Suninen è uscito di strada mettendo fine al suo confronto con Ott Tänak e scivolando nelle retrovie della classifica. L'estone della Toyota aveva già sopravanzato di un'incollatura l'alfiere della Ford nella frazione precedente, ma il duello per la vittoria finale pareva essere solo all'inizio. Con il finlandese ora solo ottavo, Tänak può godere di un vantaggio di relativa sicurezza su Andreas Mikkelsen, suo primo inseguitore.

Un giro mattutino pulito per la Yaris #8, con due secondi posti nelle PS 9 e 10, su un terreno piuttosto ghiacciato ma ancora una volta privo di neve. Condizione che ha dato un leggero vantaggio agli apripista, quasi impercettibile a leggere i riferimenti cronometrici. Mikkelsen, dal canto suo, sta badando a non commettere errori per portare a casa un risultato che sarebbe molto importante per la sua fiducia: il norvegese ha perso 18 secondi in tre frazioni, scivolando a 33"8, ma in questo momento è importante gestire il piazzamento sul podio.

L'uscita di Suninen ha spalancato le porte, anche se più che mai momentaneamente, ad un'altra Ford. Al terzo posto si trova infatti Elfyn Evans, che ieri ha ben sfruttato il vantaggio di percorso e ora sta cercando di concretizzare il weekend con un buon risultato. Per il gallese, tuttavia, non sarà facile contenere il recupero di Thierry Neuville ed Esapekka Lappi, distanti rispettivamente 1"1 e 2"1. Sia il belga che il finlandese hanno chiuso una mattinata molto competitiva e la lotta per il gradino più basso del podio sarà verosimilmente loro. Ha perso terreno Kris Meeke, che prosegue nel suo rally prudente e senza rischi eccessivi in attesa di fine settimana migliori.

Settimo Sébastien Loeb, ancora in cerca della giusta confidenza sulla neve dopo il lungo digiuno di rally su questa superficie. Anche per Loeb sembra però prospettarsi un sorpasso imminente perché ad appena nove secondi c'è Suninen, desideroso di recuperare posizioni dopo l'errore che gli ha tolto il podio. Pontus Tidemand chiude la fila delle WRC Plus in zona punti col nono posto. 

Sono rientrati in gara anche i piloti ritiratisi ieri. Jari-Matti Latvala ha staccato il miglior tempo nella PS9, mentre Sébastien Ogier ha replicato nelle due prove successive. Tempi tutto sommato positivi anche per Marcus Grönholm, che dopo il subitaneo stop di ieri sta prendendo le misure alla sua Toyota.

Decima piazza per la Polo di Ole Christian Veiby, che comanda la classe WRC-2 con 27"3 su Johan Kristoffersson. Lo svedese è impegnato in una bella battaglia con Jari Huttunen per il secondo posto, che l'iridato rallycross si è ripreso per 1"1 nella PS11 dopo averlo perso nella PS10. Più distante Mads Østberg, quarto tra le WRC-2 e primo tra gli ufficiali con un vantaggio di oltre un minuto su Kalle Rovanperä.

Nel JWRC continua a dettare legge Dennis Rådström, che ha aumentato il suo vantaggio su Tom Kristensson a un minuto e mezzo. Nella lotta per il podio ha perso diversi minuti Julius Tannert, dunque la terza posizione è stata ereditata dall'estone Roland Poom, che precede di 59 secondi Jan Solans.

Alle 13:02 prenderà il via il giro pomeridiano, con la ripetizione delle tre speciali del mattino seguita da un passaggio nello stadio di Karlstad e da una versione ridotta della Power Stage di Torsby.

Classifica:



Condividi