WRC | Svezia: Elfyn Evans domina la prima tappa, Rovanperä terzo

WRC | Svezia: Elfyn Evans domina la prima tappa, Rovanperä terzo

Dopo tutte le difficoltà attraversate in queste settimane, il Rally di Svezia ha finalmente preso il via. I piloti hanno dovuto affrontare un fondo molto variabile, talvolta anche all’interno della stessa prova speciale, dovendosi adattare a situazioni molto differenti tra ghiaia, ghiaccio e lievi strati di neve che hanno coperto le prime tre prove speciali in alcuni tratti.

Elfyn Evans è ripartito da dove aveva concluso il Rally di Montecarlo, dando una dimostrazione di assoluta forza. Il neo acquisto della Toyota ha concluso la prima tappa, consistente di tre prove speciali più la superspeciale di Torsby dopo la neutralizzazione della frazione nello stadio di Karlstad, con un vantaggio di 8″5 su Ott Tänak, forte degli scratch nella PS2 e nella PS4. Un feeling eccezionale tra il pilota gallese e la Toyota Yaris, sia sul ghiaccio che sulla ghiaia, ennesima dimostrazione dell’assoluto livello raggiunto dal figlio d’arte.

Un venerdì di tutto rispetto per Tänak, che si è alternato con Evans nei successi parziali. Il campione del mondo si è trovato penalizzato dalla sua posizione di partenza soprattutto nei tratti coperti dal ghiaccio, andato rovinandosi col passaggio delle prime vetture. Il gap dalla testa della corsa è analogo a quello accusato nella PS4, frazione che presentava un lungo tratto ghiacciato nel settore finale.

Terza posizione di tappa per un Kalle Rovanperä competitivo oltre ogni più rosea aspettativa. Le esperienze su neve e ghiaccio maturate sulla Toyota tra l’Arctic Lapland e il Montecarlo sono decisamente poco in confronto a piloti che corrono sulle WRC Plus sin dal 2017 e in generale hanno un background più ampio rispetto al finlandese, ma i numeri mostrati oggi dal giovane pilota di Jyväskylä ribadiscono come si stia parlando di un futuro campione del mondo, senza il minimo dubbio. Tre errori di guida hanno leggermente intaccato il passo sostenuto di Rovanperä, in particolare quello della PS5 che è costato circa sei secondi, ma le premesse sono quelle di una seconda tappa davvero agguerrita anche da parte della Yaris #69.

Sébastien Ogier ha portato a termine la prima giornata in quarta posizione, a 3″5 dal giovanissimo compagno di squadra e a 17″8 dalla testa della corsa. Molto convincente, ancora una volta, Esapekka Lappi al volante della Ford: quinto assoluto, il finnico si è distinto lungo la tappa per essere rimasto sempre nella scia dei tempi di Ogier, partito prima di lui e quindi in condizioni di fondo del tutto analoghe. 3″8 il ritardo dal sei volte iridato a fine giornata.

Solo sesto Thierry Neuville, che da apripista non ha pagato il passivo che avrebbe subito in condizioni “classiche” di neve ma non ha comunque tenuto un passo sufficientemente competitivo per poter stare nelle prime posizioni. Il vincitore di Montecarlo non ha commesso errori, accusando un totale di 23″6 da Evans al termine di questo venerdì, e da domani potrà cercare di recuperare terreno da una posizione di partenza leggermente migliore.

A completare il plotone delle WRC Plus sono Craig Breen, Teemu Suninen e Takamoto Katsuta, che occupano le posizioni tra la settima e la nona. Buono il ritorno alle gare dell’irlandese della Hyundai, fermatosi ad appena due decimi da Neuville a fine tappa, mentre Suninen ha pagato qualche secondo in più dopo avere anche rischiato un pericoloso incidente nello shakedown di ieri. Katsuta, lontano 49″6 dalla vettura gemella al comando, continua ad avere qualcosa in meno rispetto ai pari categoria pur mostrando buoni progressi.

Già out Jari-Matti Latvala, vittima di un problema al motore nel corso della PS4 e impossibilitato a ripartire per l’ultima superspeciale. Per il finlandese sono arrivate tuttavia anche buone notizie, poiché Tommi Mäkinen ha confermato nel corso della giornata la sua partecipazione al Rally di Sardegna, sempre al volante di una Toyota privata. Il programma di gare dell’ex vice-campione del mondo sale così a quota tre, anche se la prima uscita è ormai già compromessa.

Come prevedibile, la situazione tra le vetture R5 è decisamente combattuta. Tra le tre superpotenze nordiche in gara, la prima tappa ha parlato finlandese grazie a Emil Lindholm, decimo assoluto al volante di una Škoda privata e pertanto leader della classe WRC-3. 4″7 di vantaggio su Mads Østberg, che invece comanda la fila delle WRC-2 sulla Citroën del team PH Sport, mentre il più diretto inseguitore tra le vetture private è Jari Huttunen su una Hyundai, lontano 7″7 dal connazionale. Per quanto riguarda la categoria degli ufficiali, Østberg ha invece un margine di 8″4 su Ole Christian Veiby, a sua volta su Hyundai, mentre Pontus Tidemand al momento è solo terzo ad ulteriori 9″9 da Veiby. Sul gradino più basso del podio dei privati, invece, sale al momento Johan Kristoffersson, in lotta con Oliver Solberg.

Nella classe JWRC è invece dominio del pilota di casa Tom Kristensson, che al momento regola Martinš Sesks di 23 secondi e Lauri Joona di 30″1. Decimo posto per Enrico Oldrati davanti a Marco Pollara, Tommaso Ciuffi è 13° mentre Fabio Andolfi, sesto fino alla PS4, ha capottato nella PS5 ed è stato costretto al ritiro.

Nella giornata di domani è prevista la ripetizione delle quattro prove di oggi. Primo semaforo verde alle ore 8:42.

Classifica:

Immagine copertina: Toyota Gazoo Racing WRT Twitter

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

14,525FansLike
867FollowersFollow
1,632FollowersFollow
WRC | Svezia: Elfyn Evans domina la prima tappa, Rovanperä terzo 3
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE