WRC | Rally di Ypres 2022, PS9-12: botta e risposta tra Tänak e Neuville

WRC
Federico Benedusi - 20 Agosto 2022 - 14:43

L’estone passa al comando ma poi accusa un problema alla trasmissione, il pilota di casa ringrazia, torna al comando e allunga; incidente senza conseguenze per Breen


Il duo Hyundai ha continuato ad offrire spettacolo nella primo giro di prove del sabato del Rally di Ypres. Ott Tänak è balzato al comando nella PS9 scavalcando Thierry Neuville di un solo decimo ma la sua gioia è durata poco, poiché già durante la PS10 neutralizzata per l’incidente di Craig Breen l’estone ha iniziato ad accusare un problema alla trasmissione e nelle successive due prove ha patito il colpo, scivolando a 16″2 dal compagno di squadra al termine della mattinata.

D’altro canto però bisogna evidenziare le eccezionali prestazioni del pilota di casa, che nella PS11 e nella PS12 ha marcato davvero la differenza rispetto all’intera concorrenza. Nella prova di Hollebeke, la più lunga del weekend, Neuville ha lasciato Elfyn Evans a 6″4 mentre Tänak ha pagato dieci secondi anche per i problemi di cui sopra, che lo hanno lasciato con una trazione integrale ad intermittenza sulla sua Hyundai.

L’inconveniente tecnico del campione del mondo 2019 è andato a vantaggio anche dello stesso Evans, riportatosi a 5″3 da Tänak e ora con qualche speranza in più di fermare il dominio Hyundai di questo fine settimana belga. Il gallese, in generale, è stato l’unico a poter davvero insidiare le i20 nella giornata e mezza fin qui trascorsa, al netto dell'”assenza” di Kalle Rovanperä, tornato in gara oggi con la formula Rally 2.

Esapekka Lappi è sempre più sicuro del suo quarto posto dopo l’uscita di scena di Breen nella PS10. L’irlandese ha perso il controllo della sua Ford in una curva a sinistra capottandosi a cavallo di un fossato in un incidente dalla dinamica simile rispetto a quello di Rovanperä di ieri mattina. Le avvisaglie riguardo l’insidiosità di quel punto le aveva già date Adrien Fourmaux, che pochi minuti prima di Breen aveva rischiato sorte analoga riuscendo però a scampare ad un grande impatto.

Dopo avere scalzato un Oliver Solberg non al top della forma, anche per problemi di assetto che al momento non riesce a risolvere, Fourmaux ha guadagnato così la quinta posizione seppur distante un minuto e 43 secondi da Lappi, con il quale stava invece duellando ieri mattina prima che l’acquazzone lo sorprendesse con gomme da asciutto.

Fuori dai giochi anche Gus Greensmith, che sempre nella PS10 ha colpito violentemente la zona posteriore sinistra della sua Ford. Con qualche riparazione il britannico è riuscito a proseguire fino al service park, pagando però diversi minuti sul terreno di gara: la classifica generale lo vede ora oltre la 30esima posizione. Takamoto Katsuta, in rimonta dopo i problemi al cambio di ieri, ha riguadagnato la zona punti concludendo il giro mattutino al settimo posto.

Forcing per Andreas Mikkelsen, riavvicinatosi pericolosamente alla prima posizione di Stéphane Lefebvre in WRC-2. L’inerzia si è totalmente capovolta rispetto alla prima giornata e il norvegese si è riportato a 4″6 di ritardo in quattro prove speciali. Nulla è cambiato invece alle spalle dei due battistrada, con Yohan Rossel ora più sicuro del terzo posto visti i 21 secondi accumulati su Grégoire Munster mentre Chris Ingram ha mantenuto la quinta piazza maturata in nottata con il ritiro di Jari Huttunen per problemi al motore.

Classe WRC-3 sempre dominata da Jan Černý che in quattro frazioni ha aumentato ulteriormente il suo margine su Zoltán László, ora lontano oltre sei minuti. Si è invece ritirato nuovamente Enrico Brazzoli, ripartito dopo l’incidente di ieri pomeriggio ma fermatosi nella PS10. Tra tutte le Rally3 sta invece continuando a brillare Sami Pajari, che ha portato a due minuti e 19 il suo vantaggio su Patrick Snijers.

I piloti sono ora attesi alla ripetizione delle frazioni mattutine, a partire dalle 15:13.

Classifica:

WRC | Rally di Ypres 2022, PS9-12: botta e risposta tra Tänak e Neuville

Immagine copertina: Red Bull