WRC | Rally di Sardegna 2022, PS1-5: duello per la leadership tra Tänak e Lappi, problemi per Neuville ed Evans

Un problema alla trasmissione attarda notevolmente il belga, mentre per la prima posizione Lappi resta in scia a Tänak nonostante una foratura; Rovanperä soffre da apripista


Un inizio molto combattuto per il Rally di Sardegna 2022. Nelle prime cinque prove speciali la situazione di classifica si è rimescolata in più occasioni, complice le difficili condizioni del terreno e la tanta polvere sollevata dalle prime vetture che specie nei primi passaggi delle prove di stamani ha tolto alle inseguitrici la possibilità di sfruttare una strada più pulita.

Dalla classifica del primo giro è emerso un duello per la prima posizione tra Ott Tänak ed Esapekka Lappi. L’estone è parso molto più tranquillo e soprattutto soddisfatto del comportamento della Hyundai i20 Rally1, a suo dire migliorata dal punto di vista telaistico e dunque più facilmente guidabile nelle tortuose serpentine sarde. Lappi è rimasto nella scia del campione 2019 nonostante una foratura patita negli ultimi chilometri della PS5: 3″7 di ritardo per il part-timer di Toyota, che ha segnato il miglior crono nella PS3.

Un duro e definitivo colpo per il campionato lo ha subito Elfyn Evans, che dopo lo scratch nella PS2 ha subito una perdita d’acqua durante la PS3 ed è stato costretto al ritiro. Il danneggiamento della pompa dell’acqua della Toyota #33 ha causato un repentino aumento della temperatura nel motore e lo stop è stato inevitabile, onde evitare problemi più gravi e ripartire eventualmente domani.

Il secondo kappaò tecnico della mattinata è quello di Thierry Neuville, che nella PS5 ha perso quasi un minuto e 50 dai tempi di riferimento per un’avaria alla trasmissione. Il belga stava duellando proprio con Kalle Rovanperä, condividendo con il finlandese il dover pulire la strada agli avversari, ed è di fatto uscito di scena riuscendo ad arrivare al traguardo della prova di Monti di Alà e Buddusò ma in una situazione di classifica piuttosto critica. Con due minuti da recuperare a Tänak, il fine settimana della seconda forza del campionato si preannuncia in grande salita.

Da battistrada, Rovanperä ha dovuto arrangiarsi nel migliore dei modi e su un terreno molto più scivoloso rispetto a quello incontrato dagli inseguitori ha portato a termine il giro mattutino in ottava posizione a 42″5 dal leader. Non sarà un rally facile nemmeno per l’attuale dominatore di questa stagione, ma portando a termine questa giornata senza problemi e sfruttando le defezioni di altri concorrenti potrebbe comunque garantirsi una buona posizione di partenza per domani.

Sono risalite alla ribalta intanto le Ford, nonostante qualche piccolo intoppo di percorso che ha impedito ai piloti del team M-Sport di occupare posizioni ancora migliori. Terza piazza per Pierre-Louis Loubet, a 8″9 da Tänak, con un bivio “steccato” nella PS3 a fronte di riferimenti cronometrici davvero ottimi, quarto è un Craig Breen che nella PS4 ha rischiato di investire alcuni spettatori attraverso le reti di protezione all’esterno di un altro bivio, mentre Adrien Fourmaux è al momento sesto dopo avere subito a sua volta una foratura nella PS5. Molto più attardato Gus Greensmith, autore di una piccola ma costosa uscita di strada nella PS3 e distante due minuti dal comando della graduatoria.

Quinta posizione per Daniel Sordo, partito con prudenza ma poi autore del miglior crono sia nella PS4 che nella PS5 e risalito a 14″6 dal compagno di squadra Tänak, mentre Takamoto Katsuta ha portato a termine il programma della mattina al settimo posto con un distacco di 41″2 e tutte le difficoltà provocate dalla sua terza posizione di partenza.

Situazione ancora in divenire per quanto riguarda il WRC-2, guidato da Andreas Mikkelsen con un margine di 4″8 su Yohan Rossel e 10″5 su Nikolay Gryazin. Il pilota Škoda è partito con grande determinazione e voglia di riscatto dopo lo zero patito in Portogallo ma il leader del mondiale cadetto ha dato la sua risposta seguendo le sue orme sin da subito, al volante della Citroën C3 Rally2. Gryazin è seguito nell’ordine da Jari Huttunen, Chris Ingram e Teemu Suninen, tutti separati da gap irrisori l’uno dall’altro.

Tra le WRC-3 il passo è attualmente dettato da Ján Černý, con divari stranamente risicati per una categoria che di solito propone grandi gap tra i suoi partecipanti. Diego Domínguez segue il ceco a 38″5, mentre Enrico Brazzoli è terzo a 40″8 e sempre a caccia di punti importanti per la classifica.

Il giro pomeridiano di questo venerdì proporrà un doppio passaggio sulle prove di Osilo – Tergu e Sedini – Castelsardo. Alle 15:18 le strade del Rally di Sardegna torneranno ad infiammarsi.

Classifica:

Indycar | Detroit 2022 | Anteprima dell'ultima a Belle Isle

Immagine copertina: Red Bull

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS