WRC | Rally di Polonia 2024: Rovanperä torna alla vittoria, Tänak mattatore della domenica

WRC | Rally di Polonia 2024: Rovanperä torna alla vittoria, Tänak mattatore della domenica

WRC
Tempo di lettura: 4 minuti
di Federico Benedusi @federicob95
30 Giugno 2024 - 16:16
Home  »  TopWRC

Punti pesanti per l’estone, che tra terza tappa e Power Stage rimedia parzialmente al ritiro di venerdì, Evans recupera su Neuville

Netta vittoria per Kalle Rovanperä nel Rally di Polonia che ha segnato il giro di boa di un WRC 2024 ancora alquanto nebuloso nella corsa al titolo mondiale. La corsa per il successo finale si è esaurita in breve tempo nel corso della terza e ultima tappa, a causa della foratura patita da Andreas Mikkelsen nella PS16, e il due volte campione del mondo non ha avuto problemi a raggiungere il suo successo numero 13 in carriera, il secondo di questa stagione.

Protagonista assoluto del “Super Sunday” è stato invece Ott Tänak, che pur con tutto il rammarico per il cervo che lo ha costretto subito al ritiro venerdì è stato di gran lunga il più veloce nel complesso delle quattro prove speciali della domenica, aggiungendo altri quattro punti nella Power Stage per completare un bottino di 11 tutto sommato positivo alla luce delle premesse.

Con l’uscita di scena di Mikkelsen, sprofondato al sesto posto ma comunque ritrovato e finalmente competitivo al volante della Hyundai i20, il podio del rally è stato completato da Elfyn Evans e Adrien Fourmaux. Sfortuna anche oggi per il gallese, rallentato da una foratura nella Power Stage che gli ha tolto la possibilità di marcare qualche punto extra oltre ad impedirgli di andare oltre la quarta posizione di giornata; ennesima grande performance, invece, per il capitano del team Ford M-Sport che insieme al terzo podio stagionale ha raggiunto analogo posizionamento nel “Super Sunday”.

Soddisfazione personale anche per Thierry Neuville al termine di un weekend difficile, segnato da una posizione di partenza sfavorevole nella prima tappa che ha avuto riflesso anche nelle successive: il belga si è aggiudicato la Power Stage precedendo il compagno di squadra Tänak, mettendo in cassaforte cinque punti oltre ai tre di giornata. Nel computo del rally, Evans ha rosicchiato tre punti al capoclassifica grazie anche ai tre decimi rimasti a vantaggio del pilota Toyota con l’inconveniente nell’ultima prova.

Top 5 al debutto nella categoria principale per Martinš Sesks, che in Polonia ha dato prova di grande talento e maturità su una vettura chiaramente meno performante rispetto alle Rally1 ibride. Il lettone sarà ora chiamato alla conferma sulle strade di casa al volante di una Puma dotata di unità ibrida, ma le basi sembrano già essere di grande spessore per il vice-campione europeo in carica.

Il mondiale 2024 resta aperto e in due rally Neuville ha perso metà del margine guadagnato in Portogallo rispetto ad Evans. Il belga guida con 136 punti contro i 121 di Evans e i 115 di Tänak, che oggi ha posto ottimo rimedio ad un fine settimana potenzialmente disastroso. In classifica costruttori si è leggermente ridotto il divario tra Hyundai e Toyota, con il team sudcoreano a +10 rispetto ai rivali nipponici.

Seconda vittoria consecutiva in WRC-2 per Sami Pajari, mattatore di tutto il rally e trionfatore con un margine di sicurezza sugli avversari. Alle spalle della Toyota del finlandese si è collocato Oliver Solberg, staccato di 22 secondi netti, mentre per il terzo gradino del podio è andato in scena addirittura un confronto a sei piloti nella frazione finale: l’ha spuntata Robert Virves, che per sei decimi ha preceduto il connazionale estone Georg Linnamäe e Pierre-Louis Loubet, mentre Nikolay Gryazin è precipitato da terzo a sesto a causa di una foratura sulla sua Citroën.

Pajari e Solberg hanno tratto pressoché il massimo dal loro quarto rally a disposizione ma in testa alla classifica cadetta è rimasto Yohan Rossel, che ha 71 punti contro i 68 del finlandese e i 61 dello svedese. Passo falso soprattutto per Gus Greensmith, solamente nono al termine di un fine settimana molto sofferto e sfortunato.

Il sogno di Jakub Matulka si è infranto nell’ultima tappa e Diego Domínguez jr ha ribaltato la classifica del WRC-3, aggiudicandosi la terza vittoria consecutiva e concludendo così la sua stagione nella categoria dedicata alle vetture Rally3. Matulka ha concluso a 2″8 dal paraguayano precedendo invece Nataniel Bruun, terzo davanti alla Renault di Mattéo Châtillon e a Jan Černý, il cui weekend è stato compromesso da un incidente nella giornata di venerdì.

Domínguez ha concluso i cinque rally a sua disposizione con 75 punti e ora potrà dedicarsi solo al mondiale junior, osservando al contempo i suoi avversari per la terza categoria. Sicuramente Châtillon e Černý non potranno impensierire il paraguayano, con un gettone ancora da spendere ma più di 25 punti di distacco.

Il prossimo appuntamento con il WRC è per il weekend del 21 luglio con una new entry assoluta del calendario mondiale, il Rally di Lettonia.

Power Stage:

Classifica Super Sunday:

Classifica finale:

Campionato piloti:

Campionato costruttori:

Immagine copertina: Toyota Gazoo Racing WRT on X, Adrien Fourmaux on X, Sami Pajari on X

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live