WRC | Rally di Polonia 2024, PS1-8: Mikkelsen comanda nella prima tappa, Sesks sorprende

WRC | Rally di Polonia 2024, PS1-8: Mikkelsen comanda nella prima tappa, Sesks sorprende

WRC
Tempo di lettura: 5 minuti
di Federico Benedusi @federicob95
28 Giugno 2024 - 20:17
Home  »  WRC

Quinta posizione per il lettone sulla Ford non-ibrida, il norvegese torna al vertice ma la classifica è ancora molto serrata

La prima tappa del Rally di Polonia è andata in archivio con una classifica davvero corta, complice anche il repentino miglioramento delle condizioni delle prove speciali al passaggio dei piloti. I leader della classifica mondiale hanno vissuto una giornata complicata, mentre nelle retrovie si è scatenata un’autentica bagarre che è arrivata al termine della PS8 con cinque piloti in meno di otto secondi.

Prima di arrivare alla cronaca del venerdì, però, bisogna sottolineare come a distanza di sette anni nulla sembri essere cambiato nei dintorni di Mikołajki. Ben due delle sette prove speciali in programma oggi, infatti, sono state neutralizzate per la presenza di spettatori in zone non consentite e questo penalizzerà senza dubbio l’organizzazione della corsa agli occhi della FIA e di WRC Promoter, i quali a fine 2017 esclusero il Rally di Polonia dal calendario iridato proprio per questa ragione.

Per quanto concerne la più stretta attualità, non sono mancate le sorprese nella prima tappa. Al comando della classifica c’è il redivivo Andreas Mikkelsen, che nella PS2 ha concluso un digiuno di ben 1728 giorni dall’ultimo scratch iridato risalente al Rally del Galles 2019. Il norvegese si è goduto una giornata di gloria in un momento di impellente necessità, dopo un paio di rally alquanto deludente al volante della Hyundai che sta guidando questo campionato, mettendosi in pole position nella corsa ai punti del sabato.

Come detto, tuttavia, la classifica generale è decisamente serrata. Ad 1″8 dalla i20 Rally1 #9 c’è infatti Kalle Rovanperä, prelevato da casa per sostituire l’infortunato Sébastien Ogier ma entrato velocemente in clima gara dopo una mattinata cauta. Perfetta la strategia Toyota, che ha lasciato il finnico alle spalle di Elfyn Evans fino alla PS7 per permettere al gallese di partire in una posizione più favorevole domani, ma al termine della seconda superspeciale nell’arena di Mikołajki è stato proprio il campione del mondo a portarsi in piazza d’onore.

Molto positiva la prima tappa di Evans, secondo al via per tutta la giornata dopo lo stop di Ott Tänak ma comunque capace di pareggiare i cronologici dei piloti alle sue spalle. Con appena due secondi di distacco da Mikkelsen e Rovanperä altresì in gioco, quella che si è venuta a creare oggi è una situazione a dir poco perfetta per il team Toyota, in debito di punti rispetto alla rivale Hyundai in entrambe le graduatorie iridate.

E arriviamo all’unica defezione tra le Rally1, appunto quella di Tänak. Dopo il miglior tempo nella superspeciale d’apertura, la gara dell’estone è durata pochi chilometri nel corso della PS2: la Hyundai #8 ha infatti impattato contro uno sventurato cervo riportando danni non riparabili sul posto. Proprio quando il campionato di Tänak sembrava essersi raddrizzato, ecco una battuta d’arresto che lo costringerà ad assistere da spettatore alla corsa per la vittoria con la calcolatrice a portata di mano per tirare le somme a fine weekend.

Gloria anche per il marchio Ford, tuttora in corsa per la vittoria sia con Adrien Fourmaux sia con un Martinš Sesks in formato eroe. Quarta posizione a 7″5 dalla leadership per il francese, ancora una volta autore di prestazioni molto costanti e proprietario del miglior tempo nella PS7 prima della neutralizzazione; il lettone si è invece reso protagonista di un venerdì da leone al volante della Puma non-ibrida, chiudendo il primo giro di prove al secondo posto e mantenendo il passo dei top drivers anche nel corso del pomeriggio per terminare a 7″7 da Mikkelsen. Le elevate medie orarie delle prove speciali della prima tappa non hanno eccessivamente sfavorito la vettura non-ibrida, la quale carica comunque una zavorra che a livello di peso va a compensare l’assenza dell’unità elettrica standard.

Anche se più staccato dai leader, Grégoire Munster si è tolto la soddisfazione di precedere a fine giornata Thierry Neuville e Takamoto Katsuta, i due piloti decisamente più in difficoltà quest’oggi. Il capoclassifica iridato ha dovuto pulire la strada agli avversari e il cronometro ne ha logicamente risentito, lasciandolo in settima posizione a 29″8 dalla Hyundai gemella al comando, ma la crisi del nipponico di casa Toyota (insieme ovviamente al ritiro di Tänak) ha quantomeno tolto il belga dalla scomoda posizione di apripista per domani.

Nella classe WRC-2 è duello al vertice tra il giovane nordico Sami Pajari e l’idolo di casa Kajetan Kajetanowicz, che spinto dal proprio pubblico ha concluso la prima tappa a 8″9 dalla Toyota del finlandese. In terza piazza si è ancora una volta confermato l’astro nascente Joshua McErlean, anche se alle sue spalle la classifica è strepitosamente serrata con la top 10 che si completa a nemmeno 25 secondi di ritardo dall’irlandese. Non è stata positiva la giornata di Oliver Solberg, la cui parola d’ordine per descrivere le prove speciali affrontate in questo venerdì è stata “scivoloso”, in ogni condizione e posizione: urgeranno modifiche alla sua Škoda, perché a leggere la classifica attuale il rischio di perdere molti punti in questo weekend appare elevato.

Risultato decisamente differente rispetto ai pronostici anche in WRC-3, categoria guidata al momento dal polacco Jakub Matulka con una ventina di secondi di vantaggio su Diego Domínguez jr e più di 30 sul boliviano Nataniel Bruun. Mattéo Châtillon è quarto alla guida della Renault Clio, mentre Jan Černý è sesto a ben cinque minuti dalla leadership dopo avere colpito un albero fuori strada durante il giro mattutino.

La seconda tappa, in programma domani, si snoderà su sette prove speciali per un totale di 124 chilometri. Alle 8:30 il via della prima frazione.

Classifica:

Immagine copertina: wrc.com

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live