WRC | Rally di Monza, Greensmith: “Passeggero di un aquaplaning a 155 km/h”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Seguono le dichiarazioni di Gus Greensmith dopo il Rally di Monza


La stagione 2020 di Gus Greensmith si è conclusa con un ritiro… doppio. Fuori nella prima tappa dopo un incidente nella PS3, il Rally di Monza del britannico ha trovato la sua fine nella terrificante PS10, quando la Ford Fiesta #44 si è capottata rovesciandosi poi in un fosso dopo essere finita contro un guardrail.

Nessun problema fisico per pilota e copilota ma il botto di Selvino, pur con tutte le attenuanti del caso dovute alle condizioni estremamente mutevoli, è andato ad aggiungersi ad una lista di incidenti già piuttosto lunga. Pur essendo apprezzabili i miglioramenti prestazionali di Greensmith, non è l’ideale per un team in difficoltà economiche come M-Sport.

“Una volta preso il ritmo e il passo, le cose stavano andando bene. Tutto è cambiato sabato pomeriggio, siamo passati dall’avere un buon grip ad un aquaplaning sul nevischio a 155 km/h. Con un simile cambio di condizioni a quella velocità, diventi un passeggero. Fortunatamente sia io che Elliott Edmondson siamo ok, ci dispiace per il team. È stato un cambiamento di condizioni troppo immediato e non abbiamo potuto fare nulla. Un peccato per tutti i ragazzi e le ragazze di M-Sport, che hanno lavorato duramente per tutto l’anno”.

Immagini: Red Bull

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

P300 MAGAZINE

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE