WRC | Rally di Montecarlo 2023, PS12-14: Ogier mantiene il comando ma Rovanperä si riporta a 16 secondi!

WRC
Tempo di lettura: 3 minuti
di Federico Benedusi @federicob95
21 Gennaio 2023 - 19:28
Home  »  WRC

Il francese non evita rischi nel giro pomeridiano, ma ora l’iridato in carica è più minaccioso; Neuville interrompe l’egemonia Toyota e respinge gli attacchi di Evans

Il lungo pomeriggio del sabato del Rally di Montecarlo 2023 si è concluso con una spettacolare prova speciale in notturna tra Ubraye ed Entrevaux e la situazione di classifica si è in parte riaperta tra Sébastien Ogier e Kalle Rovanperä, ora distanziati da appena 16 secondi.

Il pilota francese ha deciso di non prendersi rischi eccessivi, memore sicuramente di quanto accaduto lo scorso anno, ma d’altro canto il campione del mondo in carica non ha mollato la pressione sul compagno di squadra prendendosi 14 secondi in appena tre prove speciali. Per quanto la situazione appaia sempre in controllo per Ogier, la mattinata di domani si preannuncia quantomeno intensa.

Thierry Neuville ha interrotto l’egemonia Toyota mettendo a referto i primi due scratch del 2023 per il team Hyundai, nella PS12 e nella PS13. Il belga ha rialzato la testa in un momento decisivo, proprio quando Elfyn Evans sembrava pronto a sferrare un attacco decisivo per il terzo gradino del podio: il vincitore del “Monte” 2020 ha superato il gallese in tutte e tre le prove pomeridiane rispedendolo a 24″5 di ritardo e garantendosi un margine di maggiore sicurezza in vista delle frazioni domenicali.

Su una superficie più sporca e scivolosa rispetto a questa mattina Evans non si è trovato a suo agio e probabilmente anche l’usura delle gomme ha giocato un ruolo importante. Per quanto il #33 del team Toyota possa recriminare per la foratura che ha cambiato volto al suo rally ieri, bisogna rendere onore a Neuville per avere imposto un ritmo eccezionale a questo pomeriggio battendosi al massimo contro le più competitive Yaris.

Quinto posto quasi al sicuro per Ott Tänak, scivolato a 41 secondi da Evans ma ormai in “cruising mode” verso il traguardo finale al suo ritorno in Ford dopo sei anni. L’estone vanta un gap quasi analogo su Takamoto Katsuta, che ha ben distanziato a sua volta le Hyundai di Daniel Sordo ed Esapekka Lappi.

Tutto sembrava pronto per il sorpasso del finlandese sullo spagnolo, ma una foratura nella PS12 ha contribuito in maniera decisiva a mantenere invariata la situazione di classifica; Lappi si è riportato comunque a 2″6 da Sordo approfittando dei persistenti problemi all’ibrido sulla vettura #6, tuttavia l’impressione è che abbia perduto un’occasione irripetibile per guadagnare una posizione in questo difficile debutto con la squadra di Alzenau.

Classifica riaperta anche in WRC-2 proprio a causa dell’inconveniente che Ogier ha cercato di evitare con tutte le sue forze. Nella conclusiva PS14, infatti, Nikolay Gryazin ha riportato una foratura vanificando gran parte del vantaggio accumulato su Yohan Rossel in quasi due giornate intere: i due si giocheranno la vittoria nella classe cadetta domani, ripartendo da una differenza di 15″2 sempre a favore del russo. Al termine di una serie di botta e risposta, Pepe López ha nuovamente avuto ragione di Stéphane Lefebvre nell’ultima frazione del giro riconquistando il terzo posto con 2″9 sul francese. Erik Cais ha invece strappato il quinto posto ad un Adrien Fourmaux lontano parente anche di quello che quattro anni fa si svelò al mondo proprio in questo rally e in questa stessa categoria.

Un doppio giro di due prove speciali concluderà domani la 91esima edizione del Rally di Montecarlo, per un totale di appena 68 chilometri scarsi ancora in programma. L’azione riprenderà alle ore 7:57.

Classifica:

WRC | Rally di Montecarlo 2023, PS12-14: Ogier mantiene il comando ma Rovanperä si riporta a 16 secondi!

Immagine copertina: Red Bull