WRC | Rally di Catalunya 2022, PS5-8: duello tra Ogier e Rovanperä, il francese comanda a fine tappa

di Federico Benedusi @federicob95
21 Ottobre 2022 - 19:27

I due piloti Toyota si dividono le vittorie parziali nel pomeriggio, Ogier guida con 4″8 di margine; indietreggiano le Hyundai, foratura per Evans


Uno dei grandi motivi di interesse per questo finale di stagione del WRC era la possibilità di un duello tra il nuovo campione del mondo Kalle Rovanperä e l’iridato uscente Sébastien Ogier, leggenda di questo sport ancora in attività part-time. Il secondo giro della prima tappa del Rally di Catalunya 2022 ha finalmente proposto questo appassionante uno contro uno che per oggi è terminato in sostanziale parità, anche se c’è ancora molta strada da percorrere sull’asfalto della Costa Daurada.

Ogier e Rovanperä si sono divisi equamente le quattro prove speciali disputate e il francese ha terminato la giornata del venerdì al comando, con un margine di 4″8 sul finlandese. Lo scontro in casa Toyota però è appena cominciato e i due possibili giudici esterni hanno perduto terreno nel corso del pomeriggio.

Risolta la perdita d’olio che aveva fatto temere per il peggio al termine della mattinata, Thierry Neuville non è comunque riuscito a confermare le prestazioni del primo giro di prove. Il feeling sull’asfalto già sporcato dai primi passaggi non ha pareggiato quello delle prime quattro prove, su una superficie più pulita, e il belga è scivolato terzo a 12″5 da Ogier.

Neuville che comunque ha svettato, almeno momentaneamente, nel duello in casa Hyundai con Ott Tänak. In generale la vettura #11 è parsa leggermente più competitiva della #8, ma ad aprire la vera forbice tra i due alfieri di Alzenau ci ha pensato un secondo guasto all’ibrido sulla i20 Rally1 dell’estone, che nella PS8 ha pagato poco più di tre secondi al compagno di squadra concludendo la giornata a 7″5 dal podio.

Si è ulteriormente scavato anche il solco tra i primi quattro e il resto del gruppo, con Elfyn Evans che ha pagato una pesante foratura negli ultimi cinque chilometri della PS7. Anche il suo diretto inseguitore Daniel Sordo ha vissuto sorte simile, ma il pilota spagnolo è risultato molto meno danneggiato rispetto al gallese soffiandogli la quinta posizione. Sordo paga mezzo minuto a Tänak ed Evans lo segue a dieci secondi.

In lotta per la quinta piazza è rientrato Craig Breen, che insieme a tutto il team Ford ha optato per cinque gomme dure in questo pomeriggio senza però smuovere la complicata situazione emersa in mattinata. L’irlandese ripartirà domani con un piccolo vantaggio di pulizia del percorso e con 2″5 da recuperare su Evans.

In progressione Takamoto Katsuta, che dopo una prima tornata deludente si è riscattato avvicinandosi in maniera molto concreta ai tempi dei piloti migliori. Il pomeriggio del quarto pilota Toyota è stato però rovinato da una foratura nella prova di Les Garrigues Altes che ha tradito anche Evans e Sordo e che di fatto gli è costata una posizione. Completa la classifica delle Rally1 la triade di Ford composta da Adrien Fourmaux, Gus Greensmith e Pierre-Louis Loubet, quest’ultimo tornato in gara dopo il principio di incendio che sembrava averlo costretto al ritiro al termine della PS4.

Situazione invariata per quanto riguarda la top 3 della categoria WRC-2. Teemu Suninen ha ampliato il suo vantaggio su Nikolay Gryazin concludendo la prima giornata in vantaggio di 12″7 sul pilota russo del team Škoda Toksport, mentre Yohan Rossel non è riuscito a riprendere ritmo dopo la foratura della mattinata fermandosi a 16″7 dalla leadership. La quarta piazza è passata a Jari Huttunen a seguito del ritiro di Alejandro Cachón e in sesta si è riportato un eccezionale Emil Lindholm, che dopo i problemi patiti nella PS2 aveva terminato le prove mattutine addirittura al 14° posto. Il rally difficile di Kajetan Kajetanowicz è invece proseguito con un pericoloso testacoda ad alta velocità e una conseguente uscita di strada nella PS6: il polacco è ora sesto.

Si è ribaltata la situazione in WRC-3: Lauri Joona ha strappato la prima piazza a Jan Černý nella PS6 e ora guida la classe Rally3 con un margine di 18 secondi sul ceco, suo avversario diretto nella lotta per il titolo. Terza posizione sempre appannaggio del paraguayano Diego Domínguez, lontano quasi due minuti dalla vetta.

Il programma del sabato catalano prevede tre prove speciali da ripetere due volte, con la superspeciale di Salou a chiudere le ostilità per un totale di 118 chilometri. Alle 8:44 il primo semaforo verde di giornata.

Classifica:

WRC | Rally di Catalunya 2022, PS5-8: duello tra Ogier e Rovanperä, il francese comanda a fine tappa

Immagine copertina: Red Bull