WRC | Rally del Giappone, PS8-14: Neuville scavalca Evans, Rovanperä sbatte

di Federico Benedusi @federicob95
12 Novembre 2022 - 10:04

Duello sul filo del secondo per la vittoria finale, il campione del mondo perde minuti nel giro mattutino e Tänak sale sul podio

Un finale di stagione da fuochi d’artificio per il WRC, in un Rally del Giappone che si deciderà nella tappa finale con un testa a testa tra Thierry Neuville ed Elfyn Evans separati da quattro secondi. Il gallese aveva aumentato il suo margine nel giro mattutino della seconda tappa, ma il belga ha risposto con gli interessi in un pomeriggio formidabile rovesciando le sorti della corsa.

La seconda giornata è partita proprio nel segno di Evans, autore del miglior tempo nella PS8 inaugurale e portatosi fino a 6″5 di vantaggio al termine delle tre frazioni della mattina. Nelle due prove “vere” del pomeriggio, tuttavia, Neuville ha recuperato 2″6 su Nukata Forest e soprattutto 5″9 su Lake Mikawako prima di togliere altri due secondi nell’unico passaggio sulla superspeciale di Okazaki dopo la cancellazione del primo. L’ultima domenica di questa stagione, quindi, proporrà un singolare ma non inedito duello tra i due principali delusi del 2022 rallistico.

Si è chiamato fuori dalla battaglia il campione del mondo Kalle Rovanperä, che ha compromesso il suo rally sbattendo nella PS8. L’impatto ha danneggiato una ruota della sua Toyota Yaris e un ulteriore colpo ad un cerchione rimediato nella PS9 ha praticamente obbligato il #69 a percorrere la PS10 a velocità di crociera per non compromettere irrimediabilmente la vettura; un paio di ritardi ai controlli orari sono costati un minuto e 40 secondi di penalità oltre ai forti distacchi rimediati nella PS8 e nella PS10, pertanto il finlandese ha concluso la giornata all’11° posto dopo avere scavalcato la Škoda Rally2 di Heikki Kovalainen nel pomeriggio. La zona punti dista 45″2 ma ormai la possibilità di chiudere una stagione trionfale con un altro ottimo risultato è svanita.

Sul podio virtuale è dunque salito un Ott Tänak assolutamente deciso a non forzare la mano al suo ultimo rally con Hyundai. L’estone sta salvaguardando il secondo posto in classifica di campionato, con un ampio ritardo di 39″9 da Neuville e un buon margine di sicurezza su chi segue. La volontà è quella di chiudere senza problemi un sodalizio difficile e l’andamento di questo weekend suggerisce che il campione del mondo 2019 non prenderà rischi inutili.

Quarto Takamoto Katsuta, che approfittando delle défaillance altrui ha conquistato una buona posizione di classifica senza però brillare particolarmente sulle strade di casa. Pur conoscendo gran parte dei percorsi affrontati da questo rally, il quarto pilota Toyota non ha trovato il giusto feeling di guida con la sua vettura rimediando costantemente distacchi ampi, eccezion fatta per la breve prova di Shinshiro che ha chiuso il primo giro. Il ritardo da Neuville ammonta a un minuto e quattro secondi e mezzo.

Protagonista di giornata è stato Sébastien Ogier, con tre scratch su sei prove corse. Il campione uscente ha dato spettacolo essendosi ritrovato in una posizione tale da non avere nulla da perdere, dopo la foratura di venerdì mattina, e i formidabili tempi segnati in sequenza hanno sicuramente aumentato il rammarico per un’altra possibile vittoria sfumata senza grosse colpe. L’otto volte iridato ha nel frattempo superato Gus Greensmith, che ha patito problemi di servosterzo in mattinata ritornando sesto dopo avere brevemente occupato la quinta piazza.

Pochi chilometri separano Emil Lindholm dalla conquista del titolo mondiale WRC-2. Dopo una prima giornata prudente, il finlandese del team Škoda Toksport ha impiegato appena una prova per liberarsi di Teemu Suninen e Sami Pajari e durante tutto il resto del sabato ha costruito un margine di sicurezza per poter affrontare le ultime prove senza troppi rischi. Pajari “copre le spalle” al connazionale con un ritardo di 47″6, mentre Suninen è caduto al quarto posto dopo avere rimediato anche una penalità di 50 secondi all’inizio del giro pomeridiano. Il podio di categoria, anche se con un vantaggio di soli 2″2 da difendere, è per ora appannaggio di Grégoire Munster. Buon risultato per il già citato Kovalainen, quinto davanti a diversi protagonisti abituali del WRC-2.

L’ultima giornata del WRC 2022 consisterà di poco meno di 70 chilometri, divisi in cinque prove speciali. Poco dopo la mezzanotte italiana prenderà il via la PS15, mentre la Power Stage è in programma per le ore 6:18 nostrane.

Classifica:

WRC | Rally del Giappone, PS8-14: Neuville scavalca Evans, Rovanperä sbatte

Immagine copertina: Red Bull