WRC | Rally dell’Acropoli 2022, PS8-10: problemi per Loeb, Loubet e Rovanperä, Neuville balza al comando

Federico Benedusi - 10 Settembre 2022 - 12:15

Sabato mattina da colpi di scena a ripetizione, “saltano” le due Ford e Neuville ne approfitta: ora è primo con grande margine


Sono bastati pochi chilometri nella seconda giornata del Rally dell’Acropoli 2022 per cancellare totalmente quanto accaduto nella tappa del venerdì. Il momento di gloria del team Ford M-Sport si è spento nel giro di una manciata di minuti, con Sébastien Loeb fermato da un problema all’alternatore poco dopo la fine della PS8 e Pierre-Louis Loubet colpito da una foratura nella PS9, dunque è toccato a Thierry Neuville ereditare la posizione di leader della corsa e pure con un vantaggio considerevole, al termine di un giro mattutino formidabile.

Impostosi nelle prove di Perivoli e Tarzan, il pilota Hyundai si è improvvisamente ritrovato in una situazione di totale vantaggio. A parità di condizioni di terreno il sorpasso su Esapekka Lappi è risultato piuttosto facile e il finlandese è stato ben presto raggiunto anche da Ott Tänak, vincitore autoritario nella lunga frazione di Pyrgos e capace di prendersi anche il secondo posto prima di trovare il moto d’orgoglio del pilota Toyota, terzo nella PS10 e di nuovo proprietario della piazza d’onore assoluta con 1″3 sul campione del mondo 2019.

Ad ampliare il raggio dei colpi di scena di questa mattinata ci ha pensato anche Kalle Rovanperä, clamorosamente incappato nel secondo incidente consecutivo nel corso della PS9. Il finlandese si è intraversato in una curva a destra impattando contro un albero e danneggiando la sospensione posteriore sinistra. Disperato il tentativo di completare il giro mattutino con una prova e mezza su tre ruote per arrivare al service park e non dover scontare la regola Rally2, obiettivo alla fine centrato seppur con un passivo di oltre dieci minuti.

In quarta posizione è risalito dunque Daniel Sordo, che ha proseguito su un passo costante ma non eccezionale come nella giornata di ieri. Molto faticosa la rimonta di Elfyn Evans, che sta pagando le due posizioni perse nell’ultima prova di ieri con un fondo più scivoloso e ghiaiato rispetto agli avversari che deve cercare di raggiungere; il gallese è riuscito comunque a superare Gus Greensmith, incredibilmente miglior pilota Ford in classifica dopo quanto accaduto stamani, prendendosi la quinta piazza.

Loubet è scivolato in settima posizione con una Puma visibilmente segnata dallo scoppio dell’anteriore sinistra nella PS9. Il francese avrà ancora il giro del pomeriggio a disposizione per recuperare terreno, ma Greensmith ha un vantaggio di 22 secondi e non sarà facile chiudere il gap per il sesto posto. Ottavo Craig Breen, che ha approfittato di un errore di Takamoto Katsuta nella PS9 per prendersi una posizione nell’economia delle vetture Rally1.

Emil Lindholm, ora decimo assoluto, ha confermato la sua leadership nella classe WRC-2, mentre il suo primo inseguitore Nikolay Gryazin ha perso terreno una prova dopo l’altra scivolando addirittura quarto. Nella categoria cadetta è ora doppietta finlandese con il secondo posto ereditato da Teemu Suninen, che ha rosicchiato qualche secondo sul connazionale al comando portandosi a 23″4 di ritardo. Terzo gradino del podio momentaneo per Yohan Rossel, anche lui a caccia di punti fondamentali per la corsa al titolo cadetto dopo l’incidente di Andreas Mikkelsen nella superspeciale di giovedì.

I quasi due minuti persi da Jon Armstrong nella prova finale di ieri hanno dato respiro a Robert Virves, che ora conduce con margine di sicurezza nel JWRC e naturalmente si trova nella posizione di favorito per la vittoria del titolo. Sami Pajari è tornato in gara questa mattina facendo en-plein di scratch, mentre Lauri Joona è sempre quarto e con un enorme ritardo da William Creighton. L’irlandese ha conservato la prima posizione tra le WRC-3 con oltre un minuto e 40 secondi di vantaggio su Diego Domínguez.

Dalle 13:33 italiane partirà la ripetizione delle tre prove di questa mattina.

Classifica:

WRC | Rally dell'Acropoli 2022, PS8-10: problemi per Loeb, Loubet e Rovanperä, Neuville balza al comando

Immagine copertina: Red Bull