WRC | Rally dell’Acropoli 2022, PS5-7: Loubet illude, Loeb è il riferimento al termine della prima giornata

Federico Benedusi - 9 Settembre 2022 - 18:30

Due scratch di fila per il giovane francese, che poi deve nuovamente cedere il passo ad un eccezionale Loeb nella PS7; Tänak sesto senza ibrido, Rovanperä nono


La prima, lunga (soprattutto per l’assenza di service park) tappa del Rally dell’Acropoli 2022 si è conclusa con Sébastien Loeb di nuovo al comando, dopo la sfuriata di un eccezionale Pierre-Louis Loubet nelle prime due frazioni di questo pomeriggio e un contemporaneo errore del nove volte iridato nella PS5. Il giovane francese del team Ford ha messo a segno i primi due scratch della sua carriera nel WRC, contando naturalmente solo le classifiche assolute, ma Loeb si è rifatto alla grande nella prova conclusiva di Bauxites rifilando dieci secondi netti al connazionale e compagno di squadra, che ha avuto problemi di freni e servosterzo.

Dopo due frazioni di maggiore risparmio, al termine delle quali aveva ceduto il passo anche a Esapekka Lappi, Loeb è tornato al comando della classifica concludendo questo venerdì con 1″7 su Loubet e 8″7 su Lappi, che a sua volta ha ben sfruttato le buone condizioni di terreno con cui si è dovuto misurare oggi. Come prevedibile, in condizioni di tempo soleggiato le strade greche si sono rivelate impossibili per i leader della classifica mondiale.

Dal quarto posto di partenza, Thierry Neuville ha terminato la prima tappa in egual posizione a 16 secondi netti da Loeb. Sicuramente il belga del team Hyundai è il pilota che meglio si è difeso in condizioni avverse e domani potrà dare una caccia molto più organizzata al podio ma anche ad una vittoria che manca da quasi un anno pieno.

Neuville precede le altre due i20 Rally1 di Daniel Sordo, non molto competitivo su un fondo che invece avrebbe potuto portarlo in posizione migliore, e Ott Tänak, rimasto senza ibrido per tutto il pomeriggio dopo l’avaria patita nella PS4. Nonostante il difetto di potenza extra derivante dall’unità elettrica, il campione del mondo 2019 si è ben distinto su Bauxites segnando il terzo tempo e staccando con forza tutti i piloti partiti attorno a lui. Il passivo da Loeb è di 31″1.

Giornata deludente anche per Elfyn Evans, che non è riuscito a trovare un buon compromesso con la terza posizione di partenza che non rendeva ancora sufficientemente veloce il campo di gara. Nell’ultima prova il gallese di Toyota è stato scavalcato sia da Tänak che da Gus Greensmith, perdendo due posizioni che domani avrebbero fatto tanto comodo nell’ottica di una possibile rimonta. L’estone e il britannico sono vicini, ma domani la Toyota #33 partirà loro davanti.

Si è concluso in nona posizione il venerdì da incubo di Kalle Rovanperä, del tutto impossibilitato a giocarsi le proprie carte da apripista. Il finlandese ha cercato in ogni modo di limitare i danni, ma il gap è di oltre un minuto nonché di 33 secondi da Evans che lo precede: le giornate di sabato e domenica trascorreranno nella perenne speranza di recuperare posizioni grazie a disavventure altrui, intanto domani il leader del campionato partirà quarto.

Delusione di giornata è il decimo posto di Takamoto Katsuta, mai a suo agio con lo scivoloso fondo dell’Acropoli, mentre Craig Breen ha recuperato l’11esima posizione dopo la foratura di stamani. Ad aprire la fila delle Rally1 domani sarà invece il pilota locale Jourdan Serderidis.

Netto dominio tra le WRC-2 per Emil Lindholm, che ha accumulato ben 30″5 su Nikolay Gryazin nel contesto della prima tappa. Passato in sordina per diversi rally, il finlandese potrebbe clamorosamente rientrare nella corsa iridata vincendo in Grecia con qualche punto bonus per la Power Stage, dunque le prossime due giornate saranno parecchio importanti anche per il figlio e nipote d’arte. Teemu Suninen si è invece appropriato del terzo posto scavalcando Yohan Rossel, molto meno a suo agio rispetto a quanto di prestazionalmente positivo visto nello sfortunato weekend del 2021.

Nella corsa al titolo JWRC è arrivato il cambio di fronte tra Robert Virves e Jon Armstrong, con l’estone che ha scavalcato il britannico nella PS5 seppur con un margine ancora irrisorio. Terza posizione per William Creighton, leader tra le WRC-3, davanti ad un Lauri Joona attardato di 10 minuti dopo i problemi della mattinata.

148 chilometri in programma per la tappa di domani, con tre prove speciali da ripetere due volte. Tra questi percorsi ci sarà anche un’altra frazione storica, quella di Tarzan.

Classifica:

WRC | Rally dell'Acropoli 2022, PS5-7: Loubet illude, Loeb è il riferimento al termine della prima giornata

Immagine copertina: M-Sport Twitter