WRC | Rally dell’Acropoli 2022 – Anteprima

di Federico Benedusi @federicob95
7 Settembre 2022 - 13:45

Dopo l’uscita di Ypres, nuova occasione iridata per Rovanperä in un rally molto complicato per l’apripista; Tänak deciso a proseguire il suo momento magico


La varietà di terreni e caratteristiche dei rally del WRC fa sì che spesso si disputino round consecutivi in contesti del tutto differenti. Dalle strade della campagna belga di Ypres, questo fine settimana si passerà alle pietraie greche del Rally dell’Acropoli, competizione pionieristica del campionato mondiale giunta all’edizione numero 66, la seconda dal suo ritorno nel calendario iridato.

L’Acropoli è notoriamente uno dei rally più difficili del mondo e nonostante il cambiamento e l’innovazione della disciplina abbia portato a corse sempre più corte e veloci, queste mantengono sempre le loro caratteristiche tipiche. L’edizione 2021 non ha avuto nulla di differente rispetto ad annate passate in quanto a selettività e l’impressione è che anche le vetture Rally1 andranno incontro ad un calvario, ad un’autentica prova di sopravvivenza segnata ulteriormente dal grande caldo previsto per il weekend.

Secondo matchball iridato per Kalle Rovanperä, dopo avere fallito miseramente quello belga con il primo errore stagionale. Il padrone del mondiale 2022 si è dovuto accontentare dei cinque punti della Power Stage e un ulteriore passo verso il titolo lo ha compiuto grazie all’ancora più pesante sbaglio commesso dal suo primo inseguitore Thierry Neuville, che fallendo anche l’appuntamento casalingo si è ulteriormente avvicinato all’annata solare senza vittorie scivolando anche al quarto posto nella classifica generale.

Rovanperä dispone di 72 punti di margine su Ott Tänak, che sta attraversando un periodo di grazia degno dei 12 mesi che lo portarono al titolo mondiale 2019. Dopo essersi imposto in Finlandia, il pilota Hyundai ha replicato a Ypres e ora occupa meritatamente il posto di seconda forza del campionato. Per chiudere la partita iridata in Grecia Rovanperä dovrebbe guadagnare 18 lunghezze a Tänak nel computo del weekend, impresa tutto sommato ardua visto quanto l’Acropoli risulti di difficile interpretazione per chi deve svolgere il ruolo di apripista: lo scorso anno il finlandese si è imposto e pure in maniera netta, partendo però dalla quarta posizione anziché dalla prima.

Nella lotta per la seconda piazza assoluta si è reinserito anche Elfyn Evans, arrivato a quota cinque secondi posti in stagione e in tremendo difetto di una vittoria che possa dare ulteriore sprint ad un 2022 altrimenti complicato. Acquisito il fatto che in Toyota sia Rovanperä il pilota di assoluto riferimento, Evans deve comunque sfruttare le occasioni che gli si pongono e quella della Grecia potrebbe essere già più complicata, vista la terza posizione di partenza; i 15 punti di ritardo da Tänak non sono comunque un divario insormontabile, vista la superiorità tecnica a volte netta dimostrata dalla Yaris Rally1 quest’anno.

Dopo un inizio convincente si è del tutto arenata la stagione del team Ford, con un Craig Breen che ha perso anche quel briciolo di concretezza mostrata nelle prime fasi di questo campionato. L’irlandese è uscito anticipatamente di scena pure in Belgio e ormai ogni residua speranza di centrare un piazzamento importante nella classifica assoluta è andata perduta. Partendo dal sesto posto nella prima tappa dell’Acropoli avrà quantomeno un’ultima possibilità di mettere una pezza ad un momento difficile.

M-Sport che ha deciso di lasciare ai box Adrien Fourmaux, che a seguito dell’ennesimo buon risultato gettato alle ortiche a Ypres non sarà portato in Grecia. Il francese figura nella entry list del prossimo Rally di Nuova Zelanda, dunque fino a prova contraria bisogna parlare di semplice “pausa scenica”, ma è innegabile che in casa Ford si stia cercando di recuperare dal punto di vista psicologico un ottimo talento che tuttavia in questo 2022 non ha mai concretizzato alcunché. Ci sarà invece il ritorno di Sébastien Loeb, che in Grecia ha vinto in tre occasioni: il programma dell’alsaziano al volante della Puma prosegue un rally alla volta e dopo le sventurate uscite di Portogallo e Kenya il nove volte iridato cercherà ora di dare nuovamente il suo contributo alla causa di Malcolm Wilson e Richard Millener.

Per quanto riguarda gli altri part-timer in gara, Hyundai riproporrà Daniel Sordo e Toyota proseguirà con Esapekka Lappi, mentre Sébastien Ogier ha ufficializzato che sarà al via in Nuova Zelanda all’inizio del mese prossimo. Con l’assenza di Fourmaux le Ford in gara saranno cinque, poiché Breen e Loeb saranno affiancati da Gus Greensmith, Pierre-Louis Loubet e Jourdan Serderidis.

La categoria WRC-2 vedrà un primo importante epilogo proprio in Grecia. Andreas Mikkelsen, leader della classifica generale, disputerà infatti l’ultimo rally dei sette a disposizione completando il suo punteggio del campionato cadetto, così come Yohan Rossel arriverà a quota sei. Con il secondo posto in Belgio il norvegese si è portato a +20 sul suo avversario transalpino e a +24 su Kajetan Kajetanowicz, che disputerà gli ultimi tre rally consecutivi per provare a rovesciare la classifica. Škoda Toksport gareggerà a ranghi completi, oltre a Mikkelsen, con Nikolay Gryazin, Eyvind Brynildsen ed Emil Lindholm a completare la quaterna di piloti. Tra gli altri protagonisti attesi al via tra le Rally2 anche Teemu Suninen su una Hyundai ufficiale e Chris Ingram.

Per quanto riguarda le WRC-3, l’Acropoli assegnerà il mondiale junior con ben quattro piloti in corsa. Sono ben pochi i calcoli a disposizione dei pretendenti, poiché questo appuntamento assegnerà punteggio doppio oltre ai consueti bonus per le prove speciali vinte. Sami Pajari e Jon Armstrong partono esattamente alla pari, a quota 85 punti, con Robert Virves staccato di una sola lunghezza e Lauri Joona a -6. Chi vincerà in Grecia si aggiudicherà la 21esima edizione del JWRC e Pajari potrebbe diventare il primo doppio campione della categoria.

Il percorso dell’Acropoli 2022 è stato rivisto soprattutto per la giornata di venerdì, dopo la superspeciale nello Stadio Olimpico di Atene che tornerà nel programma per la prima volta dal 2006. La prova iniziale di Loutraki sarà composta dalle strade dell’omonima frazione dell’anno scorso e da quelle di Aghii Theodori, così come è stato modificato il percorso della frazione di Harvati. Novità è rappresentata da Dafni, che recupera una piccola sezione di una prova usata per l’ultima volta nel 1995, e da Livadia, che invece ritrova strade non calcate dal 2009. Per quanto riguarda la giornata di sabato, Pyrgos e Tarzan sono analoghe al 2021 mentre la prova di Perivoli non viene percorsa dal 2005 e in questa occasione si gareggerà sulla stessa identica strada di 17 anni fa. Il rally si concluderà con un’altra frazione storica, quella di Eleftherohori che sarà usata anche come Power Stage, e con la Elatia – Rengini che torna protagonista dopo cinque anni.

66. EKO Acropolis Rally Greece
Round 10/13
8-11 settembre 2022

WRC | Rally dell'Acropoli 2022 - Anteprima

INFO PERCORSO

Distanza totale: 303,30 km
Numero prove speciali: 16
Prova speciale più lunga: Pyrgos, 33,20 km
Prova speciale più breve: Atene, 1,95 km

RECORD

Vittorie pilota: 5 – Colin McRae
Vittorie costruttore: 17 – Ford
Podi pilota: 11 – Carlos Sainz
Podi costruttore: 37 – Ford
Presenze: 37 – Haris Kaltsounis
Vittorie prove speciali: 87 – Björn Waldegaard

ALBO D’ORO

WRC | Rally dell'Acropoli 2022 - Anteprima

PROGRAMMA

Giovedì 8 settembre
8:01 (7:01) Shakedown
20:08 (19:08) PS1 Atene – SkySport Arena

Venerdì 9 settembre
7:53 (6:53) PS2 Loutraki 1
8:46 (7:46) PS3 Harvati
11:29 (10:29) PS4 Loutraki 2
13:12 (12:12) PS5 Dafni
15:15 (14:15) PS6 Livadia
17:53 (16:53) PS7 Bauxites

Sabato 10 settembre
8:33 (7:33) PS8 Pyrgos 1
9:34 (8:34) PS9 Perivoli 1
11:08 (10:08) PS10 Tarzan 1 – SkySport Action
14:33 (13:33) PS11 Pyrgos 2
15:34 (14:34) PS12 Perivoli 2
17:08 (16:08) PS13 Tarzan 2 – SkySport Action (23:00)

Domenica 11 settembre
9:08 (8:08) PS14 Eleftherohori 1 – SkySport Action
10:11 (9:11) PS15 Elatia – Rengini
13:18 (12:18) PS16 Eleftherohori 2 (Power Stage) – SkySport Action

Immagine copertina: Red Bull
Immagine percorso: rally-maps.com