WRC | Montecarlo: Ogier continua a splendere e si riprende la testa

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

13 secondi a separare il francese ed Evans, Tänak costretto al ritiro


Il Rally di Montecarlo continua a parlare la lingua di Sébastien Ogier, che nelle tre prove speciali del sabato si è ripreso il comando della classifica generale. Il francese ha fatto particolarmente la differenza nella prima frazione, disputatasi prima dell’alba, lasciando tutti ad oltre 15 secondi sul ghiaccio.

Sul campione del mondo pende una possibile investigazione riguardo l’allacciatura del casco nelle prime due prove speciali di oggi, poiché le immagini hanno mostrato come la protezione di Ogier non fosse effettivamente agganciata. Il nuovo team principal di Toyota, Jari-Matti Latvala, ha comunque detto che in caso di sanzione si potrebbe trattare molto probabilmente di una multa piuttosto che di una penalità in tempo.

In attesa di una decisione da parte della Direzione Gara, Ogier comanda la classifica con 13 secondi di margine su Elfyn Evans. Il gallese ha limato qualcosa vincendo la PS11 sul compagno di squadra, ma ha continuato a lamentare eccessi di prudenza qua e là durante le prove.

La lotta per il podio ha perso Ott Tänak, costretto al ritiro da due forature rimediate nelle prime due frazioni di oggi. L’estone non potrà nemmeno riprendere il via domani a causa delle regole speciali del Montecarlo, che consentono di partecipare all’ultima tappa solo i primi 50 della classifica effettivamente arrivati alla conclusione del sabato.

Il terzo posto sarà dunque affare privato tra Kalle Rovanperä e Thierry Neuville, separati da sette secondi e in ritardo di un minuto dalla leadership. Il belga della Hyundai ha beneficiato di condizioni particolarmente favorevoli nella PS10: la neve che ha coperto il manto stradale della prova si è infatti sciolta al passaggio dei primi piloti, sfavorendo le Toyota che hanno perso tra i 24 e i 45 secondi in una sola prova.

Quinta posizione per Daniel Sordo, obbligato ad arrivare indenne alla fine per raccogliere punti costruttori dopo il ritiro di Tänak, seguito a debita distanza da Takamoto Katsuta. Il giapponese ha offerto prestazioni altalenanti in condizioni miste, ma sta conservando un buon piazzamento per il suo processo di crescita. In top ten anche Gus Greensmith, che pur tenendo un passo lontano da quello dei migliori è ottavo assoluto.

Davanti al britannico della Ford si trova il leader della WRC-2, Andreas Mikkelsen. Il norvegese della Škoda ha approfittato della foratura patita da Adrien Fourmaux nella PS10 per allargare ulteriormente la forbice sul francese, ora attardato di due minuti e 13 secondi nonostante il buon riferimento della PS11. Éric Camilli è terzo a 17″6 dal connazionale ma potrebbe vedersi ancora abbuonato qualche secondo per essere stato ostacolato dalla Ford #20 al termine della PS10.

Dopo l’ennesimo capovolgimento di fronte nella PS9, la PS10 ha dato un vantaggio forse definitivo a Yohan Rossel per la classe WRC-3. Yoann Bonato, tornato in testa dopo la prima prova di oggi, ha infatti patito una foratura che gli è costata due minuti e domani dovrà recuperare un distacco analogo dal connazionale. Gradino più basso del podio sempre appannaggio di Nicolas Ciamin, nonostante un problema analogo a quello di Bonato nella stessa frazione.

Altri 54,5 chilometri attendono i piloti domattina, spalmati su quattro prove speciali. Primo semaforo verde alle 8:30.

Classifica:

Immagine copertina: Red Bull

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci