WRC | Montecarlo: Ogier approfitta di un errore di Neuville e chiude il venerdì in testa

WRC
Montecarlo: Ogier approfitta di un errore di Neuville e chiude il venerdì in testa

Il belga è velocissimo ma il tempo perso nella PS6 è decisivo. Tänak fermato da una foratura di 25 Gennaio 2019, 18:11

Il confronto iridato tra Sébastien Ogier e Thierry Neuville è puntualmente proseguito anche nel giro pomeridiano del venerdì del Rally di Montecarlo. Il belga ha lasciato strada al francese commettendo il primo errore serio della stagione nella PS6: partito con quattro gomme chiodate e in condizione di vantaggio, visto il terreno ghiacciato, il vice-campione del mondo ha tirato dritto ad un bivio perdendo circa 20 secondi. Ogier ne ha approfittato per guadagnare un paio di secondi nella PS6 e poi, sulla PS7 asciutta, ha sfruttato la scelta delle gomme slick per rovesciare la classifica.

Le condizioni estreme della PS8, ultima di giornata, hanno permesso al pilota Hyundai di rifarsi sotto: secondo scratch del rally, 12 secondi recuperati al nuovo pilota Citroën e distacco nella generale ridotto ad appena un paio di secondi. Le quattro frazioni di domani si preannunciano molto calde, a discapito delle basse temperature incontrate anche oggi. Ogier, che ha copiato l'azzeccata scelta di pneumatici praticata da Neuville in mattinata, si è difeso tra le lastre della PS8 con le tre gomme chiodate ormai alla frutta andando così a chiudere al comando la sua prima tappa dal ritorno presso il Double Chevron.

Chi ha gravemente compromesso il suo Montecarlo è Ott Tänak. La rottura di un cerchio nel corso della PS7, problema che ha afflitto anche Kris Meeke in ben tre occasioni, ha provocato una foratura e l'estone ha perso quasi due minuti e mezzo. Domani ripartirà Tänak dalla settima posizione e Toyota, come ha detto lo stesso Meeke proprio al termine della PS7, dovrà prendere appunti e studiare dei cerchioni più resistenti. 

La scelta di quattro gomme chiodate ha riportato nelle zone nobili della classifica sia Andreas Mikkelsen che Jari-Matti Latvala. Il norvegese è salito sul podio virtuale al termine della tappa con un vantaggio di 7"4 sulla Toyota #10 ed entrambi hanno decisamente lasciato alle spalle la serata difficile di ieri. Quinto Sébastien Loeb, ancora una volta autore di una scelta di gomme estrema (quattro da asciutto e due chiodate) che gli ha permesso di vincere la PS7 ma non ha reso assolutamente nelle altre due: il rollercoaster del nove volte campione del mondo si è fermato ad otto soli decimi da Latvala, dopo avere assaggiato anche la terza piazza assoluta.

Elfyn Evans, sesto dopo avere seguito la scelta di gomme di Loeb, precede le acciaccate Toyota di Tänak e Meeke. Un Montecarlo non certo da ricordare per Ford, che dopo avere visto Teemu Suninen uscire praticamente subito ieri sera (per poi essere clamorosamente tamponato da Kalle Rovanperä) ha perso anche Pontus Tidemand: lo svedese si è fermato nella PS7 con una sospensione danneggiata e rientrerà in corsa solo domani con la formula Rally2. Corsa finita, almeno per le posizioni che contano, pure per Esapekka Lappi, a sua volta costretto alla resa da una sospensione rotta (l'anteriore sinistra precisamente) nella PS6.

Le defezioni delle WRC Plus hanno portato in zona punti un paio di R5. Gus Greensmith è passato in testa all'assoluta delle WRC-2, dopo avere già ipotecato la vittoria della categoria Pro a causa dell'incidente di Rovanperä, scavalcando Yoann Bonato nella PS8. 6"6 dividono il britannico della Ford e l'esperto francese. Continua a sfornare ottime prestazioni Stéphane Sarrazin, 11° assoluto sulla Hyundai i20, mentre il podio delle vetture iscritte al mondiale cadetto è completato ancora da Adrien Fourmaux, rivelazione di questo Montecarlo. Terzo tra i privati è Guillaume de Mévius, sempre su Citroën, davanti al rimontante Ole Christian Veiby su Volkswagen. La situazione degli italiani vede Matteo Gamba risalito in 19esima posizione mentre Davide Caffoni è buon 21°, rispettivamente su Ford e Škoda R5.

La giornata di domani, piuttosto corta visti i soli 93 chilometri da percorrere ma sicuramente decisiva per l'esito del rally, si aprirà alle ore 8:48.

Classifica:



Condividi