WRC | Finlandia: Tänak allunga, Lappi supera Latvala

WRC
Finlandia: Tänak allunga, Lappi supera Latvala

L'estone dovrà difendere 16"4 domani. Duello Mikkelsen-Ogier per il quarto posto di 03 Agosto 2019, 19:44

Anche la seconda tappa del Rally di Finlandia è andata in archivio e Ott Tänak ha compiuto un altro passo verso il successo finale. Su percorsi decisamente rovinati e scavati dai passaggi della mattinata, l'estone della Toyota si è aggiudicato solo una prova speciale ma ha allungato sul più diretto inseguitore, che ora è Esapekka Lappi a 16"4.

Il pilota Citroën ha corso un giro pomeridiano molto competitivo, con due scratch, e non ha trovato grande resistenza in Jari-Matti Latvala, che dopo avere rischiato di gettare tutto alle ortiche stamattina ha deciso di calare il passo, pensando anche ai punti della classifica costruttori. Partito con un paio di secondi di vantaggio per le prove del pomeriggio, Latvala ha chiuso la giornata a 12"4 dal connazionale, conscio di avere comunque un buon vantaggio per mantenere un piazzamento a podio.

La giornata di domani vedrà quindi il duello per la quarta posizione tra Andreas Mikkelsen e Sébastien Ogier. Il francese, ancora debilitato dai malesseri della scorsa notte, ha dato il 100% nelle prime due frazioni del pomeriggio riuscendo anche a scavalcare la Hyundai #89, per poi calare nelle successive due e restituire la posizione al norvegese. Mikkelsen partirà per le ultime quattro prove speciali con 2"6 su Ogier, nel tentativo di togliere un paio di punti ad un avversario di Thierry Neuville.

Un Neuville che verosimilmente chiuderà al sesto posto un 1000 Laghi da incubo. Anche tra i percorsi scavati di questo secondo giro il belga non è riuscito a portare la sua Hyundai al top, incassando anzi altri secondi in classifica. Il team Hyundai, comunque, domani potrebbe giocarsi la carta di Craig Breen, attualmente sesto ma facilmente "sacrificabile" sull'altare del campionato. L'irlandese ha 20"2 di vantaggio su Neuville e ha chiuso un'altra buona giornata al volante di una i20 che sembra gradire sempre di più.

Ancora lontane dai tempi di riferimento le Ford, con Teemu Suninen e Gus Greensmith che cercheranno di portare a termine il rally senza danni, raccogliendo punti per la classifica. Di certo non è il 1000 Laghi che Suninen desiderava, ma la Fiesta ha incontrato molti problemi di set-up che hanno reso difficile la vita del pilota di casa, al di là del piccolo incidente di percorso di venerdì.

In classe WRC-2, il finale di giornata ha riservato una grossa sorpresa tra i privati. Un'uscita di strada nella PS19 è infatti costata a Pierre-Louis Loubet la prima posizione di categoria, con Nikolay Gryazin e Jari Huttunen che a questo punto si giocheranno la vittoria finale: il russo e il finlandese sono separati da 12"1. Mentre Loubet è scivolato quarto, molto staccato dal podio, la terza posizione è stata ereditata da Johan Kristoffersson, ad un passo da un altro risultato di prestigio anche nel fuoristrada. Nessun problema, invece, per Kalle Rovanperä tra le R5 ufficiali: il figlio d'arte approccerà l'ultima tappa con quattro minuti e 14 secondi su Éric Camilli; il vantaggio su Gryazin, primo inseguitore nella generale delle WRC-2, è di quasi due minuti e mezzo.

Il duello svedese per la classe JWRC sembra volgere sempre più verso Tom Kristensson, che anche oggi pomeriggio ha mantenuto il comando delle operazioni e prenderà il via dell'ultima tappa con 25"2 su Dennis Rådström. Jan Solans ha riconquistato il terzo posto dopo la ruota persa da Sami Pajari nella PS16 e l'incidente di Roland Poom nella PS19, ma ha un ritardo di 46"1 da Rådström. Senza altri errori dopo quello di ieri, Enrico Oldrati è risalito fino al sesto posto.

Il primo semaforo verde della terza e decisiva tappa del Rally di Finlandia, domani, è previsto per le 7:38 italiane.

Classifica:

Immagine copertina: Red Bull


Condividi