WRC | Estonia: Tänak mantiene la vetta, Neuville out

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

Rally finito e campionato compromesso per il belga, Ogier terzo nonostante un piccolo sussulto a fine giornata


Giro pomeridiano senza errori e con il solito ritmo implacabile per Ott Tänak, che ha confermato senza problemi la sua leadership del Rally di Estonia giunto ora a metà percorso.

Nella tappa di domani il campione del mondo della Hyundai dovrà difendere 11″7 su Craig Breen, rallentato da un piccolo problema ad una gomma nella PS7 ma altresì autore di una giornata pressoché perfetta, con due prove speciali vinte nel pomeriggio.

La tripletta Hyundai è stata infranta da Thierry Neuville, che sempre nella PS7 ha perso il controllo della sua i20 colpendo un albero e distruggendo la sospensione posteriore destra. Per il belga, con l’errore di oggi, ogni chance di vincere il titolo è praticamente sfumata poiché in Estonia un altro zero si andrà ad aggiungere a quello del Messico.

Molti piloti hanno accusato problemi di gomme nel pomeriggio, a causa del fondo più scavato del previsto, e anche in Toyota le Michelin hanno dato qualche grattacapo. Sébastien Ogier ha concluso la PS7 con la posteriore sinistra fuori sede e poi si è ritrovato all’inizio della PS11 con un’altra copertura delaminata; senza ricambi, ha rischiato anche un’uscita di strada durante l’ultima prova di giornata ma alla fine è riuscito a mantenere la terza posizione guadagnata con il ritiro di Neuville. Il sei volte iridato, domani, partirà con un vantaggio di 6″2 sul rimontante Kalle Rovanperä, vincitore proprio nella PS11, e 8″1 su Elfyn Evans. Anche per il gallese una gomma delaminata nella PS7, la stessa posteriore sinistra che ha dato problemi anche ad Ogier.

Sesta piazza per la quarta Yaris ufficiale, quella di Takamoto Katsuta, il quale ha ribadito il buon passo mostrato in mattinata chiudendo questo sabato a soli 33″2 da Ogier, distacco inimmaginabile prima della pausa forzata per il Coronavirus.

Più staccate le Ford, in grande difficoltà sui velocissimi e insidiosi sentieri estoni. Esapekka Lappi e Teemu Suninen proseguono in tandem al settimo e ottavo posto, separati da nove secondi, mentre Gus Greensmith ha recuperato la zona punti nonostante un testacoda durante la PS11. Nono posto per la Hyundai di Pierre-Louis Loubet, altra nota positiva di questo ritorno alle gare del WRC.

Situazione invariata tra le vetture cadette, con Oliver Solberg leader assoluto e della categoria WRC-3. 17″8 di margine su Egon Kaur con la sola tappa di domani ancora da disputare, mentre Kajetan Kajetanowicz ha confermato la terza posizione con 14″6 di vantaggio su Jari Huttunen. Più che raddoppiata rispetto a stamattina la leadership di Mads Østberg in WRC-2, con il norvegese (terzo assoluto tra le R5) avanti di 37″8 su Nikolay Gryazin mentre Adrien Fourmaux si è rimesso alle spalle Pontus Tidemand per il terzo posto.

Una doppia foratura ha messo fuori gioco Ken Torn nel JWRC, lasciando campo ancora più libero al debuttante Robert Virves. L’estone ha un vantaggio di 11 secondi su Martinš Sesks, mentre il gradino più basso del podio virtuale è passato nelle mani di Sami Pajari. Sesto Marco Pollara, settimo Enrico Oldrati.

La seconda e ultima tappa prenderà il via domani alle 6:35 italiane. Sei prove speciali per un totale di 85 chilometri.

Classifica:

Immagine copertina: Red Bull

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

WRC | Estonia: Tänak mantiene la vetta, Neuville out 3
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE