WRC | Corsica: Evans scavalca Tänak, nuovi problemi per Meeke

WRC
Corsica: Evans scavalca Tänak, nuovi problemi per Meeke

Giro pomeridiano superbo per il gallese, Neuville risale terzo mentre Ogier è sesto di 29 Marzo 2019, 17:47

La prima giornata del Tour de Corse si è conclusa con una Ford al comando, grazie alla superlativa prestazione messa in campo oggi da Elfyn Evans. Vincendo due prove speciali su tre nel giro pomeridiano, il gallese ha rovesciato la classifica ai danni di Ott Tänak superando anche un brivido finale: nella PS6, Evans ha perso una decina di secondi per il rallentamento causato dalla Toyota di Kris Meeke, che stava procedendo a rilento con una sospensione danneggiata. Pochi minuti dopo la conclusione della prova speciale, la Direzione Gara ha restituito alla Ford #33 il tempo perduto mantenendo intatto il gap di 4"5 che separava Evans e Tänak in precedenza.

Dopo la prima tappa, la lotta per la vittoria finale sembra essersi ristretta a soli tre piloti. L'unico in gioco oltre ai due battistrada pare essere infatti Thierry Neuville, risalito al terzo posto a 9"8 da Evans e con la vittoria della PS6 all'attivo: il belga ha ritrovato il feeling che nella mattinata era mancato, ma la i30 resta carente di grip sulle gomme più dure. Ha perso terreno, invece, Daniel Sordo, sempre alle spalle del compagno di squadra ma attardato di 26"1 dalla leadership.

Quinta posizione per la seconda Ford, quella di Teemu Suninen, pericolosamente riavvicinata da Sébastien Ogier, autore di un giro pomeridiano pulito ma ancora alla ricerca del giusto set-up per la sua Citroën C3. 5"4 tra il finlandese e il francese, mentre Esapekka Lappi dista dieci secondi dal compagno di squadra con la seconda vettura di Satory, in settima piazza. Fuori dai giochi Jari-Matti Latvala, che ha perso tre minuti nella PS5 a causa di una foratura che ha richiesto la sostituzione della ruota danneggiata. La Toyota #10 è scivolata in 13esima posizione.

Ottavo Sébastien Loeb, lontano quasi due minuti e mezzo da Evans a causa dell'incidente di stamattina. Il nove volte iridato è stato "imitato" oggi pomeriggio da Meeke, rimasto a sua volta con una sospensione fuori gioco nella PS5 e malcapitato protagonista dell'episodio raccontato sopra. Ancora una volta la sorte si è scagliata contro il nordirlandese, che nella generale è precipitato 16° a 3'45" dalla testa della corsa.

Prosegue il dominio di Éric Camilli nella classe WRC-2. Il feeling ottimale tra il pilota di Nizza e la Volkswagen Polo R5 ha quasi azzerato le possibilità degli altri piloti della categoria cadetta, con Yoann Bonato secondo a 20" netti dal connazionale e Nikolay Gryazin sul terzo gradino del podio, staccato di 42"7. Nel giro pomeridiano ha perso due posizioni Fabio Andolfi, scavalcato dalle Polo di Nicolas Ciamin e Kajetan Kajetanowicz, mentre Andrea Nucita (che tuttavia non corre per il mondiale cadetto in questa occasione) ha concluso la giornata al 18° posto assoluto. Invariata la leadership di Kalle Rovanperä tra le WRC-2 ufficiali, con il 19° posto nella generale. 13° tra le R5 private Massimo Pedretti, mentre Simone Tempestini si è ritirato per un problema ai freni.

Nel mondiale junior si è invece azzerato il gap tra Tom Kristensson e Julius Tannert, con lo svedese sempre al comando ma in vantaggio di appena nove decimi sul tedesco. Terzo Dennis Rådström, a 18"6 dal connazionale, mentre Enrico Oldrati è scivolato in nona posizione.

Per la giornata di domani sono previste altre sei prove speciali, con la temutissima Castagniccia che negli ultimi giorni è stata imbiancata da un velo di neve e presenta tuttora un asfalto piuttosto rovinato e sconnesso. Primo semaforo verde alle ore 7:38.

Classifica:

Immagine copertina: M-Sport Twitter


Condividi