WRC | Cile: incidente per Neuville, Tänak aumenta il vantaggio

WRC
Cile: incidente per Neuville, Tänak aumenta il vantaggio

Il belga distrugge la sua Hyundai, per fortuna senza conseguenze. Ogier ancora secondo di 11 Maggio 2019, 19:10

Il colpo di scena più grande di questo Rally del Cile è arrivato nella PS8. Approcciando a velocità troppo elevata una curva a destra posta su un dosso, Thierry Neuville ha perso il controllo della sua Hyundai finendo fuori strada. Il capottamento multiplo ha mandato in frantumi la i30 e il pilota belga è stato portato in ospedale, dove fortunatamente è stata scongiurata ogni conseguenza fisica derivante dall'incidente. Per il leader della classifica generale, ad ogni modo, il fine settimana cileno dovrebbe essere terminato.

Nessun problema per Ott Tänak, che nel giro mattutino della seconda tappa si è portato a casa la PS9 aumentando ulteriormente il suo vantaggio su Sébastien Ogier. 34"6 il gap tra i due ex compagni di squadra, con il francese che ha lamentato scarso grip al posteriore e un discreto sottosterzo nelle curve più lente, fattori che ovviamente rendono più difficoltosa la guida della Citroën C3. A questo punto del rally, con Neuville fuori, per il sei volte iridato è importante gestire il vantaggio sugli inseguitori e nella fattispecie su Jari-Matti Latvala.

Il finlandese era stato scavalcato da Neuville nella PS7, speciale vinta proprio dal belga, ma con il successivo incidente della Hyundai #11 è tornato prontamente sul podio. Su Latvala pende anche una possibile decisione della Direzione Gara, che potrebbe restituirgli qualche secondo perso alle spalle di Kris Meeke proprio nella prima frazione di giornata. Il nordirlandese è ripartito proprio davanti al compagno di squadra dopo un capottamento, costandogli qualche secondo. Durante il service park si avranno notizie ulteriori riguardo un'eventuale correzione dei tempi.

Con l'uscita di scena di Neuville e il ritardo di Meeke, tornato in gara senza parabrezza ma ora staccato in classifica, Sébastien Loeb ha recuperato la quarta posizione a solo 1"1 da Latvala e con 19"6 di margine su Elfyn Evans, che chiude la top 5 prima del notevole solco che si è formato con il resto dei piloti ufficiali già ieri mattina. Il gallese ha infatti oltre un minuto e mezzo di vantaggio sul compagno di squadra Teemu Suninen, che come Esapekka Lappi ha approfittato di un'uscita di strada di Andreas Mikkelsen nella PS7 per sopravanzare il norvegese, autore finora di un rally disastroso su tutti i fronti.

Allungo anche di Kalle Rovanperä nella classe WRC-2 che ora vede il finnico in vantaggio di 35"9 su Mads Østberg. I due hanno anche recuperato un piazzamento a punti nella generale, ma Meeke ha poco meno di un minuto e 20 secondi di distacco dal norvegese, margine ampiamente recuperabile in sette prove speciali. Sempre terzo Gus Greensmith davanti a Marco Bulacia, mentre Takamoto Katsuta ha limato a 12 secondi il suo ritardo nei confronti di Alberto Heller per quanto riguarda la classifica dei privati. La lotta per il terzo gradino del podio delle vetture non iscritte da una Casa ha visto Martín Scuncio scavalcare Benito Guerra, ora a 12"2 dall'argentino.

Alle 20:08 italiane scatterà il giro pomeridiano della seconda tappa, con la riproposizione delle tre frazioni di stamattina.

Classifica:

Immagine copertina: Red Bull



Condividi