WRC | Cancellato il Rally del Cile 2020

WRC
Cancellato il Rally del Cile 2020

La difficile situazione politica dello Stato sudamericano ha comportato il rinvio al 2021 di 28 Novembre 2019, 17:46

Il Cile non sta attraversando un buon momento dal punto di vista politico. Le proteste che dal mese di ottobre si sono scatenate nelle più grandi città dello Stato sudamericano hanno avuto grosse ripercussioni anche sull'attività sportiva del Cile: con l'ePrix di Santiago attualmente confermato per il 18 gennaio 2020, l'appuntamento del WRC previsto per il 16-19 aprile 2020 è stato invece cancellato.

Una decisione arrivata di comune accordo tra il Ministero dello Sport cileno, il presidente della Federazione Automobilistica cilena Mauricio Melo, il promoter del rally Gonzalo Gancha, il presidente della Commissione Rally cilena Kurt Horta, il governatore della regione di Bío Bío Sergio Giacaman e la stessa FIA. I 1200 milioni di pesos cileni (un milione e 321 mila euro, circa) stanziati per l'evento sono stati ora destinati al sostegno dei civili colpiti dagli avvenimenti delle ultime settimane, pertanto l'organizzazione del rally 2020 è stata interrotta con la promessa di tornare in calendario nel 2021.

Il fine settimana prescelto per il rally 2020 era già considerato difficoltoso a causa delle concomitanze con Teletón, un importante evento a scopo di beneficenza, e con un referendum costituzionale. Il grande successo dell'edizione 2019 ha comunque incoraggiato gli organizzatori ad investire ulteriormente sul Rally del Cile, come ha detto lo stesso Giacaman: "L'interesse c'è, abbiamo visto l'impatto che l'evento ha avuto sul turismo e sui cittadini quest'anno, quindi nel 2021 torneremo. L'impegno rimane. La democrazia è il bene più prezioso per il Cile. La nostra è stata una decisione prudente, nel segno della democrazia".

Così ha commentato invece Goncha: "Le decisioni migliori sono quelle prese per tempo. Oggi sappiamo che il nostro Paese è in una condizione particolare. L'ambiente cileno del prossimo aprile non si sposa con l'ambiente di cui necessita un evento del WRC".

Restano quindi 13 gli appuntamenti in calendario per il WRC 2020, in attesa di sapere se il Rally del Cile verrà sostituito. Con la cancellazione del quarto round, resta un mese e mezzo di "buco" tra i Rally di Messico e Argentina.

Immagine copertina: Red Bull



Condividi