WRC | Arctic Rally Finland 2021 – Anteprima

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Strade nuove per (quasi) tutti nell’unico rally su neve della stagione


La difficile situazione legata al Covid nel nord Europa non ha impedito la disputa di un rally su neve al WRC 2021. La cancellazione del Rally di Svezia ha portato FIA e WRC Promoter a dover cercare una location sostitutiva e l’attenzione si è dunque spostata poco lontano, in Lapponia.

L’Arctic Rally Finland è una rivisitazione in chiave iridata dell’Arctic Rally Lapland, corsa che si disputa a metà gennaio sulle stesse strade che verranno affrontate in questo weekend e che quest’anno è giunta alla sua 56esima edizione. Sono pochi i piloti del WRC ad avere già affrontato questo rally nella loro carriera, pertanto per il secondo round di questo mondiale si partirà all’incirca da zero.

Come ogni rally su neve, tuttavia, chi dovrà aprire la strada si troverà in una posizione di grande svantaggio. È il caso, naturalmente, dei piloti che hanno primeggiato nel Rally di Montecarlo del mese scorso, anche se di fatto la prima tappa durerà appena due prove speciali: Sébastien Ogier, che per l’ottava volta ha conquistato la vittoria nel Principato, sa benissimo cosa significhi pulire i percorsi innevati ai propri avversari e almeno nelle primissime fasi di questo rally dovrà correre in difesa nella speranza di recuperare più avanti.

Il suo primo inseguitore sarà il suo compagno di squadra e vincitore l’anno scorso in Svezia, Elfyn Evans. Ormai nessuna condizione ha più segreti per il gallese, efficace in ogni situazione di gara, ma dalla seconda posizione non sarà un’impresa tanto più facile rispetto al campione del mondo.

Terzo a Montecarlo in un fine settimana molto difficile, anche Thierry Neuville ha avuto modo di indossare la corona di Re di Svezia in passato e dunque può trovarsi in una situazione di discreto agio. Il belga ha avuto modo di affinare la sua collaborazione col nuovo copilota Martijn Wydaeghe partecipando all’Otepää Talveralli, corsa su neve che ha aperto il campionato estone e che ha visto il successo di Ott Tänak sullo stesso Neuville.

Tra i delusi del primo round, ancora una volta, c’è proprio Tänak, ancora una volta molto sfortunato sulle strade del Principato che continuano ad essere tabù per lui. Visto il ritiro incassato a Montecarlo, il campione 2019 potrà quantomeno sfruttare le prime prove speciali per beneficiare di una migliore posizione di partenza, oltre ad essere in generale uno dei riferimenti mondiali sulla neve.

Chi va sicuramente molto forte sulla neve ed è anche pratico delle strade lapponi è Kalle Rovanperä, che il Lapland lo ha vinto nel 2020 proprio alla guida della Toyota Yaris WRC. Il Montecarlo ha riservato qualche grattacapo anche al figlio d’arte, che ha commesso qualche errore sparso ed è stato vittima di una sfortunata foratura quando ancora si stava giocando il podio.

Ford ha confermato l’accoppiata già vista a Montecarlo, con Gus Greensmith reduce da un weekend molto deludente e Teemu Suninen che dovrà riscattare immediatamente la brutta figura di un mese fa. Il finlandese corre in casa e adora le superfici innevate, avrà modo di partire su un fondo pulito e non avrà alcun margine di errore. Il team M-Sport ha infine comunicato proprio ieri il rally di debutto di Adrien Fourmaux sulla Fiesta WRC: il francese si misurerà per la prima volta nella categoria regina sull’asfalto croato, tra due mesi.

Classe regina che ritroverà al via in questo weekend anche Craig Breen, sulla terza Hyundai ufficiale. Anche l’irlandese può già vantare risultati di assoluto riferimento, come il secondo posto ottenuto in Svezia nel 2018, oltre al fatto che i suoi tre podi iridati siano arrivati tutti in Paesi nordici (Finlandia 2016 ed Estonia 2020 oltre a quello già citato).

Coppia di giovani assi per il team satellite Hyundai 2C Compétition. Oltre a Pierre-Louis Loubet, che tornerà a correre un rally iridato su neve dopo quattro anni, la squadra francese porterà in gara anche Oliver Solberg. Il figlio d’arte, entrato nel programma giovani Hyundai proprio quest’anno, avrà già una bella occasione tra i grandi e potrà anche sfruttare l’esperienza del Lapland 2021 terminato al terzo posto. Solberg, tuttavia, non potrà disporre del proprio copilota “titolare” Aaron Johnston, risultato positivo al Covid-19 e sostituito dall’esperto Sebastian Marshall.

La lista delle 13 WRC Plus si completa con Takamoto Katsuta, che nel 2018 in Svezia vinse tra le R5, Janne Tuohino sulla Ford gestita dal suo stesso team e Lorenzo Bertelli, il quale tornerà a correre un rally a quasi due anni dal Cile 2019. Anche il nativo di Arezzo guiderà una Ford Fiesta WRC.

Ben dieci sono le vetture iscritte alla categoria WRC-2. Da tenere d’occhio la riproposizione del duello tra Fourmaux e Andreas Mikkelsen, che a Montecarlo si è risolto a favore del secondo. Due le Škoda del team Toksport in gara, con Eyvind Brynildsen a sostituire Marco Bulacia, mentre Martin Prokop salirà sulla seconda Ford ufficiale. Anche Hyundai proporrà un bis di specialisti composto da Jari Huttunen ed Ole Christian Veiby. Da segnalare anche il ritorno alle gare di Esapekka Lappi, iridato WRC-2 nel 2016 e rimasto senza vettura per il 2021: guiderà una Volkswagen del team italiano Movisport, al fianco di Nikolay Gryazin che recentemente ha testato una delle Fiesta WRC ufficiali di M-Sport.

Quasi totalmente a trazione nordica la categoria WRC-3, così come a Montecarlo avevano spopolato i francesi. Tra i favoriti figurano Teemu Asunmaa, Emil Lindholm ed Eerik Pietarinen ma bisognerà osservare anche il debutto iridato di Mikko Heikkilä, pilota di cui si parla molto bene in Finlandia. Tutti e quattro guideranno una Škoda. Non mancheranno nemmeno nomi altisonanti come quelli di Mattias Ekström (Škoda) e Johan Kristoffersson (Volkswagen), che trasporteranno in un rally iridato le loro leggendarie sfide nel WRX. Al via figura anche una bandierina italiana, quella di Mauro Miele.

L’Arctic Rally Finland, come noto, ricalcherà le prove speciali del Lapland con l’unica eccezione, almeno osservando il percorso 2021, della prova speciale di Mustalampi che si svolgerà sabato. Si svolgeranno dieci frazioni su cinque diversi percorsi, tutti da ripetere due volte, per un totale di 251 chilometri cronometrati.

2021 Arctic Rally Finland Powered by CapitalBox
Round 2/12
26-28 febbraio 2021

INFO PERCORSO

Distanza totale: 251,08 km
Numero prove speciali: 10
Prova speciale più lunga: Sarriojärvi, 31,05 km
Prova speciale più breve: Kaihuavaara, 19,91 km

RECORD

Non ci sono record in quanto si tratta della prima edizione di questo rally.

PROGRAMMA

Venerdì 26 febbraio
8:31 (7:31) Shakedown
15:08 (14:08) PS1 Sarriojärvi 1
18:38 (17:38) PS2 Sarriojärvi 2

Sabato 27 febbraio
9:08 (8:08) PS3 Mustalampi 1
10:38 (9:38) PS4 Kaihuavaara 1
12:08 (11:08) PS5 Siikakämä 1
15:38 (14:38) PS6 Mustalampi 2
17:08 (16:08) PS7 Kaihuavaara 2
18:38 (17:38) PS8 Siikakämä 2

Domenica 28 febbraio
10:08 (9:08) PS9 Aittajärvi 1
13:18 (12:18) PS10 Aittajärvi 2 (Power Stage)

Immagini: SM-Ralli, Red Bull, Ott Tänak Facebook

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

P300 MAGAZINE

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE